Italia dei Diritti critica sulla riapertura del corso di Ariccia

Lo afferma Mirko Velletrani responsabile Idd di Ariccia

0
760
Ponte Ariccia
Il ponte di Ariccia collega la città dei Castelli Romani con la vicina Genzano di Roma

Italia dei Diritti parla il responsabile del movimento di Ariccia Mirko Velletrani: “il corso di Ariccia è stato riaperto al traffico veicolare ma le attività commerciali continuano a chiudere “.

“Come da programma elettorale la giunta Di Felice ha riaperto ormai da qualche mese il corso di Ariccia al traffico veicolare riprogrammando la circolazione sul tutto il centro storico ariccino. Ma se questo voleva essere un incentivo per la ripresa del commercio ad Ariccia, allora si è rivelato un vero e proprio flop – spiega il coordinatore ariccino del movimento politico nazionale Italia dei Diritti Mirko Velletrani -. E’ avvilente passeggiare per il centro di Ariccia e trovare sulle serrande chiuse dei locali commerciali i cartelli affittasi in ogni dove, se riaprire il corso significava per l’amministrazione ridare slancio al commercio locale, bè devo dire che ha sbagliato. Addirittura – continua Velletrani – gli esercizi commerciali continuano ad abbassare le serrande definitivamente come nel caso di un bar di corso garibaldi”. Il movimento Italia dei Diritti si è sempre dichiarato contrario alla riapertura al traffico di corso Garibaldi “ così abbiamo tolto ai cittadini di Ariccia la possibilità di vivere a pieno la città – continua Mirko Velletrani –  con il corso chiuso si poteva passeggiare tranquillamente e senza problemi, le attività commerciali potevano arredare la zona appena fuori il proprio negozio e nei week end grazie al mercatino prendeva vita adesso invece passare a piedi lungo il corso è diventato addirittura pericoloso tant’è che si è dovuti ricorrere a dossi artificiali, senza contare poi che le auto sostando selvaggiamente sui camminamenti pedonali ostruiscono la strada ai passanti”. Secondo il coordinatore del movimento di De Pierro quindi la riapertura del corso ariccino non ha portato alcun beneficio alla città .“ Assolutamente no, abbiamo aspettato a dare un giudizio sulla riapertura di corso Garibaldi proprio per vedere se i fatti davano ragione a questa iniziativa – prosegue Velletrani – ma al momento non mi sembra sia così, anche perché il corso è diventata una strada di passaggio, non bastano infatti secondo me dieci parcheggi a far si che la gente si fermi per fare acquisti presso gli esercenti del centro che trovano sempre più difficoltà ad andare avanti. Vediamo dopo gli interventi di ripavimentazione del corso cosa succederà, se l’amministrazione continuerà su questa strada o riconsegnerà il corso ai cittadini di Ariccia. Noi riteniamo sia più opportuno – conclude Mirko Velletrani – ritornare alla pedonalizzazione di corso Garibaldi e magari trovare altre soluzioni per rilanciare il commercio Ariccino e far si che il corso diventi punto di aggregazione non solo per gli Ariccini ma anche per i turisti che soprattutto nei fine settimana si riversano nella nostra città” conclude la nota.

Print Friendly, PDF & Email