La mostra su arte a Roma negli anni settanta al Palazzo delle Esposizioni

0
1089
anni 70 arte a roma
Anni '70. Arte a Roma
anni 70 arte a roma
Anni ’70. Arte a Roma

Fino al 2 marzo al Palazzo delle Esposizioni, Anni ’70. Arte a Roma, una mostra che con quasi 200 opere di 100 autori italiani e internazionali celebra l’arte di un decennio e di una città. Un decennio controverso e ricco di avvenimenti, che dal punto di vista storico – artistico si situa  tra l’Arte Povera dei magnifici ’60 e la Transavanguardia degli sfolgoranti ’80. Una città, Roma,  immersa in una molteplicità di linguaggi e attitudini, tra gallerie e associazioni culturali che la rendevano teatro di sperimentazioni  per artisti di ogni provenienza. Sono questi gli anni in cui, oltre all’attività della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e dello stesso Palazzo delle Esposizioni, emergono alcuni  spazi “autogestiti” dagli artisti, come Gap, Jartrakor, La Stanza, S. Agata dei Goti, Lavatoio Contumaciale, o da gruppi femministi come la Cooperativa del Beato Angelico. Protagonisti e istituzioni che hanno offerto alla Città un frenetico calendario di mostre, performance, dibattiti, in un rapido succedersi di eventi che dava l’opportunità agli autori di verificare con immediatezza l’impatto della loro opera sul pubblico e garantiva un’assidua presenza internazionale. Molti, infatti, gli artisti che in questo decennio scelsero la Capitale come loro residenza o che vi soggiornarono ed esposero ripetutamente. La mostra, preceduta da ricerche e indagini di almeno due anni, testimonia proprio la convivenza e il dialogo tra elementi di natura diversa in un unico e identico scenario, cercando un equilibrio tra ricerca storica e interpretazione. L’Attico di Fabio Sargentini, La Tartaruga di Plinio De Martiis, La Salita di Gian Tomaso Liverani, gli Incontri Internazionali d’Arte fondati nel 1970 da Graziella Lonardi Buontempo e diretti da Achille Bonito Oliva, Gian Enzo Sperone e Konrad Fischer, Massimo D’Alessandro e Ugo Ferranti, sono solo alcune delle opere che arricchiscono il percorso espositivo, tutte realizzate o mostrate negli anni settanta a Roma e provenienti da collezioni pubbliche e private e in parte conservate dagli stessi artisti. Arte Povera, Scuola romana, Arte Concettuale, Postminimalismo, Pittura Analitica, Situazionisti, Anarchitecture, Narrative Art, Transavanguardia: un incontro polifonico tra ispirazioni e sensibilità diverse, intuizioni, discipline, pensieri che si incrociano sullo sfondo di una città attraversata da processi di cambiamento e lacerazioni storiche. Questo e molto altro in una mostra che non manca di offrire ai visitatori spunti di riflessione sul binomio arte – storia, al di là di classificazioni storicizzate.

Print Friendly, PDF & Email