La storia della città di Marino raccontata dai ragazzi

0
2326
palozzi ed Esposito
Il Consigliere Regionale ed ex Sindaco di Marino Adriano Palozzi e l'Assessore alle politiche scolastiche Arianna Esposito
palozzi ed Esposito
Il Consigliere Regionale ed ex Sindaco di Marino Adriano Palozzi e l’Assessore alle politiche scolastiche Arianna Esposito

«Ricordando il nostro passato, guardiamo avanti traendo dalle nostre radici fresca linfa per meglio comprendere il nostro oggi. Perché è dal sapere che nasce il rispetto per l’immenso patrimonio culturale del nostro territorio». E’ con queste parole che l’assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Arianna Esposito ha aperto, il 27 maggio scorso, nell’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo «Primo Levi» di Frattocchie, la presentazione del libro «Marino, la città raccontata dai ragazzi», tredicesimo volume della collana Viaggi nella Storia. Un progetto che, patrocinato da Palazzo Colonna, è stato realizzato su proposta dell’associazione «Cultura e Risorse» in collaborazione con Gianfabio Scaramucci che ha ideato la collana di libri della storia del territorio e dei Castelli Romani. Ad assumere il ruolo di ricercatori, archeologi, esploratori, storiografi e, infine, scrittori, gli alunni degli istituti «Primo Levi» ed «Elsa Morante» (Anno scolastico 2011/2012). Guidati dai loro insegnanti e dal sostegno del dirigente Carlo Magnelli i ragazzi, nella magica fantasia di una macchina del tempo, hanno ripercorso la storia della città dando vita ad una rete immaginaria di incontri e dialoghi, capace di condurre il lettore nel fantastico scenario della Marino di ieri, alla ricerca delle sue origini e dei suoi perché. «Dalla loro penna e grazie alla preziosa collaborazione del corpo insegnanti e del dirigente – ha detto l’assessore Esposito – hanno assunto nuova vita e significato i luoghi cornice e teatro della vita di tutti i giorni. In un collegamento tra storia e cultura, educazione e ambiente, nel quale hanno trovato posto i nomi e le parole degli uomini e delle donne che hanno fatto la nostra storia. Quella di una terra di carattere e passione, fede e umanità che, per i suoi tesori storico architettonici e i grandi personaggi che l’hanno onorata con la loro presenza, è unica al mondo». «Guidati da due personaggi di fantasia, Omero e Pal – ha aggiunto il vice sindaco Fabrizio De Santis ringraziando l’associazione Cultura e Risorse per la preziosa collaborazione – i lettori vengono condotti per mano dagli studenti a scoprire l’Antica Bovillae, la regina viarum Appia Antica, il Mitreo, il Lago, il Bosco Ferentano, la Fontana dei Quattro Mori e la basilica di San Barnaba. Un viaggio virtuale che porta a conoscere da vicino grandi personaggi come Vittoria Colonna, Giacomo Carissimi, Massimo D’Azeglio con i carbonari e i bersaglieri fino ad assistere «virtualmente» al bombardamento della città del 1944 e alla prima edizione della Sagra dell’Uva. Un’opportunità educativa e culturale per i nostri ragazzi – ha concluso – che ha avuto l’Amministrazione concretamente collaborativa al loro fianco». La cerimonia di presentazione del libro, ha visto la presenza del consigliere regionale ed ex sindaco della città Adriano Palozzi il quale, dopo aver ricordato le motivazioni che, in veste di primo cittadino, lo hanno indotto ad accogliere e sostenere il progetto, ha sottolineato l’importanza del rapporto di collaborazione tra scuole e istituzioni «foriero di progetti e iniziative che, come questa – ha affermato – testimoniano come i ragazzi, se giustamente stimolati e seguiti, siano in grado di dar vita a progetti di indubbio valore. Ad arricchimento del loro patrimonio culturale e di quello della comunità intera». «Le nostre studentesse e i nostri studenti – ha detto il dirigente Magnelli – con l’impegno sinonimo da sempre del nostro istituto ed il prezioso contributo del corpo docenti, hanno dimostrato come la sinergia educativa, estesa e intelligente, porti frutti didatticamente fecondidal punto di vista pedagogico e valoriale». Alla cerimonia di presentazione, coordinata dal docente della Primo Levi Armando Lauri, hanno preso parte gli assessori Remo Pisani e Otello Bocci che, nel momento dell’affidamento dell’incarico all’associazione, ricoprivano il ruolo di responsabili della Pubblica Istruzione e della Cultura, funzioni oggi svolte dal nuovo assessore Arianna Esposito. Con loro Patrizia Bassani dell’associazione Cultura e Risorse, il vice preside Giuseppe Anepeta, il docente universitario Elio Pinchera e la professoressa Maria Francesca Aguzzi. Presente anche il consigliere comunale e storico del territorio Ugo Onorati che, nel sottolineare l’importanza del «fissare le radici» ha lanciato, con il sostegno dell’assessorato alla Cultura, la proposta di dar vita all’interno dell’istituto Primo Levi ad una mostra-testimonianza del passato recente del territorio, grazie al recupero di memorie domestico-storiche come fotografie, oggetti e tanto altro.

Print Friendly, PDF & Email