Il volley del Ssd Colonna parteciperà all’Eurocamp di Cesenatico

0
973
minivolley-colonna
Urgolo e le bambine del minivolley Ssd Colonna
minivolley-colonna
Urgolo e le bambine del minivolley Ssd Colonna

SPORT – Continua a viaggiare a gonfie vele il settore volley della Ssd Colonna. Stanno andando benissimo le cose per la squadra “maggiore” del gruppo, vale a dire l’Under 14 di coach Maria Teresa Cannuccia. «Questo gruppo ha terminato il girone d’andata del campionato – dice il responsabile del settore volley Giancarlo Urgolo – e le nostre ragazze sono ai vertici della classifica avendo accumulato cinque vittorie consecutive su sei incontri disputati. E’ quasi superfluo sottolineare la grande soddisfazione di questo risultato che conferma l’eccellente lavoro svolto nel tempo dalla nostra allenatrice Maria Teresa Cannuccia la quale con tenacia e passione sta portando la squadra ad ottenere queste prestazioni. Voglio approfittare, però, anche per fare i complimenti per l’impegno che le nostre ragazze stanno mettendo per raggiungere questi traguardi e le invito a continuare a crescere seguendo la loro allenatrice». Campionato a parte, per l’Under 14 questa sarà una stagione da ricordare in ogni caso visto che dal prossimo 16 aprile (e fino al 19) la squadra parteciperà al torneo nazionale di Cesenatico presso l’Eurocamp della cittadina romagnola. «Un’esperienza che farà vivere alle nostre giovani atlete nuove esperienze di sport e di vita – dice Urgolo -. Voglio ringraziare la dirigenza della Ssd Colonna per il grande sostegno che ci sta dedicando anche in vista di questo appuntamento». Nei primi giorni di febbraio, poi, sarà la volta pure delle piccole atlete del minivolley del Colonna. In particolare sta per iniziare il campionato Under 11 che ha avuto un “prologo” con una sfida “in famiglia” tra due squadre del Colonna. «Ma prossimamente sfideremo con queste ragazzine le parietà di Marino e Albano – aggiunge Urgolo -. C’è una grandissima euforia attorno al gruppo e tra le piccole atlete sale l’attesa per questa nuova esperienza da vivere in prima persona. Anche per loro il partecipare ad un campionato deve essere motivo di divertimento al quale si aggiunge quel pizzico di agonismo sportivo che può favorire la loro crescita, misurandosi con altre realtà».

Print Friendly, PDF & Email