L’appello al voto di Daniela Ballico

L'appello al voto del candidato sindaco del centrodestra di Ciampino Daniela Ballico verso il ballottaggio di domenica 9 giugno

0
194
daniela_ballico
Daniela Ballico

“Il 9 giugno è ormai alle porte ed arrivato il momento in cui i cittadini di Ciampino dovranno scegliere a chi affidare la futura guida della città. A chi mi chiede perché votare per me, rispondo di prendere il programma con cui è stato eletto l’ex sindaco e di trovare una sola cosa realizzata in questi anni. Quel programma è la prova, in calce, che una certa classe politica ha dimostrato di non essere capace di fare il bene dei cittadini. E non mi rivolgo personalmente all’ex sindaco o al mio attuale avversario, persone sicuramente per bene, quello che combatto è un sistema che usa queste persone per coprire le politiche tutt’altro che rivolte ai cittadini. Quello che a Ciampino manca davvero, non è solamente un sindaco donna per la prima volta nella storia, ma un candidato sindaco forte, vero, che sia il fulcro delle realtà che lo sostengono e che abbia la capacità di tenerle assieme facendole funzionare per il bene della città. Ciampino non deve avere mai più un sindaco ad uso e consumo di altri. In questa campagna elettorale sono sempre stata io, sin dal primo giorno, a dettare i temi fondamentali. Sono stata la prima ad approcciarmi all’aeroporto come ad una risorsa ed oggi i miei avversari parlano di tavoli di confronto con ADR e Ryanair. Perché non lo hanno fatto negli ultimi cinque, dieci, venti anni? Ho parlato di sicurezza e subito dopo ecco spuntare la proposta di un assessore alla sicurezza. Un caso? C’era bisogno di me per instillare buonsenso in queste persone? Chi oggi parla di IGDO, sta proponendo ai propri cittadini di mettere dei soldi di tasca propria per ricomprare un bene svenduto da loro stessi senza partecipare all’asta pubblica. Quindi i cittadini, secondo le idee di alcuni, devono pagare due volte gli errori della vecchia amministrazione. Nonostante questo, nonostante il buco di bilancio, il commissariamento, lo stato in cui versano il cimitero, i ponti, le strade, la cantina sociale e i parcheggi, ci sono ancora cittadini che sono disposti a concedere la loro fiducia a queste persone sulla base di promesse che sono sempre le stesse, campagna dopo campagna? Io sono certa di no. A queste persone vorrei solo dire che è giunto il tempo di aprire gli occhi. Di guardare alle persone e non ai simboli, di rendersi conto che tra i consiglieri che saranno eletti insieme a me, ci sono persone nuove, di esperienza e giovani. Io ho raccolto attorno a me quanto di meglio fosse possibile per offrire alla città di Ciampino un’alternativa credibile. Il governo di una città ha bisogno di competenza, di onestà e di polso. C’è bisogno di dialogare con le persone, con i lavoratori, con i dipendenti, se necessario anche con un megafono in piazza e c’è bisogno di tornare a fare il bene di tutti e non solo dei soliti pochi. Il 9 giugno, Ciampino merita di cambiare pagina. Di chiudere un capitolo della sua storia e di aprirne uno nuovo. La storia però si scrive insieme e se vorrete scriverla insieme a me vi prometto che sarà bellissima”. Dichiara il candidato sindaco di centrodestra a Ciampino Daniela Ballico in vista del ballottaggio di domenica 9 giugno.

Print Friendly, PDF & Email