La IV edizione del Presepe Vivente ad Ariccia

La IV edizione del Presepe Vivente grazie all'associazione Amici per Caso e al sostegno del Sindaco Di Felice, della sua Giunta e delle parrocchie di Ariccia e Galloro

0
145
presepe_vivente_ariccia_19_20
IV edizione Presepe Vivente Ariccia

L‘associazione “Amici per Caso ” prosegue la tradizione del Presepe Vivente ad Ariccia giunta quest’anno alla IV edizione, con il sostegno del Sindaco Roberto Di Felice, e la sua Giunta, le Parrocchie del territorio di Ariccia e Galloro, e il Parroco Don Gianni Masella.
L’evento come gli anni passati sarà realizzato nella suggestiva location di Parco Chigi dimora Barocca di una delle più grandi Casate Papali Italiane, dall’imbrunire in poi dove gli organizzatori hanno allestito un vero e proprio villaggio che permetterà di vivere le magiche atmosfere natalizie dell’epoca. Luogo, animali, persone alla luce delle fiaccole assumono una dimensione di favola, dando a questa cittadina il fascino proprio di un mondo incantato. Certo, per i promotori, il Presepe vivente, non è una pura rappresentazione, ma un immergersi per qualche ora nel mistero. Nel mistero di Dio e di Cristo e, poi, nel mistero di una civiltà che, pur economicamente più povera della nostra, ha la ricchezza che scaturisce da Betlemme. I personaggi e i luoghi parlano e testimoniano tutto questo. Si incontrano uomini e donne, giovani e bambini conquistati da questo mistero e capaci di riproporre il tessuto quotidiano dei nostri padri, fatto di gioie e dolori, speranze ed illusioni. Si incontrano figuranti che ricostruiscono le scene relative agli avvenimenti più noti riguardanti la nascita del Bambino Gesù. Tutto è pieno di fascino… e la Capanna della Natività, impone a tutti silenzio e meditazione, alla luce dello stupore generato dal trovarsi di fronte all’Amore e alla Vita. In tutti, all’uscita, si coglie, negli occhi, sorpresa, meraviglia e gioia, sentimenti che, forse, non sono più, poi, così abituali. Un ringraziamento particolare gli organizzatori lo riservano al Sindaco Roberto Di Felice, alla sua Giunta, che ha fortemente voluto questo evento e convogliato tutte le forze per permettere che il “Presepe Vivente” resti un riferimento della tradizione popolare. Le date delle rappresentazioni sono le seguenti: il 26 Dicembre 2019 e il 6 Gennaio 2020 realizzato da adulti e 29 Dicembre 2019 realizzato da bambini. L’ingresso è gratuito.

Ariccia, migliaia in fila per vedere il presepe vivente: si replica il 29 Dicembre 2019 realizzato solo da Bambini

presepe_vivente_ariccia
Presepe Vivente Ariccia

27 dicembre h.14:25 – Folla di visitatori, giunti da ogni parte dei Castelli Romani e da Roma, per il primo appuntamento del “Presepe Vivente – La Comunità si fa Presepe”. L’esperienza, ormai quadriennale, dell’evento su impulso del Sindaco Roberto Di Felice, e l’entusiasmo dell’Associazione “Amici per Caso”  ha coinvolto un centinaio di figuranti. La regia era a cura del Maestro Giacomo Zito e Luigi Criscuolo.  Con la scenografia suggestiva di  Palazzo e Parco Chigi, definito dallo scrittore Stendhal nel 1827 il parco più bello del mondo e riprodotto tra ‘700 e ‘800 in numerose incisioni e quadri, è stata ricostruita la scena della Natività con Giuseppe (Giuseppe Falzone), Maria (Ilaria Bianchi), Gesù Bambino, il bue e l’asinello, con sottofondo di musica e voci narranti, anche in dialetto Ariccino. Ai lati le scene di vita di lavandaie, contadini, filatrici e  pastori, le botteghe degli artigiani (fruttivendolo, caldarrostaio, panetteria, fabbro, norcino mercante di stoffa, casaro) hanno reso ancora più suggestiva l’ambientazione. Un’esperienza, quella del Presepe Vivente, che nasce dalla volontà dei cittadini di Ariccia di mantenere vive le proprie tradizioni- I testi erano a cura di Cristian Alera, Luigi Criscuolo e Ovidio Bianchi Le scenografie sono state realizzate da Mario Basili,  Bruno Fortini, Claudio Pennazza, Ovidio Bianchi, Ennio Giletti, Aldo Fortini, Vittorio Fortini, Claudio Lena, Francesco Pesce, Enrico Indiat Luci e fonica  realizzati da Riccardo Taddei.

