La storia del Rugby nel Lazio, quasi cento anni di successi grazie a campioni nazionali e internazionali

L’arrivo del rugby in Lazio. La Società Sportiva Lazio Rugby 1927 dagli anni ‘50 a oggi. Excursus storico sulla storia del Rugby laziale

0
76
s_s_lazio_rugby_1927
S.S. Lazio Rugby 1927

La storia del rugby nel Lazio: quasi cento anni di successi grazie a campioni nazionali e internazionali

Se il calcio è lo sport preferito dagli italiani, il rugby è sicuramente nella top ten delle discipline più amate nel nostro Paese grazie anche ai successi di campioni come i fratelli Bergamasco. La Regione Lazio non è da meno e vanta nella sua storia la presenza di una squadra come la Polisportiva S.S. Lazio Rugby 1927 che si è aggiudicata molte presenze in Serie A.

L’arrivo del rugby in Lazio

Il rugby uno degli sport più seguiti in Italia e ne sono la prova i risultati delle statistiche pubblicate da StubHub e la presenza di questo sport vicino a calcio e tennis, gli altri preferiti degli italiani, tra le pagine principali dei siti di scommesse come bet365. Ma il rugby non piace solo agli spettatori: sono ben più di 76.000 i tesserati di questo sport in Italia e la nazionale italiana partecipa ad alcuni dei campionati più celebri del mondo come il sei nazioni al fianco di squadre d’eccellenza come Scozia, Irlanda, Inghilterra, Francia e Galles.

Importato dalla Francia agli inizi del XX secolo, il rugby inizia immediatamente a prendere piede nel nostro Paese tanto che all’alba della prima guerra mondiale sono già presenti squadre in tutte le principali città italiane. Il Lazio non fa eccezione e lo sport è giocato in particolare a Roma, cosa che nel 1927 comporta la fondazione della Lazio Rugby, detta oggi Polisportiva S.S. Lazio Rugby 1927. Chiamati anche le Aquile, i giocatori della S.S. Lazio Rugby 1927 iniziano la loro carriera guadagnando un successo dietro l’altro e sconfiggendo la Francia durante il primo scontro con una squadra straniera nel 1928.

La S.S. Lazio Rugby 1927 dagli anni ‘50 a oggi

Gli anni d’oro della squadra sono però pochi perché nel 1931 questa viene sciolta. Dopo un breve tentativo nel 1945 di ricreare la Lazio Rugby, la squadra viene rifondata definitivamente nel 1951 e nei tre decenni successivi continua ad avere successo mietendo vittorie nei campionati di Serie C, Serie B e Serie A e avendo tra i suoi ranghi campioni convocati anche in Nazionale del calibro di Bernabò e Paganelli. Gli anni ‘80 sono all’insegna dell’internazionalità perché vedono tra i giocatori spiccare nomi come il neozelandese Zizan Brooke e tra gli allenatori l’argentino Manuel Ferrari che importa dal suo Paese natale anche nuove efficaci tecniche di mischia.

La fine degli anni ‘80 porta però con sé un declino e la squadra si riprende solo agli inizi degli anni duemila. È infatti solo dopo una riorganizzazione interna che la S.S. Lazio Rugby 1927 ritorna in Serie A, iniziare a prendere spesso parte al Campionato d’Eccellenza e diventa Campione d’Italia Serie A per la stagione 2009/2010. Oggi la squadra continua ad avere tra le sue fila campioni nazionali e internazionali ed è costantemente parte della Top12 italiana di rugby maschile. Aprendosi alla modernità la squadra gestisce inoltre un sito web su cui pubblica tutte le ultime news ed è attiva anche sui social come Instagram e Facebook dove è seguita da più di 8.000 persone.

Il rugby vanta un’attiva presenza in Lazio da quasi cento anni e la sua squadra di punta, la Polisportiva S.S. Lazio Rugby 1927, è la prova che, nonostante alcuni incidenti e interruzioni di percorso, i veri sportivi e gli appassionati possono tenere viva una squadra e portarla alla vittoria.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email