Lariano, Antonino Fleres ricordato dall’Amministrazione

L'Amministrazione comunale di Lariano guidata da Caliciotti ha ricordato l'eroico Carabiniere Antonino Fleres, medaglia d'oro al merito civile

0
226
autorita_fleres
Fleres, il ricordo nell'anniversario del 2018

Lariano- La cerimonia di commemorazione del 74° anniversario presso il Piazzale Martiri della Libertà

Ricordato l’eroico carabiniere Antonino Fleres

Lunedì 28 maggio a Lariano, è stato ricordato il sacrificio del carabiniere Antonino Fleres, Medaglia d’oro al Merito Civile con una sentita e partecipata cerimonia in Piazzale Martiri della Libertà dove è posizionata la stele in memoria di Fleres, ricordo della tragica uccisione, alla presenza di un picchetto in alta uniforme storica dell’Arma dei Carabinieri che ha reso gli onori. Grande e sentita partecipazione per ricordare l’eroico carabiniere nativo di Borgetto, alla presenza degli allievi della Scuola Carabinieri di Roma, distaccamento di Velletri. Inoltre presenti il comandante Gruppo Carabinieri di Frascati Ten. Col. Stefano Cotugno, il Ten.Col. Massimiliano Mengasini del distaccamento veliterno e coordinatore delle compagnia allievi marescialli e il Comandante della Compagnia Carabinieri di Velletri Magg. Giambattista Fumarola. Il cerimoniale organizzato in stretta collaborazione con l’Arma, tramite la Stazione Carabinieri di Lariano e il Comandante M.lloMauro Straffi, ha visto anche la presenza di altre autorità militari, religiose e civili, associazioni combattentistiche e una folta rappresentanza delle nostre associazioni con i loro labari.  Presente inoltre la dott, ssaRaffaella Biagi autore del libro “Fleres un eroe nell’ombra” e che tanto lavorò nei lavori di ricostruzione delle vicende storiche su Antonino Fleres. La stele è stata benedetta dal cappellano militare Don Mauro Amato. Lariano e Antonino Fleres, un legame indissolubile lega la comunità larianese con la figura dell’eroico carabiniere, nativo di Borgetto in provincia di Palermo, che durante il secondo conflitto mondiale in servizio presso la locale stazione dei carabinieri, fu fucilato il 28 maggio del 1944 dai tedeschi per non aver rivelato importanti informazioni sul posizionamento delle truppe alleate, con il suo eroico gesto tante vite furono salvate. Nel 2007 il presidente della Repubblica con apposito decreto conferì la medaglia d’oro al merito civile con la seguente motivazione” In servizio presso La Stazione Carabinieri Di Lariano, Nel Corso Dell’ultimo Conflitto Mondiale, Si Metteva A Disposizione Di Una Pattuglia Americana In Qualità Di Guida.A Seguito Di Un Violento Combattimento, Veniva Catturato Dai Soldati Tedeschi E Barbaramente Fucilato Per Essersi Rifiutato Di Fornire Informazioni Sulla Posizione Delle Forze Alleate. Preclaro Esempio Di Amor Patrio E Spirito Di Servizio, Spinti Sino All’estremo Sacrificio Di Vita”. Il sindaco di Lariano Maurizio Caliciotti durante il suo intervento:” Sono trascorsi 74 anni, da quel tragico 28 maggio 1944, quando questo nostro giovane eroe, il carabiniere Antonino Fleres, fu barbaramente ucciso in questo piazzale, dove cadde nel nome della libertà e dell’ideale di una patria libera e indipendente, opponendosi strenuamente alle truppe tedesche.Il suo sacrificio, si imprime ormai nella storia come una ferita indelebile e profonda, segnando una delle più dolorose pagine della resistenza del nostro territorio.Oggi dovremmo guardare un po’ più spesso a quel passato, che ci appartiene e che ha veramente tanto da insegnarci.E mi rivolgo soprattutto a voi ragazzi !!! Per non rischiare di perdere coscienza di cosa sia una democrazia pienamente rispettata e salva da ogni tipo di svilimento è necessario custodire la memoria storica. La memoria di un popolo è un patrimonio che ha il potere di orientarne il destino sociale, ma soltanto nella misura in cui si conserva traccia degli errori commessi, può’ diventare anche lo strumento che permette di apprendere dall’ esperienza”. Alcuni studenti dell’Istituto Comprensivo di Lariano hanno letto delle poesie e una lettera di Madre Teresa di Calcutta sulla Pace.

Print Friendly, PDF & Email