La prima edizione di Sculptures in Chigi Park ad Ariccia

Il Comune di Ariccia promuove la prima edizione della manifestazione dal titolo: Arte Architettura Paesaggio - Sculptures in Chigi Park

0
140
uccelliera_fontana_parco_chigi
Uccelliera e fontana Parco-Chigi Ariccia

In occasione del “Trentennale di Palazzo Chigi” in Ariccia, che celebra il suo acquisto pubblico da parte del Comune (1989-2019) la direzione del complesso monumentale, oggi adibito anche a “Museo del Barocco Romano” e centro di molteplici attività culturali e progetti espositivi nazionali e internazionali, in collaborazione con il Centro Studi sulla Cultura e Immagine di Roma e con il patrocinio del Comune Aricino, promuove la prima edizione della manifestazione dal titolo: ARTE ARCHITETTURA PAESAGGIO-SCULPTURES IN CHIGI PARK- che si inserisce nel prestigioso programma dei festeggiamenti in corso in Italia e in Europa. Il Progetto interdisciplinare è ambientato nello straordinario complesso monumentale e nel “più bel bosco del mondo” (Stendhal) ed è pensato all’insegna del “Dialogo tra le Arti”. E’ rivolto a studiosi, storici dell’arte, appassionati e professionisti, artisti e architetti delle Accademie straniere e delle istituzioni culturali italiane, desiderosi di confrontarsi ed entrare in dialogo con uno dei più insigni e celebri contesti ambientali della storia dell’arte, in una ideale continuità con le esperienze e lo spirito dei viaggiatori del “Grand Tour d’Italie”. Il complesso monumentale della famiglia Chigi rappresenta un esempio unico di dimora barocca rimasta inalterata nei secoli a documentare il prestigio di una delle più grandi casate papali italiane. Il Palazzo venne trasformato in una fastosa e magnifica “dimora barocca e città ideale” dalla regia di Gian Lorenzo Bernini, genio universale e scultore celeberrimo. Tra Settecento e Ottocento sarà anche meta e sosta di numerosi pittori e letterati del Grand Tour che vi soggiornarono impressionati dal fascino dei luoghi, dai paesaggi luminosi e dalla immensa selva, fonte d’ispirazione delle loro opere. Fra gli altri: Ivanov, Corot, Turner, Costa, Boguet, Reinhart, Hackert, Kuntze, Goethe, Stendhal, Ruskin, George Sand, Frezer, D’Annunzio. Famosa all’epoca per l’ospitalità sulla piazza di Corte la “Locanda Martorelli”: “crocevia delle quattro nazioni”. IL PROGRAMMA del 2019 prevede una serie di iniziative. Il 28 e 29 giugno verranno realizzate due importanti giornate di studio: Workshop-Forum “ARTE-ARCHITETTURA-PAESAGGIO” con tematiche legate alla nostra attualità e al progetto stesso: Natura e Cultura – Arte e Storia – Paesaggio e Ambiente – Dialogo fra le arti – Passato e Presente. Gli incontri sono condotti da storici e studiosi di eccellenza che sveleranno anche le straordinarie collezioni d’arte e il vasto e affascinante complesso storico e  monumentale. Alla manifestazione hanno già aderito illustri personaggi del mondo dell’arte e della cultura, importanti istituzioni pubbliche con il loro patrocinio e alcuni direttori con un contributo scientifico al Forum. A settembre/ottobre è in programma la Mostra dal titolo: “COLLOQUI D’ARTE NEL PIU’ BEL BOSCO DEL MONDO” con idee, proposte e interpretazioni tra l’affascinate storia dei luoghi e la nostra realtà moderna frutto di un “lavoro di gruppo” formato da studiosi e numerosi artisti-artifex. L’esposizione si terrà nelle sale del Palazzo Chigi. Date: inaugurazione 27 settembre, finissage 31 ottobre. Durante l’apertura della mostra sono previsti incontri, talk, tavole rotonde e altri eventi.

Adesioni e Patrocini culturali-istituzionali:

MiBAC–MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI, Direzione Istituto Autonomo Villa Adriana e Villa d’Este. VILLAE-Tivoli; Accademia Nazionale di San Luca; Accademia di Belle Arti di Roma/Velletri; RUFA-Rome University of Fine Arts; QUASAR Institute for Advanced Design; Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia; Ordine degli Architetti di Latina PPC e provincia. Parteciperanno alcuni personaggi fra i maggiori studiosi d’arte e architettura a livello nazionale e internazionale del Cinquecento, Seicento, Settecento e oltre. Fra gli altri: Claudio Strinati, Marcello Fagiolo, Francesco Petrucci, Francesco Moschini.

Print Friendly, PDF & Email