Iniziano le attività dell’Università della Terza Età ai Castelli

0
1212
unitre
Università della Terza Età
unitre
Università della Terza Età

Sono disponibili presso le sedi di Marino (piazza Palmiro Togliatti, Santa Maria delle Mole), Albano Laziale (viale Spagna 11, località Cecchina) e Castel Gandolfo (via Torretta 3) i corsi che l’Unitre, l’ accademia di formazione delle Tre Età presieduta da Marcello Zega, ha programmato per l’anno 2014/2015.

Aperta a studenti dai 18 ai 90 anni e oltre, l’associazione (www.unitredimarino.it / unitredimarino@libero.it / 06.93.00.000) ospita i suoi oltre 500 iscritti anche nei locali messi a disposizione dalla Cooperativa Sociale Gnosis di via Boville 1 dedita all’assistenza psicoterapeutica e medico specialistica.

Una collaborazione finalizzata alla diffusione del servizio ma, soprattutto, all’apertura e all’integrazione. Tanti i percorsi educativi, formativi e informativi di vario livello, proposti dal centro in nome di cultura, incontro, socialità, amicizia e condivisione. Obiettivi che, come ricordato dal presidente Zega, rispondono ai principi di universalità, umiltà e umanità. Filosofia operativa che Unitre, nella sua attività, ispira all’Universitas del Medioevo i cui docenti prestavano la loro opera gratuitamente poichè ritenevano il sapere un dono dovuto.

Recente l’inaugurazione del nuovo anno accademico. Un momento nel quale il presidente Marcello Zega ha espresso gratitudine all’Amministrazione guidata dal sindaco Fabio Silvagni per la disponibilità ad accogliere il «progetto di vita» rappresentato da Unitre. Un incontro che, ospitato all’Hotel Helio Cabala di Marino, ha visto la presenza degli assessori alla Cultura e Servizi Sociali Arianna Esposito e Tiziana Palozzi che, insieme al consigliere comunale Stefano Cecchi, hanno portato all’assemblea degli intervenuti il saluto e l’augurio di proficuo lavoro da parte del sindaco Fabio Silvagni. Presenti anche il primo cittadino di Castel Gandolfo Milvia Monachesi con Angela D’Agostino della Gnosis.

«I volti, i colori e le sfaccettature della solidarietà e condivisione brillantemente rappresentati da Unitre nelle molteplici attività portate avanti in nome dell’incontro e dell’amicizia – hanno affermato gli assessori Esposito e Palozzi – testimoniano come una comunità si possa considerare ricca proprio grazie a tasselli di specificità e preziosità come il gruppo guidato da Marcello Zega di cui apprezziamo la propositività e volontà di dare un segno, tangibile, di presenza collaborativa».

Apprezzamento espresso anche dal consigliere comunale Stefano Cecchi all’organizzazione, ai partecipanti e agli insegnanti per la loro disponibilità a trasferire conoscenze didattiche e professionalità tecniche. Un impegno che negli anni, ha fatto sapere, ha prodotto ragguardevoli risultati.

Print Friendly, PDF & Email