Insieme per Mastrosanti, “A Frascati maggioranza ibrida incapace ed arrogante”

0
1085
robertomastrosanti
Roberto Mastrosanti
Roberto Mastrosanti
Roberto Mastrosanti

“L’incapacità della maggioranza consiliare a Frascati – recita una nota diramata dal gruppo consiliare Insieme per Mastrosanti, nelle persone dei consiglieri comunali Mastrosanti, D’Uffizi e Gizzi – si e’ manifestata con la errata convocazione del Consiglio Comunale da parte del Presidente Peduto, il quale ha allegato la vecchia proposta di delibera di trasformazione della STS in azienda speciale omettendo invece di allegare la proposta modificata dalla attuale maggioranza.

Alla incapacità – continua la nota – si aggiunge l’arroganza di riconvocare un nuovo Consiglio nella giornata di sabato prossimo, nonostante in Conferenza dei Capigruppo – immediatamente convocata e da tutti responsabilmente partecipata seppur in assenza di formale convocazione per agevolare i lavori dell’amministrazione – si sia manifestata l’impossibilità dei componenti il nostro gruppo consiliare ad essere presenti per la discussione.

Forse questa maggioranza ibrida di centro-sinistra-destra ha paura di doversi confrontare sui contenuti delle modifiche apportate rispetto alla formulazione dello Statuto della azienda speciale STS approvata con delibera n. 53 del 9.5.14 della precedente Giunta? Forse il Sindaco Spalletta si preoccupa di doversi confrontare sul perché sia stata eliminata la previsione di un Consiglio di Amministrazione che contemplava la nomina del solo Presidente da parte del Sindaco (con gli altri due componenti scelti tra dipendenti del Comune) con una nuova formulazione che prevede la sua nomina di TRE componenti esterni nel CdA? Forse il Sindaco prova imbarazzo a dover giustificare le ragioni per cui vuole attribuirsi il diritto di nominare per un anno un Direttore Generale della STS che guadagnerebbe circa 80mila Euro mentre la vecchia proposta prevedeva che fino alla nomina o in caso di temporanea assenza del Direttore la carica fosse ricoperta da un dipendente del comune?

Non si speculi sulle aspettative dei dipendenti STS che sono pienamente salvaguardati e i cui interessi stanno a cuore a tutti noi, come già dimostrato con atti concreti quali l’approvazione già nella scorsa Giunta dell’atto di indirizzo per la trasformazione della società partecipata in azienda speciale, nonostante la resistenza di alcuni, allora assessori, oggi componenti di questa ambigua maggioranza.

Quanto dovranno spendere i cittadini di Frascati per fare dei Consigli Comunali con un solo punto all’ordine del giorno oppure Consigli che non si riescono a concludere per errori di convocazione?

Una maggioranza ibrida, incapace ed arrogante – concludono i tre consiglieri comunali – che si preoccupa solo di aumentare le poltrone per provare a soddisfare le aspettative e le promesse elettorali e non si preoccupa di calpestare i diritti della opposizione che ricordiamo, solo nel nostro caso, rappresenta oltre 4000 elettori.

Davvero un nuovo inizio egregio Sig. Sindaco, un nuovo inizio che puzza tanto di vecchio marcio e del quale non si sentiva alcun bisogno”.

Print Friendly, PDF & Email