Intervista a Giacomo Urtis, medico estetico dei vip

L'eclettico Giacomo Urtis si racconta in un'intervista ricca di consigli di bellezza alla nostra Jessica Petrangeli

0
134

L’eclettico e imprevedibile Giacomo Urtis, dermatologo e medico estetico conosciuto come il chirurgo dei vip, è oramai diventato un personaggio pubblico soprattutto dopo la sua partecipazione all’ultima edizione del reality show di Canale 5, l’Isola Dei Famosi. Spinta dalla curiosità di farmi raccontare le ultime tendenze in fatto di medicina e chirurgia estetica, l’ho intervistato in uno dei momenti più importanti della sua vita professionale.

Quali sono i trattamenti estetici più diffusi tra le donne in questo periodo dell’anno?

“Per tutto il periodo autunnale ed invernale, la caduta dei capelli è uno dei problemi principali a cui bisogna far fronte. La donna si lamenta spesso di avere capelli secchi, diradati e diminuiti, per questo si fa ricorso a trattamenti quali il plasma arricchito di piastrine, i fattori di crescita in iniezione, le maschere led per il cuoio capelluto e tutti quei trattamenti più comuni come farmaci, compresse, integratori e shampoo dedicati all’anticaduta”;

Come affronta le richieste di interventi chirurgici da parte di donne con nessun evidente difetto estetico? Insomma…dice qualche no?

“Sarò sincero. L’80% delle donne che si rivolgono a me non ha particolari difetti estetici, si sottopone a trattamenti o interventi per sfizio. Magari sono donne che hanno già un bel taglio degli occhi ma lo desiderano più allungato, oppure hanno già un bel seno e vogliono mezza taglia in più, hanno già un bel lato B e lo desiderano ancor più tondo. La chirurgia è una cosa di cui non si ha bisogno, è un lusso, un desiderio che lei/lui richiede per piacersi di più, e noi dobbiamo accontentare questo desiderio. Ovviamente se le richieste sono esagerate il mio atteggiamento è sempre quello di frenare e far desistere il paziente”;

Cominciare con piccoli ritocchi in giovane età implica l’inizio di una dipendenza dalla medicina estetica?

“La medicina estetica, cosi come la chirurgia, sia in giovane età che in età avanzata, dà dipendenza. È un meccanismo dal quale è difficile uscire. Per questo motivo se utilizzate con intelligenza apportano entrambe enormi benefici estetici e non solo, ma, in caso contrario, è sempre bene affiancare al paziente uno psicologo, prima dell’intervento e durante tutto il percorso, che possa aiutare la persona a capire dove intervenire e dove no”;

Per essere belle alimentazione sana e attività fisica sono indispensabili. Il chirurgo non basta?

“Assolutamente no. Mangiare sano ed andare in palestra sono regole fondamentali. Si possono eseguire vari interventi per tornare in forma, dalla chirurgia bariatrica alla liposuzione, dalla lesc all’addominoplastica fino alla lipo 4d, ma per mantenere i risultati bisogna non eccedere con i grassi, fare una dieta dissociata e mantenersi in attività almeno due volte alla settimana, avere quindi uno stile di vita equilibrato”;

Quali tendenze ci aspettano in vista del prossimo anno in campo estetico?

“Una delle maggiori novità è senza dubbio una nuova tipologia di protesi per il seno, le Be Light, leggerissime e utilizzate anche per seni molto grandi; un’altra tendenza riguarda un prodotto particolarmente morbido per aumentare il volume dei glutei e, infine, verranno messi in commercio dei fili indicati per trattare anche labbra e naso”;

La forte crescita della chirurgia estetica è dovuta al fatto che è ormai un lusso alla portata di tutte, economicamente accessibile?

“Certamente l’aumento dell’offerta ha portato a prezzi più concorrenziali. C’è chi ad esempio chiede 3 mila euro per una mastoplastica, chi ne prende invece molti di più. Se si vuole lavorare in maniera sicura bisogna affidarsi a strutture accreditate che abbiano sale chirurgiche attrezzate dove si può intervenire in caso di emergenza. È importante far sapere che non bisogna accettare di essere operati in ambulatori chirurgici attrezzati a cliniche, ma solo in strutture che abbiano la dicitura Day Hospital o Clinica con Degenza. È un fenomeno difficile da controllare, per questo è il paziente che deve scegliere con cura, prestando attenzione alla propria sicurezza piuttosto che al risparmio”;

Scherziamoci su. L’intervento a cui, secondo lei, nessuna donna dovrebbe rinunciare?

“Per me l’intervento irrinunciabile è il gluteo. Una volta riempito o inserita la protesi, cambia totalmente la vestibilità. Sia gli uomini che le donne apprezzano molto questo tipo di intervento che regala un lato B tondo e alto: un gluteo rifatto è un gluteo…“wow””;

Lei ha più di 160 mila seguaci sui social. Quanto ha contato la sua capacità di comunicazione per raggiungere il successo professionale?

“Sicuramente moltissimo. I seguaci continuano ad aumentare anche perché io e tutto il mio staff facciamo molta ricerca, comunichiamo continuamente tutte le novità del campo in modo costante. Inoltre al mio nome è legato un team di professionisti che permettono all’azienda una crescita quotidiana. Con l’apertura della nuova clinica a Milano abbiamo costruito un vero palazzo della medicina e chirurgia estetica con sale operatorie e assistenza 24 ore, una novità che il pubblico social e non ha accolto con entusiasmo”;

Prima di salutarci, ci sveli un segreto di bellezza che non ha età.

“Non dimenticate mai di struccarvi e di mettere una crema idratante, se contiene principi anti età è ancora meglio”.

 

 

Print Friendly