Ivan Boccali sulla gestione dei rifiuti a Ciampino

0
797
Ivan Boccali_2_non_pubblicare
NON PUBBLICARE Ivan Boccali - consigliere comunale di Ciampino per Gente Libera
ivan boccali_2
Il consigliere comunale e candidato sindaco di Ciampino Ivan Boccali

POLITICA – “Voci allarmate si inseguono sui social network – dichiara in una nota il consigliere comunale e candidato Sindaco di Ciampino Ivan Boccali – sul reale destino delle immondizie dei ciampinesi. Secondo molti, infatti, Ambiente non rispetterebbe affatto la differenziazione dei materiali raccolti. Da tempo sollevavamo dubbi sull’efficacia del porta a porta, che tanto caro costa ai ciampinesi in termini di impegno e di denaro. Di questi giorni le voci che i nostri rifiuti verrebbero raccolti da Ambiente Spa, partecipata che gestisce il servizio, in maniera del tutto indiscriminata. Altro che capillare distinzione dei materiali – continua Boccali – altro che riciclo, alla resa dei conti dalla ditta viene semplicemente fatta di tutta l’erba un fascio. Incolpevoli gli addetti alla raccolta, impotenti di fronte alle disfunzioni gestionali dei vertici aziendali. Per questi ultimi oltre il  danno di anni di gestione clientelare del personale, la beffa di vedersi additati dai cittadini quali responsabili del misfatto. Ed eccoli in concreto i riflessi negativi del sistema malato sul quale sono nate e prosperate, si fa per dire, le famigerate aziende pubbliche a Ciampino, entrambe sull’orlo della bancarotta. Porti franchi in cui collocare parenti e amici vicini alla Maggioranza in qualità di amministratori e dispendiosi consulenti, il triste trionfo del nepotismo sulla meritocrazia. Con risultati devastanti: alla luce dei fatti – conclude la nota del leader della lista Gente Libera – il meccanismo della differenziata non ha mai funzionato, rivelandosi fin dal principio farraginoso e contorto, oltre che evidentemente inapplicabile alla nostra realtà. Questo grazie ad un’organizzazione orchestrata da parte della dirigenza con modalità approssimative e frettolose ai limiti dell’incompetenza, causa di disagi che ricadono oggi non solo sui ciampinesi presi in giro, ma anche sugli stessi lavoratori di Ambiente, parte di un meccanismo perverso nel quale non si riconoscono’.

Print Friendly, PDF & Email