Figuranti:

Alessandra Leopardi; Angela Butera; Alessandra Gentile; Alvaro Malcotti; Antonella Pezzi; Aldo Fortini; Alessandro Giannini; Alberto Cavallari; Barbara Manzetti; Bruno Fortini: Claudio Lena; Claudio Pennazza; Claudia Perciballi; Cristina Argentati;  Fabio De Santis; Ennio Giletti; Giorgio Mastrogerolamo; Giorgio Maggi; Giuseppe Falzone; Giuseppe Visingardi; Elisabetta Fabiani; Franco Bernardi; Francesco Pesce; Federico Gigli; Gaetano la Rosa; Ilaria Bianchi; Ivana Ereno; Ilaria Baldi;  Lucia Bernardini; Massimo Cannella; Maria Perciballi; Mario Basili; Maria Grazia Velletrani; Mauro De Angelis; Maurizio Biribi’; Mawanzia Belinda Wansa; Mariangela De Tora; Ovidio Bianchi; Patrizia Spaziani; Patrizia Simeoni; Roberta Gori; Sofia Frezza; Santino Parente; Sonia Bonilla; Stefano Bottaro; Valerio Sartori; Vittorio Fortini; Zoila Sarrmiento;

Con i Bambini;

Alessandro Cannella; Arianna Cannella;  Alessio Pulitani; Alessio Ticconi; Anita Fortini; Emma Maria Ragnetti; Elisa Procoli; Elena Manna; Francesco Leoni; Fiordaliso Moretti; Giulia Cannella; Gabriele Germoni; Giulia Polidoro; Giulia D’angelo; Jacopo Giuliani; Jacopo Melissari; Luca Ferraro;  Lorenzo de Santis; Lorenzo Manna; Matteo Masotti; Marco Fioreti; Matteo Sbordoni;  Roberto Fortini; Rosanna Londi; Matteo Venturi; Sara Billeci; Simone Cavallari; Sofia Senesi; Simone Bernardi; Vania Billeci; Valerio Benassi.

Prossimo appuntamento è il 29 Dicembre 2019 realizzato solo da bambini con ingresso gratuito in via dell’Uccelliera.

Presepe Vivente, l’appuntamento di domenica 29 dicembre ad Ariccia con la rappresentazione figurata con protagonisti unicamente i bambini

presepe_vivente_ariccia_bambiniG_5203
Presepe Vivente di Ariccia, il 29 dicembre è la volta della rappresentazione dei bambini

