La Marcia per la Salute e l’Ambiente a Ciampino

0
1132
piazza ciampino
Piazza della Pace a Ciampino
piazza ciampino
Piazza della Pace a Ciampino

Sabato 4 marzo si terrà a Ciampino la Marcia per la Salute e l’Ambiente promossa dalle associazioni e dai comitati cittadini impegnati a tutela e difesa del territorio.

Diamo spazio alle prese di posizioni di comitati ed esponenti politici che aderiscono all’iniziativa.

Iniziamo con il comunicato stampa del CRIAAC – COMITATO PER LA RIDUZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE DELL’AEROPORTO DI CIAMPINO sulla marcia per la Salute e l’Ambiente del 4 marzo a Ciampino:

“Il 4 marzo a Ciampino Marcia per la Salute e l’Ambiente. L’inquinamento aeroportuale in primo piano” – il Criaac introduce così la nota che riceviamo e pubblichiamo:

“In primo piano l’aeroporto è il suo tremendo carico inquinante di decine di tonnellate di cherosene bruciato che ogni giorno finiscono nei nostri polmoni.

Il Comitato CRIAAC di Ciampino aderisce alla manifestazione “Ciampino in Marcia per la Salute e l’Ambiente” e contro l’inquinamento. La marcia, che partirà alle 10.30 di sabato 4 marzo dal Parco Aldo Moro di Ciampino per raggiungere il Municipio della città, è promossa dalle associazioni cittadine Ciampino Bene Comune e Officine Civiche, con l’adesione, oltre che del nostro Comitato, di Legambiente Appia Sud ‘il riccio’ e di altre associazioni del territorio – dichiara il comitato.

L’intento degli organizzatori è dire basta allo smog e al sovraccarico del territorio, schiacciato da un enorme inquinamento, del quale l’aeroporto è una causa primaria.

Il 2017 è iniziato con l’ennesima emergenza smog per il nostro paese – continua il Criaac.

L’Italia ha fatto registrare da inizio anno livelli record di polveri sottili (PM10) e rischia anche una procedura d’infrazione Europea per l’inquinamento da biossido di azoto NO2.

In base alle centraline di Arpa Lazio, Ciampino, con il suo aeroporto che da anni opera fuori dai limiti, è uno dei posti – conclude così il Comitato per la Riduzione dell’Impatto Ambiente dell’Aeroporto di Ciampino – più inquinati del Lazio”.

Anche il consigliere comunale di Ciampino Gugliemo Abbondati, capogruppo di Sel-Tutta un’altra storia, annuncia una mozione per il PIO comunale e la sua partecipazione alla marcia:

“CIAMPINO, INQUINAMENTO ATMOSFERICO.

ABBONDATI (SEL): “UNA MOZIONE PER CHIEDERE IMMEDIATI PROVVEDIMENTI. SABATO IN MARCIA CON I CITTADINI PER LA SALUTE E L’AMBIENTE ”

“Il Consiglio comunale impegna il Sindaco e la Giunta ad adottare immediatamente tutti gli atti propedeutici e necessari alla predisposizione del Piano di Intervento Operativo (PIO) comunale, con le modalità di una progressiva attuazione dei provvedimenti da adottare in relazione al persistere o all’aggravarsi delle condizioni d’inquinamento atmosferico nel Comune di Ciampino e secondo le prescrizioni trasmesse  a tutti i Comuni dalla Regione Lazio il 20 dicembre scorso”.  La richiesta contenuta nella Mozione presentata dal Capogruppo di SEL-Tutta un’altra storia Guglielmo Abbondati che sarà discussa nella prossima seduta del Consiglio comunale di Venerdì prossimo, 3 marzo.

“La Direzione Regionale Ambiente e Sistemi Naturali – spiega Abbondati – ha comunicato nell’Ottobre scorso a tutti i Comuni del Lazio e quindi anche al Comune di Ciampino la nuova classificazione ai fini della qualità dell’aria ambiente. Ciampino poiché ricadente nella Classe 1, quella con più elevato grado d’inquinamento atmosferico
determinato dai superamenti dei limiti di legge degli inquinanti PM10 e NO2 (Biossido di azoto), avrebbe dovuto adottare subito provvedimenti più restrittivi previsti dalle Norme Tecniche del Piano Regionale di Risanamento della Qualità dell’Aria (PRQA)”.

