La Terra (Albalonga calcio), “Vittoria fondamentale a San Teodoro”

0
698
laterra
Giacomo La Terra
laterra
Giacomo La Terra

L’Albalonga è in un grande momento. La squadra castellana ha sbancato di misura grazie a un gol di Cruz anche il campo del San Teodoro, conquistando la quarta vittoria consecutiva in campionato (compresa quella a tavolino di due domeniche fa contro l’ormai escluso Foligno). A questa serie va anche aggiunta la storica qualificazione alle semifinali di Coppa Italia che si giocheranno a marzo. «Stiamo bene – conferma Giacomo La Terra, trequartista classe 1997 ormai rientrato tra i “titolarissimi” di mister Roberto Chiappara – Vincere a San Teodoro non era semplice perché di fronte avevamo la tipica squadra sarda, molto agguerrita e fisicamente tosta. Il primo tempo non è stato molto buono da parte nostra, poi però alla distanza siamo cresciuti e abbiamo cominciato a creare occasioni fino ad arrivare al gol decisivo di Cruz a pochi minuti dalla fine. Un successo fondamentale in questo momento della stagione anche considerando i risultati delle concorrenti diretti». L’Albalonga è ora al quarto posto assieme a L’Aquila, una delle squadre di vertice a cui gli azzurri hanno rosicchiato punti: solo il Rieti ha vinto tra le prime e dunque il 24esimo turno è stato archiviato in un’ottica molto positiva per la prima squadra castellana. «Noi ci crediamo, già centrare l’obiettivo dei play off sarebbe un grande risultato – spiega La Terra – Comunque non ci poniamo limiti e cercheremo di fare il massimo». Il suo rientro è stato sicuramente un punto di forza in più nell’arco delle soluzioni di Chiappara. «Sono stato fuori un paio di mesi per un problema muscolare al flessore e non è stato facile riconquistare un posto in squadra. Ora tra l’altro il mister ha deciso di adottare uno schema col doppio trequartista e in quel ruolo, che è proprio il mio naturale, mi trovo davvero bene». Da una sarda all’altra: nel prossimo turno l’Albalonga ospiterà il Muravera, altra formazione che (come il San Teodoro) è invischiata nelle zone basse di classifica. «Sarà una partita simile a quella di ieri – conclude La Terra – Mi aspetto un avversario tosto, pronto a ripartire e molto aggressivo. Noi dovremo rimanere lucidi e cercare di portare a casa un’altra importante vittoria».

Print Friendly, PDF & Email