30 dicembre h.13:40 – “Ancora forti emozioni sono state protagoniste nella serata ariccina di ieri (domenica 29 dicembre ndr) che ha visto messo in scena il Presepe Vivente in una speciale versione dedicata solo ai bambini. Un’altra scommessa vinta dai volontari dell’associazione “AMICI PER CASO”, che ormai da quattro anni anni mettono in scena il presepe vivente e che ha visto solo pochi giorni fa, il 26 dicembre, migliaia di partecipanti accorsi da tutti i Castelli Romani, ma anche dall’hinterland della Capitale, per quello che ormai è diventato un vero appuntamento con la tradizione, al quale prendere parte nei giorni dedicati alle festività natalizie. Ieri (domenica 29 dicembre ndr) i veri protagonisti della rappresentazione, con la quale si sono rievocati gli avvenimenti riguardanti la nascita del bambino Gesù così come narrata dai Vangeli, sono stati circa 40 bambini dai 4 agli 11 anni che, oltre a vestire i panni dei personaggi principali quali Maria e Giuseppe, i Magi e gli angeli, hanno anche fatto rivivere e animato le botteghe di un tempo, nella ricostruzione del villaggio di Betlemme, con i mestieri della nostra tradizione, in una fortissima operazione di riscoperta del folclore contadino e rurale, vocazione naturale dei nostri amati Castelli Romani. Tutto curato nei minimi particolari, dai vestiti dell’epoca cuciti su misura da sapienti mani volontarie, agli attrezzi originali di un tempo recuperati e messi a disposizione per rendere tutto ancora più realistico, e far vivere allo spettatore, che poi passeggiando nel villaggio e avvicinandosi alle botteghe, diventa anche lui protagonista, la vera atmosfera delle botteghe artigiane di un tempo. La presenza di molti animali ha affascinato tutti i presenti, sia i figuranti che quelli accorsi ad assistere allo spettacolo: il bue, l’asinello, le caprette, le pecorelle, le galline e i maialini, anche loro bravissimi “attori” dal talento naturale. La purezza e le semplicità che caratterizzano i bambini hanno reso ancora più tangibile per tutti il vero messaggio che il presepe vuole riproporci ogni anno: è solo guardando alle cose semplici ed essenziali, come un bambino in una mangiatoia, che si riscopre il senso profondo della vita. E ciò diventa possibile solo se abbiamo occhi e cuore simili ai loro, capaci di guardare oltre, senza pregiudizi e sovrastrutture. La sapiente regia di Cristian Alera , le musiche e le luci ed infine, ma non di minore importanza, la splendida cornice del Parco di Palazzo Chigi hanno impreziosito il tutto, rendendo magica l’atmosfera della serata castellana. E come degna conclusione di uno splendido emozionante momento, una nota di dolcezza: cioccolato caldo  e dolci offerto a tutti, adulti e bambini. Insomma, grazie alla passione e all’impegno messo dai volontari nella realizzazione delle iniziative proposte e realizzate dall’associazione “Amici per caso”, sempre ottimi risultati. Cosa ci riserveranno nel futuro? Per ora l’invito per tutti è per la seconda replica di questa IV edizione che si terrà il giorno della Befana, il 6 gennaio, con tutti i figuranti, adulti e bambini, alle 17:30 sempre al parco di Palazzo Chigi. Ingresso gratuito ed emozioni assicurate”. Dichiarano gli organizzatori.

Un successo anche la replica del 6 gennaio

presepe_ariccia_6_gen_20
L’ultima replica del Presepe Vivente 2020 ad Ariccia il 6 gennaio

Non poteva sperare in conclusione migliore la IV Edizione del “Presepe Vivente – La Comunità si fa Presepe” promossa dall’associazione “Amici per caso” con il Patrocinio del Comune di Ariccia. Anche la replica del 6 gennaio 2020, dopo quelle del 26 e 29 dicembre, ha visto la partecipazione di un grandissimo numero di spettatori, oltre ogni aspettativa, forse più copioso di quello accorso nella festività di Santo Stefano. Circa 100 figuranti in costume, di tutti le età, hanno partecipato alla rievocazione e, nell’ambientazione di un villaggio dell’epoca, con case, stalle e botteghe, hanno creato l’atmosfera necessaria per far sentire gli spettatori immersi nella narrazione degli avvenimenti che tradizionalmente si legano alla nascita di Gesù.  Un dialogo tra due voci, una delle quali in dialetto ariccino, ha sapientemente guidato gli spettatori di scena in scena, grazie anche all’ausilio di musiche e luci, rendendo il tutto fortemente suggestivo. Gli spettatori sono stati invitati ad immergersi nel sogno del pastore dormiente, di animo semplice e pronto alla meraviglia e, per questo, capace di comprendere il vero senso del Natale. Suggestiva anche la scena del Re Erode che dall’alto del cortile del Palazzo Chigi, diventato per alcuni minuti il suo palazzo reale, incurante di quanto stesse accadendo nel suo regno, si lascia rapire nelle sinuose spire delle odalische. Insomma, una forte conferma di quanto la passione e la professionalità messe in campo dai membri di questa associazione, riescano a sorprendere ogni volta sia gli spettatori “affezionati” che i nuovi. Al termine della rappresentazione tutti i figuranti del Presepe Vivente, in costume e in corteo, hanno attraversato il paese e raggiunto il piazzale antistante il Comune di Ariccia per assistere alla discesa della Befana dal campanile dell’ex Chiesa di San Nicola, oggi Teatro Bernini. Una conclusione delle festività Natalizie piena di bellissime iniziative quella messa in campo ad Ariccia grazie all’indispensabile sostegno dell’Amministrazione Comunale. L’appuntamento per tutti è per il prossimo anno, con altre magnifiche proposte.

