Lariano, Consiglio Comunale sulla viabilità e sicurezza stradale

0
556
lariano
Rotatoria via Cerreta a Lariano
lariano
Rotatoria via Cerreta a Lariano

Nell’ambito dell’ultima seduta consiliare si è parlato della rotonda di Via Cerreta. Via Napoli- via Sandro Pertini,opera importante realizzata da questa amministrazione che va a risolvere una volta per tutte e apportare migliorie alla viabilità e sicurezza su quel tratto di strada molto trafficato, con la mozione dei consiglieri Casagrande e Ficcardi che chiedevano degli interventi per la messa in sicurezza dei pedoni con realizzazione degli attraversamenti pedonali e installazione di segnali di preavviso delle indicazioni. Ha preso la parola l’assessore alla viabilità Fabrizio Ferrante Carrante che ha dichiarato: “Quando si parla di sicurezza stradale, l’attenzione ovviamente deve essere massima. Con riferimento agli attraversamenti pedonali e alle strisce pedonali, tutti ci siamo chiesti se le strisce pedonali andavano apposte all’interno o nelle vicinanze della rotatoria. Ebbene, quando qualcuno mi è venuto a chiedere come mai non avessimo messo le strisce pedonali, la risposta è stata semplice, univoca: purtroppo il Comando di Polizia locale si deve attenere al Codice della strada”. Quindi l’assessore ha letto una relazione del comandante della polizia locale di Lariano Alessandro Cartelli dove si esplicita che “La materia è regolata dalla prescrizione dell’articolo 40 del Codice della strada e dell’articolo 145 del Regolamento attuativo. A ciò si aggiungono le indicazioni date dall’ACI tramite le linee guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali. Nella progettazione degli attraversamenti pedonali si deve tener presente: 1) l’intensità del traffico veicolare (non vi è dubbio che in questo caso trattasi di asse stradale assai trafficato);2) l’intensità del traffico pedonale (in base alle conoscenze dell’ufficio di Polizia locale, si desume che lo stesso non è intenso, dove per “intenso” si deve calcolare il numero di pedoni per ora – quello minimo previsto è di cento pedoni per ora, quello massimo di trecento –, i limiti di velocità previsti e la tipologia di strada; il tratto in oggetto è provinciale, è strada a bassa intensità pedonale e ad alta densità veicolare, con presenza di traffico pesante). In tal modo le linee guida prevedono attraversamenti semaforizzati con attraversamento a chiamata, posizionati a distanza di 150 metri come minimo e 200 metri come massimo. Da ciò ne consegue che la predisposizione degli attraversamenti pedonali è indipendente dal corpo della rotatoria e dei lavori svolti. Questa Amministrazione, che considera prioritario garantire la sicurezza degli utenti della strada, in particolare di quelli più deboli, elaborerà comunque ulteriori interventi per migliorare ulteriormente la sicurezza dell’asse stradale di via Napoli”.Dopo aver dato lettura della relazione l’assessore Ferrante è entrato nello specifico del tema“Di questa questione ne avevamo discusso con il comandante della polizia locale e ho voluto che si facesse una piccola relazione per spiegare il perché non si fossero realizzate le strisce pedonali. Non ci fermeremo sicuramente qui. La priorità sulla sicurezza pedonale da parte di questa Amministrazione è massima. Se le linee guida dell’ACI, del Codice della strada, prevedono che in quel caso specifico le strisce debbano essere collocate a una distanza minima di 150 metri, noi dobbiamo preoccuparci soprattutto di come portare i pedoni a una distanza di 150 metri dalla rotatoria. Questo si può fare solamente con una cosa, con dei marciapiedi, con dei para-pedoni. Stiamo lavorando anche su questo. Stiamo investendo del problema anche la Provincia. In merito a questo è testimone il dirigente Cedroni, che ha avuto ultimamente dei colloqui, per rendere più sicuro quel tratto di strada. Nei giorni scorsi a ridosso degli incroci di via Sandro Pertini, via Roma e via Napoli è stata messa altra segnaletica. Stiamo analizzando il potenziamento della segnaletica anche all’interno della rotatoria. