Impressionisti e moderni al Palazzo delle Esposizioni di Roma

0
1533
impressionisti
Impressionisti e Moderni
impressionisti
Impressionisti e Moderni

IMPRESSIONISTI E MODERNI AL PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI

Fino al 14 febbraio il primo piano del Palazzo delle Esposizioni ospita la mostra Impressionisti e moderni. Capolavori dalla Phillips Collection di Washington: sessantadue dipinti provenienti dalla Phillips Collection, celebre e prestigiosa raccolta americana, la prima negli Stati Uniti dedicata all’arte moderna. Nell’imminenza del centesimo anniversario dalla sua fondazione, il museo statunitense, fondato dal collezionista Duncan Phillips e inaugurato nel 1921, ha organizzato una grande mostra a Roma che offre l’occasione di ammirare una vasta selezione di capolavori del XIX e del XX secolo. La Phillips Collection si distingue tra le altre istituzioni nate tra le due guerre per il ruolo svolto dal suo fondatore nella promozione delle arti. Interessato al rapporto fra passato e presente e alle radici formali che l’arte moderna affonda in quella antica, Phillips sostenne giovani artisti dei più vari orientamenti estetico – culturali, acquistandone le opere per il loro valore artistico e non solo per la fama dei loro autori. La rassegna allestita a Roma, dedicata alla pittura europea e americana, è disposta in ordine cronologico, riflettendo le grandi correnti culturali che hanno attraversato l’Ottocento e il Novecento fino al secondo dopoguerra. Si esordisce con le opere dei grandi artisti che all’inizio del XIX secolo hanno rivoluzionato la pittura europea, da Goya a Ingres, da Delacroix a Courbet e Manet, messe in dialogo con quelle dei maestri dell’impressionismo come Van Gogh, Cézanne, Degas, Monet, Sisley. Una particolare attenzione viene dedicata ai maestri moderni che hanno plasmato la visione artistica del Novecento, tra cui Bonnard, Braque, Kandinskij, Kokoshka, Matisse, Modigliani, Picasso, accanto agli americani Arthur Dove e Georgia O’Keeffe. Tra i grandi artisti americani ed europei più innovativi del secondo dopoguerra, infine, troviamo Mark Rothko, Nicolas De Staël e Adolph Gottlieb. Un’occasione unica per ripercorrere lo sviluppo e l’evoluzione della pittura moderna con opere appartenenti a correnti artistiche diverse per forme e linguaggi figurativi: dal realismo all’impressionismo, dal cubismo all’espressionismo astratto americano degli anni ʼ50 del secolo scorso.

La mostra è a cura di Susan Behrends Frank ed è organizzata da The Phillips Collection, Washington, D.C. con Azienda Speciale Palaexpo.

Print Friendly, PDF & Email