Intervista post derby Cogianco-Rieti con Luizinho Brizzi

0
580
luizinhofotobocale
Luizinho (Foto Bocale)
luizinhofotobocale
Luizinho (foto Marco Bocale)

Ha sbloccato il derby contro segnando il più classico dei gol degli ex, quello appunto che ha aperto le marcature, in una partita che poi di gol ne avrebbe regalati altri sei. Gol che si sommano alle tante emozioni offerte al pubblico del PalaCesaroni come sempre accade quando in campo ci sono, una di fronte all’altra, Cioli Cogianco e Real Rieti.

LUIZINHO – La soddisfazione sul volto di Luizinho Brizzi a fine gara è più che evidente: la squadra ha fatto vedere ottime cose vincendo il sesto derby su sei in stagione (due volte con Futsal Isola e Real Rieti, una con Latina e Lazio in attesa dei match di ritorno), lui, tornato nel mercato di dicembre proprio dal Rieti, sta dando seguito alle sue belle prestazioni, impreziosite fino ad ora da 5 reti in 5 presenze.

“Voglio fare i complimenti a tutta la squadra che ha lottato su ogni pallone, sapevamo che la partita con il Rieti sarebbe stata difficile e secondo anche qualche errore degli arbitri l’ha resa più complicata. Comunque è sempre un derby e loro sono forti, sono stato lì ed anche se il momento non è buono restano una squadra fortissima, in ripresa dopo aver vinto due partite, ma siamo riusciti a fermarli”.

A circa 12 minuti dal termine nel secondo tempo, il bonus di 5 falli della Cogianco era già esaurito. In una gara così tirata, quanto incide questo?

“Diventa difficile perché in qualche modo devi limitarti nei contrasti e nella pressione, però siamo stati veramente bravissimi a gestire la partita in tutti i 40 minuti e la vittoria è stata meritata, quindi di nuovo complimenti a tutti, sono veramente orgoglioso di questa squadra che non molla mai. Ora bisogna proseguire così tutta la settimana per arrivare alla prossima partita, difficilissima, contro il Kaos, nel miglior modo possibile”.

Una vittoria importante e meritata, arrivata anche grazie alle parate determinanti di un esordiente: Andrea Basile. Dopo quelli generali, per lui i complimenti sono d’obbligo:

“Noi abbiamo fiducia in tutti i giocatori della squadra, lui pur non essendosi allenato al meglio per qualche problema alla caviglia ed alla mano, in partita ha dimostrato di essere un grande portiere. Gli applausi ed i complimenti sono tutti meritati”.

Print Friendly, PDF & Email