Inaugurata linea turistica tra i Musei Vaticani e le Ville Pontificie

0
1137
locomotiva
Locomotiva del 1915 viaggio inaugurale tratta Musei Vaticani Ville Pontificie
locomotiva
Locomotiva del 1915 viaggio inaugurale tratta Musei Vaticani Ville Pontificie

Taglio del nastro per il viaggio inaugurale della nuova linea ferroviaria dedicata ai turisti che dai Musei Vaticani andranno a visitare le Ville Pontificie di Castel Gandolfo ed Albano Laziale. Venerdì 11 Settembre un treno storico del 1928, tirato a lucido, per l’occasione trainato da una locomotiva a vapore del 1915, ha condotto oltre 300 giornalisti della stampa accreditata proveniente da tutto il mondo (tra cui Meta Magazine) lungo la tratta che dal 12 Settembre e per ogni sabato fino alla fine del Giubileo, trasporterà i turisti che acquisteranno il biglietto, il cui costo è fissato a 40 euro tutto incluso.

L’iniziativa, voluta direttamente da Papa Francesco, intende aprire al pubblico luoghi finora inaccessibili come la Reggia dei Papi di Castel Gandolfo ed i giardini vaticani, con annessa fattoria interna, che si estendono anche sul territorio del Comune di Albano Laziale. L’organizzazione è sotto l’egida del Vaticano ma ha visto la partecipazione e collaborazione delle Ferrovie dello Stato e delle amministrazioni comunali di Castel Gandolfo ed Albano Laziale.

Presenti sui vagoni con la stampa e le autorità vaticane e delle FFSS a tal proposito anche i Sindaci dei due Comuni, Milvia Monachesi e Nicola Marini.

I turisti che da sabato 12 hanno prenotato e prenoteranno il servizio, anche mediante la rete, saranno trasportati non dal treno storico ma da un convoglio Minuetto moderno, messo a disposizione dalle Ferrovie. L’itinerario del tour inizierà al mattino ai Musei Vaticani, proseguirà con la partenza del treno alle ore 10:57 dalla stazione interna alle Mura Vaticane, giungendo a Castel Gandolfo in mattinata, allorquando i turisti, grazie ad un servizio di bus navetta saranno portati al centro di Castel Gandolfo ed ivi introdotti all’interno del Palazzo Papale. Successivamente l’offerta prevede la visita ai Giardini Vaticani di Villa Barberini, per poi finire ad Albano nella piazza del Duomo. Alle 18 circa lo stesso treno che al mattino li aveva condotti nella città estiva dei Papi li riporterà a Roma da dove erano partiti.

“Papa Francesco – hanno dichiarato le autorità ecclesiastiche presenti al viaggio inaugurale – visto che lui per la molteplicità dei suoi impegni a Roma non potrà usufruire della Reggia di Castel Gandolfo, in occasione del Giubileo della Misericordia, ha voluto fortemente che le bellezze custodite all’interno di questi luoghi, siano fruibili e godibili da parte di tutte le persone che vorranno visitarli”.

L’offerta turistica per ora durerà fino alla fine di questo Giubileo straordinario ma, se il numero dei visitatori segnerà un gradimento del pubblico alla cosa, è presente l’ipotesi di prolungarla anche per i prossimi anni.

L’economia di Castel Gandolfo e di Albano Laziale, gli esercenti ed i servizi che in qualche modo storicamente hanno creato un indotto virtuoso attorno al turismo di matrice religiosa sul territorio, penalizzati dall’assenza di Papa Francesco che ha rinunciato a trascorrere ai Castelli il tradizionale periodo di riposo estivo, ora potranno ricevere dall’iniziativa in essere degli indubbi vantaggi e ritorni in termini di entrate e produttività, forse addirittura maggiori vista la sua durata nel tempo.

Alle amministrazioni comunali ed alle comunità tutte di Castel Gandolfo ed Albano, lavorare al fine di ottimizzare al meglio la propria ricettività turistica per raccogliere e vincere anche questa sfida di crescita.

Print Friendly, PDF & Email