La vittoria del cuore dell’Associazione Sportiva HMD

0
2315
sala marta russo
Inaugurazione della Sala Marta Russo alla presenza dei genitori della ragazza uccisa all'Università La Sapienza di Roma
sala marta russo
Inaugurazione della Sala Marta Russo alla presenza dei genitori della ragazza uccisa all’Università La Sapienza di Roma. Alla giovane romana è stata dedicata l’Associazione Sportiva omonima impegnata per la donazione degli organi.

Ancora, in occasione del concorso annuale “Premio Marta Russo, La donazione degli organi gesto d’amore in favore della vita”, si è contraddistinta per la bravura e la dedizione dei suoi atleti e maestri, i quali hanno portato a casa un’altra importantissima vittoria. Il suddetto premio è istituito ogni anno dall’Associazione Marta Russo e dalla Provincia di Roma – Assessorato alle politiche Finanziarie e del bilancio- ed ha lo scopo di promuovere tra i giovani l’educazione alla solidarietà ed alla cultura della donazione degli organi – gesto che permette di salvare quotidianamente moltissime vite- nei suoi aspetti scientifici, etici e sociali. L’associazione HMD, in particolare il team guidato dal maestro Roberto Capogna, non poteva esimersi dal partecipare a tale iniziativa, volta a sensibilizzare i giovani di fronte a questa tematica così delicata. Con un’esibizione spettacolare di arti marziali e tecniche acrobatiche, il maestro Capogna ed il suo gruppo, composto da campioni di rilievo nazionale ed internazionale, hanno stupito la giuria e si sono aggiudicati il primo premio. Un forte ringraziamento da parte di tutta l’Associazione HMD e dal maestro Capogna va rivolto alla Professoressa Giulietta Barone che ha creduto nell’Associazione e l’ha sostenuta in ogni momento.

Simona Salvatori

Con l’articolo di Simona Salvatori ufficio stampa dell’Associazione Hwal Moo Do sul premio Marta Russo inizia la sua collaborazione con www.metamagazine.it.

 

Associazone HMD, Associazione Hwal Moo Do, Associazione Marta Russo, donazione organi, Giulietta Barone, Marta Russo, Provincia di Roma, Roberto Capogna, solidarietà, sport, territorio

Print Friendly, PDF & Email