La Barbuta, Palozzi e Boccali attaccano il sindaco Marino e l’Amministrazione di Ciampino

0
891
labarbuta
Campo nomadi La Barbuta
labarbuta
Campo nomadi La Barbuta

Infuriano le polemiche a Ciampino per la situazione al campo rom La Barbuta. Il coordinatore provinciale di Forza Italia Adriano Palozzi, consigliere regionale del partito di Silvio Berlusconi alla Pisana invita l’assessore romano Maurizio Pucci, titolare dell’assessorato ai Lavori Pubblici, ad interloquire con il sindaco di Roma Capitale Ignazio Marino sulla “gravità di una questione sociale potenzialmente esplosiva”. Il vicepresidente della commissione Ambiente presso la Regione Lazio incalza l’assessore, che aveva promesso di consegnare una relazione al Prefetto sui fatti del 21 luglio presso La Barbuta: “Pucci la relazione la consegni all’indifferente Marino”

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa:

“Oltre ai soliti roghi tossici, è assolutamente grave quanto accaduto ieri al campo rom La Barbuta, dove un volontario della protezione civile è rimasto ferito a causa della fitta sassaiola, che sarebbe stata perpetrata da alcuni residenti dell’insediamento. Nell’esprimere la totale vicinanza al volontario, non posso che condannare il vile e becero gesto, concretizzatosi ieri sera. Purtroppo lo avevo anticipato e sono stato facile profeta: la tensione sociale intorno al villaggio della solidarietà monta giorno dopo giorno. E l’indifferente sindaco Marino questo fatica a capirlo. Per tale ragione il fido assessore Pucci, che si è detto pronto a consegnare una relazione al Prefetto sui fatti de La Barbuta, ne facesse una copia pure per il primo cittadino, che continua a non comprendere l’inaudita gravità di una questione sociale potenzialmente esplosiva”. Così il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Ambiente, Adriano Palozzi.

Scontri alla Barbuta martedì 21 luglio, il consigliere comunale ed ex candidato sindaco di Gente Libera a Ciampino Ivan Boccali è categorico: ‘Si intervenga prima che ci scappi il morto’.

Riceviamo e pubblichiamo il suo comunicato stampa:

“Lunghi momenti di tensione ieri (martedì 21 luglio ndr) a Ciampino – esordisce così nella nota Boccali – nei pressi del Campo Nomadi della Barbuta. Un gruppo di ciampinesi, per scongiurare l’ennesimo falò, ha cercato di impedire ad alcuni ospiti del Campo di rifornirsi di benzina nella vicina stazione di servizio. Gravissima la reazione di uno dei Rom, che ha addirittura tentato di investire con la propria auto un cittadino. Un nutrito drappello proveniente dall’insediamento si è poi minacciosamente avvicinato, facendo oggetto di una fitta sassaiola i mezzi della Protezione Civile sopraggiunti sul luogo. Per la prima volta si è giunti allo scontro fisico, chiaro sintomo di uno stato di estrema esasperazione. ‘La misura è colma’ – dichiara allarmato il Consigliere di Gente Libera Ivan Boccali – ‘siamo ad un passo dalla guerriglia urbana e nessuno muove un dito per risolvere la questione. Il Sindaco ci ha di recente riferito i ringraziamenti del Prefetto di Roma sulla gestione del Campo: facile ringraziare chi si fa carico dei problemi altrui. L’episodio di ieri non è che la punta dell’iceberg di un disagio che ha radici profonde. Microcriminalità, fuochi pestilenziali, accattonaggio selvaggio, degrado: queste le conseguenze di uno stanziamento provvisorio da oltre vent’anni. E proprio di questi giorni le voci insistenti di un ulteriore incremento della popolazione dell’insediamento. Notizia questa della quale sto chiedendo conto al Primo cittadino e che, qualora si dimostrasse fondata, rischierebbe davvero di far esplodere una situazione già al limite. Dopo l’aumento dei rifugiati’ – conclude Boccali – ‘un aumento dei Nomadi appare francamente una provocazione. Piuttosto l’Amministrazione faccia sentire tutto il suo peso politico e risolva una volta per tutte la questione Nomadi a Ciampino. Prima che la schiera degli indignati si ingrossi e i cittadini tentino di risolvere da soli, magari malamente, il problema”.

Print Friendly, PDF & Email