La Polizia identifica gli autori di una rapina a Ciampino

La Polizia di Stato del Commissariato di Marino identifica e arresta gli autori di una rapina ai danni due giovani di cui uno minorenne a Ciampino

0
121
polizia
Polizia di Stato

Nella mattinata di venerdì (26 luglio ndr) gli uomini del Commissariato Marino, coadiuvati dagli agenti del Commissariato Lido, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, hanno tratto in arresto B.G. e V.M., rispettivamente di 56 e 52 anni, responsabili in concorso tra loro di rapina aggravata con l’uso delle armi ai danni di due ragazzi, di cui uno minorenne. La rapina era avvenuto nella serata del 15 luglio scorso in Piazzale Kennedy a Ciampino, nei pressi della Stazione Ferroviaria. Le vittime due giovani di cui uno minorenne, sono state avvicinate da due uomini, di cui uno armato di pistola che dopo averli minacciati, con la forza si impossessavano di una borsa tracolla contenente il portafogli e il telefono, e quindi si allontanavano. I due giovani hanno chiamato la polizia e fornito una descrizione dettagliata dei due uomini agli investigatori che hanno subito avviato le indagini. I poliziotti hanno visionato i filmati estrapolati dal sistema di videosorveglianza della Stazione, individuando immediatamente i due rapinatori, già noti alle forze di polizia. Nel proseguo delle indagini, inoltre, i poliziotti hanno accertato che i due, nel pomeriggio del 15 luglio, erano stati fermati per un controllo di Polizia nelle vicinanze di piazzale Kennedy. Accertata quindi l’identità dei due rapinatori, confermata anche da alcuni testimoni, con l’acquisizione di gravi indizi di colpevolezza a loro carico, gli investigatori hanno richiesto all’Autorità Giudiziaria, la misura della Custodia Cautelare in carcere, che veniva emessa il 20 luglio scorso. Nel frattempo i due malviventi si erano dati alla fuga allontanandosi dal comune di Marino. Gli investigatori grazie ad una capillare attività info investigativa li hanno rintracciati e catturati in località Lido di Ostia. Al momento dell’arresto, i due, sono stati trovati ancora in possesso dell’arma usata per compiere la rapina.

Print Friendly, PDF & Email