E’ Jessica Scano il nuovo centrale dello Sporting Pavona

0
1313
scano
Jessica Scano centrale dello Sporting Pavona
scano
Jessica Scano centrale dello Sporting Pavona

In attesa della sfida casalinga contro la prima della classe di domenica prossima, Sporting PAVONA APRE le porte della palestra Terzo Millennio di Castel Gandolfo ad una new entry nel parco giocatrici a disposizione di mister Fabrizio Trivelloni. Si tratta di Jessica Scano, 22anni, prestante centrale che arriva da Cine Città. Non ostante la giovane età, la grinta non fa difetto a Jessica, e ciò traspare già dai primi allenamenti svolti con le compagne, e dalle parole a caldo che abbiamo raccolto subito dopo la formalizzazione del suo tesseramento alla corte di Sporting Pavona.

“Gioco a pallavolo da 10 anni e sono stata sempre nella stessa società – spiega Jessica – per scelta, perchè ho sempre creduto che il rapporto di lealtà con le mie compagne e con la società venisse prima di tutto. Ho deciso di trasferirmi alla fine della scorsa stagione, perchè molte delle mie ex compagne avevano cambiato, ed in un certo senso – continua Jessica Scano – era venuto meno quel vincolo a cui mi sono legata per gli anni precedenti. In estate ho provato con molte società, ma poi alla fine, quando avevo quasi perso le speranze di poter giocare ancora è arrivata l’opportunità di Sporting Pavona. L’ho scelta subito, perchè subito mi sono trovata a mio agio, con l’allenatore, la società e le compagne di squadra. Non ostante siano solo due allenamenti che svolgo con loro sono stata accolta come una veterana. Conoscevo le mie attuali compagne come giocatrici avendole affrontate da avversaria la scorsa stagione, mentre personalmente conoscevo già Serena Di Rollo, che, apprezzo e stimo anche fuori dal campo. Visto il così breve periodo in cui mi alleno con Sporting non mi sento di dare giudizi tecnici o entrare troppo nel merito del gioco, però posso dire che il gruppo mostra un alto senso etico. Per quel che mi riguarda – conclude la giovane centrale romana – penso solo a trovare la mia forma migliore il prima possibile, superando un piccolo problema al braccio che mi da qualche noia, per potere rendere al meglio dando sempre il massimo in campo”.

Una ragazza dalle idee chiare, che non ostante la giovane età mostra una sicurezza ed una voglia che senza dubbio potranno dare una scossa positiva alll’ambiente Sporting, già in crescita durante tutta questa prima fase di torneo di Serie C.

Print Friendly, PDF & Email