SI RINGRAZIA:

La  Protezione Civile: La  Fenice 2010

Il  Comitato Locale C.R.I:  Comuni Dell’Appia, per l’Assistenza Sanitaria

Guardie Zoofile e Ambientali; Accademia Kronos sez. Albano Laziale

Servizio D’ordine curato da: Claudio Costanzi; Claudio Ciarlantini; Filippo Soligo; Felice Ronca; Marco Maggi; Natascia Sisini;

La Polizia Di Stato

FIGURANTI

Alessandra Leopardi; Angela Butera; Alessandra Gentile; Alvaro Malcotti; Antonella Pezzi; Aldo Fortini; Alessandro Giannini; Alberto Cavallari; Barbara Manzetti; Bruno Fortini: Claudio Lena; Claudio Pennazza; Claudia Perciballi; Cristina Argentati;  Fabio De Santis; Ennio Giletti; Giorgio Mastrogerolamo; Giorgio Maggi; Giuseppe Falzone; Giuseppe Visingardi; Elisabetta Fabiani; Franco Bernardi; Francesco Pesce; Federico Gigli; Gaetano la Rosa; Ilaria Bianchi; Ivana Ereno; Ilaria Baldi;  Lucia Bernardini; Massimo Cannella; Maria Perciballi; Mario Basili; Maria Grazia Velletrani; Mauro De Angelis; Maurizio Biribi’; Mawanzia Belinda Wansa; Mariangela De Tora; Ovidio Bianchi; Patrizia Spaziani; Patrizia Simeoni; Roberta Gori; Sofia Frezza; Santino Parente; Sonia Bonilla; Stefano Bottaro; Valerio Sartori; Vittorio Fortini; Zoila Sarrmiento;

Con i Bambini:

Alessandro Cannella; Arianna Cannella;  Alessio Pulitani; Alessio Ticconi; Anita Fortini; Emma Maria Ragnetti; Elisa Procoli; Elena Manna; Francesco Leoni; Fiordaliso Moretti; Giulia Cannella; Gabriele Germoni; Giulia Polidoro; Giulia D’angelo; Jacopo Giuliani; Jacopo Melissari; Luca Ferraro;  Lorenzo de Santis; Lorenzo Manna; Matteo Masotti; Marco Fioreti; Matteo Sbordoni;  Roberto Fortini; Rosanna Londi; Matteo Venturi; Sara Billeci; Simone Cavallari; Sofia Senesi; Simone Bernardi; Vania Billeci; Valerio Benassi;

Lettori:  Alessandro Gemma; Cristian Alera;

Costumi realizzati dalle Signore:  Claudia Perciballi;  Leandra Iacucci; Marisa Fabi; Rosanna Marconi; Sira Borro; Valentina Pezzi, Cianfanelli Maria.

Coordinate da:  Maria Perciballi

Testi a cura di: Cristian Alera –  Luigi Criscuolo – Ovidio Bianchi.

Scenografia realizata da: Aldo Fortini; Claudio Pennazza; Claudio Lena; Enrico Indiati; Francesco Pesce; Ennio Giletti; Franco Bernardi; Giorgio Maggi; Marco Maggi;  Mario Basili; Ovidio Bianchi.

Public Relations e Grafica: Ovidio Bianchi

Luci e Fonica: Music And Sound

Riprese Video: Abbey Red Studio

Tecnico Fonica:  Daniele Ponzo

Per la Regia:  Giacomo Zito

Assistente Regia: Gino Criscuolo

Ballerina:  Nicoletta Valeri

Per gli Animali:  Azienda Furnari;

Allestimenti di Scena: Antonio Iazzetta; Edemondo Segrella; Giovanni Piersanti; Maurizio Cecchini; Alessandro Illuminati; Daniele Favale; Fabrizio e Olga; Vannetelli Formaggi; Mario Mammucari; Alessandro Biseglie.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email