“Dal divieto di circolazione nei giorni feriali degli autoveicoli più inquinanti, alla circolazione a targhe alterne per almeno due giorni a settimana nel periodo invernale, dalle domeniche ecologiche, al divieto di circolazione nella fascia verde, a tutti i veicoli merci superiore alle 3,5 t. Sono alcune delle misure obbligatorie che la Mozione richiama espressamente e che il Comune di Ciampino fino adesso ha totalmente ignorato. Inoltre – aggiunge Abbondati – il dispositivo della Mozione impegna direttamente il Sindaco a trasmettere entro il 31 marzo all’Area Conservazione e Tutela Qualità dell’Ambiente della Regione Lazio una relazione sull’attuazione delle azioni di contrasto all’inquinamento messe in atto”.

“Sabato prossimo – conclude Abbondati – parteciperò alla marcia per la salute e l’ambiente promossa da Officine Civiche e Ciampino Bene Comune, perché come recita l’appello lanciato dalle due  associazioni civiche i diritti alla salute e all’ambiente, se non tutelati e garantiti dalle istituzioni, vanno difesi in prima persona dalla comunità che vive ed abita questo territorio”.

Prende posizione anche il deputato Filiberto Zaratti, che preannuncia la sua presenza alla marcia per la salute e l’ambiente di Ciampino:

CIAMPINO, AMBIENTE. ZARATTI (Mdp): “SABATO PROSSIMO SARO’ ALLA MARCIA PER LA SALUTE E L’AMBIENTE ”

“Sabato prossimo sarò alla marcia per la salute e l’ambiente a Ciampino, promossa dalle associazioni e dai comitati cittadini impegnati a tutela e difesa del territorio”. E’ quanto comunica in una nota l’on Filiberto ZARATTI membro della Commissione Ambiente della Camera.

“Sono anni – dice Zaratti – che esiste una rilevanza di problematiche ambientali in questo territorio a causa di diverse tipologie d’inquinanti, cosa che impone alle diverse amministrazioni pubbliche di elevare il livello di attenzione a tutela della salute di questa comunità. Per questo – ricorda Zaratti – in passato mi sono impegnato per fare in modo che questo territorio fosse dotato d’idonei strumenti di monitoraggio ambientale e sanitario. Nel 2006 con l’installazione della centralina di monitoraggio dell’aria di Arpa Lazio, nel 2007 inserendo Ciampino nel programma di epidemiologia ambientale della Regione Lazio e poi nel 2008 con la costituzione del CRISTAL il centro regionale per l’analisi del rumore aeroportuale “.

“Ora – conclude Zaratti – dati ed analisi ambientali servono per avere un quadro tecnico scientifico della situazione, cui devono necessariamente far seguito politiche attive di contrasto e riduzione dell’inquinamento, cosa purtroppo non sempre avvenuta in questi anni visto l’acuirsi delle criticità ambientali denunciate dai comitati e dalle associazioni dei cittadini,  alle quali le istituzioni tutte devono dare riposte concrete”.

Aderisce anche il consigliereregionale Marta Bonafoni, ecco la sua nota stampa:

“Ciampino, Bonafoni (Si – Sel): “Aderisco alla manifestazione In marcia per la salute e l’ambiente”

Andare oltre le sporadiche misure restrittive quale il blocco del traffico e le targhe alterne ma adottare interventi emergenziali e programmati e predisporre i Piani di interventi operativi, come raccomandato dalla Regione Lazio ai Comuni. Sono queste le richieste alla base della manifestazione cittadina In marcia per la salute e l’ambiente, promossa dalle associazioni Officine Civiche e Ciampino Bene Comune, che si terrà domani  a Ciampino.

Si tratta di un’iniziativa importante, alla quale va per questo tutta la mia adesione, avvalorata dai risultati dei monitoraggi eseguiti dall’Arpa Lazio sulla qualità dell’aria nell’ultimo quinquennio.

Secondo i dati, il Comune di Ciampino risulta essere tra quelli con il più elevato grado d’inquinamento atmosferico, a causa del superamento delle sostanze inquinanti nell’aria PM10 e NO2 e dei livelli d’inquinamento acustico intorno all’aeroporto.

A distanza di anni, nonostante le ricadute sulla salute dei residenti, le proposte avanzate dai comitati e una recente petizione già sottoscritta da 160 cittadini per chiedere l’insediamento dell’Osservatorio Ambientale comunale, è tempo di approvare un piano di risanamento dell’aria e di contenimento dell’inquinamento acustico.

Per queste ragioni i cittadini scenderanno in piazza sabato, in difesa della salute pubblica e dell’ambiente, come beni comuni”.

E’ quanto afferma in una nota la consigliera regionale di Si – Sel, Marta Bonafoni”.

Print Friendly, PDF & Email