La presentazione di Eroi, miti e Leggende ad Ariccia

All’interno del documentario l’illustrazione del mito di Ippolito attraverso le tempere murarie della Locanda Martorelli di Ariccia

0
87
locandina
Eroi, miti e Leggende. Alle origini delle città del Lazio

Venerdì 27 settembre alle ore 17:30 sarà presentato e proiettato al pubblico ad Ariccia, presso il Palazzo Chigi – Sala Bariatinsky, il documentario “EROI, MITI E LEGGENDE. ALLE ORIGINI DELLE CITTÀ DEL LAZIO”. Storie antiche legate a personaggi straordinari ancora risuonano nei nomi di città o di monumenti diffusi in tanti luoghi del Lazio moderno: ma cosa c’è dietro queste leggende, cosa ancora ci lega ai miti del mondo antico? Questo è il tema del documentario “EROI, MITI E LEGGENDE. ALLE ORIGINI DELLE CITTÀ DEL LAZIO” nato grazie al contributo finanziario della Regione Lazio a favore dei Sistemi museali e assegnato al Museo Diffuso di Lanuvio, ai sensi della legge regionale 6/2013 e sviluppatosi intorno all’idea di raccontare, attraverso immagini potenti e parole incisive, il viaggio di divinità quali Ercole e Saturno e le imprese di eroi come Ulisse, Enea, Romolo, Ippolito che sono ritenuti i fondatori di numerose città del Lazio tuttora esistenti. Alatri, Albano, Anzio, Ardea, Ariccia, Cori, ma anche Formello, Lanuvio, Pratica di Mare, Priverno, Segni, Tuscolo, Rieti e, naturalmente, Roma, sono i centri legati alle vicende di dei ed eroi fondatori, ambientate in uno scenario che possiamo immaginare selvaggio e incontaminato, ancora rappresentato dai paesaggi suggestivi del promontorio del Circeo, della costa di Sperlonga, dei Laghi di Albano e di Nemi. All’interno del documentario, grazie alla disponibilità dell’amministrazione Comunale di Ariccia, è presente una parte dedicata al mito di Ippolito illustrato con le riprese effettuate alle tempere murarie settecentesche della Locanda Martorelli in virtù anche della collaborazione che negli ultimi anni il Museo di Lanuvio e l’Archeoclub Aricino Nemorense stanno portando avanti. Queste “storie sacre”, che ancora si leggono nel paesaggio moderno, sono state raccontate attraverso il linguaggio espressivo innovativo delle arti visive, accompagnate da un uso sapiente della musica, per farci comprendere e ri-appropriare del patrimonio culturale che ci circonda e che spesso è sottovalutato o poco conosciuto: in questo modo le città odierne del Lazio che hanno origini leggendarie vengono valorizzate poiché diventano “luoghi d’interpretazione”, in grado di essere pienamente vissute nel loro intreccio tra storia, cultura e paesaggio dalle stesse comunità che ci vivono. Interverranno alla presentazione del documentario, Roberto Di Felice, Sindaco del Comune di Ariccia, Alessandro De Santis, Assessore alla Cultura del Comune di Lanuvio, Maria Cristina Vincenti, Presidente di Archeoclub Aricino Nemorense, Luca Attenni, Curatore scientifico del progetto, Alessandro Grassi, Regista del Documentario. Al termine dell’evento sarà possibile visitare con accompagnamento guidato la Locanda Martorelli-Museo del Grand Tour  e il ciclo pittorico realizzato da Taddeo Kuntze che è stato di recente oggetto di un intervento di restauro conservativo.

Print Friendly, PDF & Email