Intervista a Mister Cristiano Gagliarducci della Lupa Castelli Romani

0
2216
Il ds fabio iengo ed il mister Cristiano gagliarducci della lupa castelli romani
Il ds Fabio Iengo ed il mister Cristiano Gagliarducci della Lupa Castelli Romani
Il ds fabio iengo ed il mister Cristiano gagliarducci della lupa castelli romani
Il ds Fabio Iengo ed il mister Cristiano Gagliarducci della Lupa Castelli Romani

Abbiamo ascoltato le parole del Mister Cristiano Gagliarducci che alla guida della Lupa Castelli Romani sta dominando il campionato d’eccellenza al di là del pareggio interno di domenica 9 febbraio contro il Borgo Podgora. Un’annata di grandi soddisfazioni che ci è stata raccontata a quasi due terzi del suo cammino dall’allenatore che ha analizzato con noi i reparti della rosa e ci ha spiegato le prospettive presenti e future della squadra.

Come va l’annata. Al di là dei risultati sportivi?

“Il campo dice sempre altre cose rispetto alle attese, nel caso della Lupa Castelli Romani rispetto a quello che pensavo all’inizio della stagione siamo oltre le aspettative. Grazie a tutti ai ragazzi, ai dirigenti e a me le attese sono state più che rispettate, quando fai 17 vittorie e 4 pareggi. Non c’è tutta la semplicità che dicono i risultati e la classifica”.

 

Come si riesce a mantenere l’attenzione durante un periodo di vittorie consecutive, a motivare questi ragazzi?

“E’ la cosa più difficile, però bene o male riesco a dare loro le giuste motivazioni, facendo in modo che siano sempre concentrati. Forse è una mia dote, forse è una delle poche doti vere che ho”.

 

Quali sono le prospettive, al di là dell’obiettivo della serie D?

“Questo è un grande gruppo per l’eccellenza, per la serie D qualche rinforzo sarebbe necessario, anche se questa squadra potrebbe disputare un discreto campionato anche nella serie superiore. Ci sono ragazzi di valore, ma è un gruppo giovane con 7-8 grandi, e in un campionato di serie D servirebbero altri ragazzi di esperienza. Comunque prima pensiamo a conquistare sul campo la promozione e poi ci occuperemo con la società di rinforzare la rosa”.

 

Analizzando reparto per reparto, ci parla della rosa che allena?

“I portieri hanno fatto un miglioramento importante. Sono giovani e grazie al preparatore Roberto Mancinelli, un ex portiere professionista, sono molto migliorati guadagnandosi un bel sette in pagella, partendo da un cinque. La difesa è la meno battuta del torneo, è un reparto molto affidabile guidato da giocatori come Marco Paolacci e Francesco Colantoni, un lusso per la categoria. Con loro ci sono giovani di valore che si sono integrati molto bene. A centrocampo ci sono giocatori di qualità come Emanuele Mancini o Fabrizio Antonini, e insieme a loro sono cresciuti giovani come Loris Traditi e Valerio Copponi che sono migliorati tantissimo. Un reparto più che affidabile come l’attacco che ha fatto oltre sessanta goal, numeri che parlano da soli”.

 

Print Friendly, PDF & Email