La comunità di Marino si unisce per festeggiare il patrono San Barnaba

0
1231
San Barnaba
San Barnaba patrono di Marino
San Barnaba
San Barnaba patrono di Marino

C’è tutto il cuore della Marino che non vuole rinunciare alla sua storia, alla sua fede, alla sua spiritualità e alle tradizioni della sua cultura nella sentita festa patronale in onore di San Barnaba Apostolo in programma nel centro storico per martedì 11 giugno prossimo. E’ proprio quello, infatti, il giorno che la Chiesa dedica al ricordo dell’apostolo cipriota solidale di San Paolo.

La manifestazione è promossa dall’Amministrazione comunale tramite gli assessorati alla Cultura e alle Attività Produttive guidati da Arianna Esposito e Giuseppe Bartolozzi, in collaborazione con la Parrocchia di San Barnaba Apostolo.

Momento di incontro per la comunità che, unita, rende omaggio al proprio Patrono, l’appuntamento ruota, naturalmente, intorno alla cerimonia religiosa che vede, nella Basilica Collegiata di San Barnaba, la solenne Celebrazione Eucaristica (ore 18.30) officiata dal vescovo della Diocesi di Albano, monsignor Marcello Semeraro nella quale avviene l’offerta dei ceri votivi da parte dell’Amministrazione comunale. A seguire (ore 19.30) la Processione con la Reliquia del Santo Patrono che vede la partecipazione delle Confraternite e del Concerto Filarmonico «Enrico Ugolini».

La tradizione storica e culturale legata al festeggiamento del santo patrono della comunità di Marino, inizia alle ore 9 in viale Massimo D’Azeglio, con l’inaugurazione della tradizionale Fiera delle Curiosità. Alle 10 in corso Trieste «Tu che nel ciel beato sei», la novità di quest’anno, il tappeto in erba ecologica nel percorso del quale sei artisti dell’ Accademia Catrimeniense realizzeranno opere pittoriche in onore di San Barnaba Apostolo. Il tutto armonizzato dal Festival degli Artisti di Strada (mimi, giocolieri, spettacoli di bolle di sapone etc) e dalla presenza di Statue Viventi Barocche. Le opere originali che, l’Accademia Castrimeniense, realizzerà in forma estemporanea a corso Trieste, saranno visibili nella mostra allestita nell’ Info Point del Sottopasso di Palazzo Matteotti.

Sempre alle 10, ma nella suggestiva Cappella del Gonfalone interna alla Basilica, l’inaugurazione della Mostra di Antiquariato di Arte Sacra a cura di Anna Antichità con dipinti dal ‘500 al ‘700, reliquiari, incisioni, candelabri e tanto altro. Alla stessa ora in piazza San Giovanni avrà luogo l’evento organizzato da «UNITRE» dal titolo «Le tre età si incontrano alla luce del Santo» che vede l’esposizione di laboratori di pittura, decorazione porcellana, scultura del legno e fotografia realizzate dai soci dell’ Accademia marinese che rappresenta e annovera le tre età della vita.

Alle 10.30 la Sala Lepanto – Mak Film La casa degli Autori, ospiterà la presentazione del libro «Un obiettivo…per sette storie. Il mondo sconosciuto delle artiste di strada» di Ada Fichera e Martina Nasini con l’inaugurazione della mostra fotografica a cura della casa editrice LITOS di Roma.

Alle 11, in vicolo Giunio Bruto 10, la «Visita in grotta» a cura del Centro culturale Valorizziamo i Castelli Romani. Alle 18 la Passeggiata musicale per le vie cittadine del Concerto Filarmonico «Enrico Ugolini» diretto dal M° Carmine Scura. Dopo la Santa Messa e la Processione Solenne, alle 21 il concerto delle eccellenze scolastiche in piazza San Barnaba dal titolo «Giovani Armonie per il Santo Patrono» con la partecipazione delle Scuole del territorio: Coro di Voci Bianche della Scuola Maestre Pie Venerini diretto dal M° Stefano Terribili – Coro e Flauti dell’istituto «Nostra Signora di Betlem» diretti dal M° Mario Alberti – Percussioni e danze dell’istituto comprensivo «Primo Levi» coordinati dalla prof. Rosita Pace in collaborazione con il multipercussionista Michele Martino che suonerà con i ragazzi – Orchesta Giovanile «Giacomo Carissimi» dell’istituto comprensivo «Marino Centro» coordinata dal M° Lucilla Anselmi.

Il tutto mentre il Museo Civico «Umberto Mastroianni» promuoverà l’iniziativa «I culti di Marino da Santa Lucia a San Barnaba», visite guidate gratuite con apertura straordinaria delle Chiese del SS. Rosario e di Sant’Antonio. (Orari 10-11-12-15-16-17  – info 069385681). In occasione della festa del Santo Patrono gli uffici comunali rimarranno chiusi.

«E’ un momento importante capace, come ogni anno, di interessare e commuovere la comunità intera – afferma il vice sindaco Fabrizio De Santis –. Un appuntamento nel quale il richiamo al senso di appartenenza è molto forte. Per tutti noi, ancora una volta, occasione per ritrovarci, uniti, nella nostra Basilica, il luogo di devozione e raccoglimento custode della reliquia del Santo Patrono. Una festa della nostra tradizione e cultura capace, ogni anno di più, di trasformarsi in occasione di incontro e condivisione dei valori e dell’unità del territorio, vista la sempre numerosa presenza di rappresentanti delle Istituzioni a tutti i livelli, delle Forze dell’Ordine, degli esponenti del mondo imprenditoriale e associazionistico e dei tantissimi cittadini che non intendono mancarla. Una ricchezza unica, in termini di solidarietà e umanità che si trasforma in emozione».

«La festa in onore del Santo Patrono Barnaba che, insieme a Santa Lucia, è stato eletto a protezione della nostra città – aggiunge l’assessore alla Cultura Esposito – è un valore che, custodito nel tempo dai nostri padri, racconta la nostra storia, affermando sempre di più la nostra identità. Quella di una comunità dalla tradizione salda, fondata sulla forza e semplicità delle azioni quotidiane, operose e ricche di sentimento, sulle quali ha fondato il suo futuro. Una ricchezza che, nel rispetto della storia, l’Amministrazione intende conservare viva. Fondamentali, per tale finalità – sottolinea – le relazioni costruite e gli attestati di solidarietà giunti dagli imprenditori del territorio che, con il loro intervento a protezione di un valore comune, sono intervenuti a sollevare totalmente le casse comunali dall’impegno economico. Per testimoniare come le risposte che, nell’unione di intenti, la comunità può dare alla comunità, permettano di oltrepassare quei limiti che, da soli, non sarebbe possibile superare. Un grazie – conclude – a tutti quelli che tra sostenitori, organizzatori, tecnici e uffici comunali, hanno contribuito a far sì che il nostro progetto ambizioso, quello di un giorno dedicato a San Barnaba ricco eventi come quelli in programma, tutti in linea con il senso religioso e di spiritualità del territorio, divenisse realtà».

Di occasione nella quale il territorio esprime le sue potenzialità rappresentando se stesso in tutte le fasce di età parla l’assessore alle Attività Produttive Bartolozzi, evidenziando come sia eccezionale che, in un solo giorno, Marino, in nome del suo Santo Patrono, sia capace di mostrarsi in tutte le sue espressioni. «Sono quattro le mostre che, in contemporanea – dice – saranno allestite a rappresentare le diverse fasce d’età e le proprietà artistiche del territorio. Suggellate dalle esibizioni musicali dei giovanissimi delle nostre scuole che offriranno il meglio della loro capacità. In una vivacità di colori e voci e canti che trasformeranno il centro storico in un teatro di altri tempi. Lodevole – afferma ancora – il concetto di solidarietà messo in atto da tutti quelli che hanno inteso scendere in campo in nome della loro città, la nostra città. Ciò che conta davvero per raggiungere risultati, e lo abbiamo dimostrato in più occasioni, è l’unione e la partecipazione. E per San Barnaba a dare il loro contributo partecipativo, a tutti i livelli, saranno quasi cinquecento persone. Il mio grazie e quello dell’Amministrazione a tutti loro» conclude.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email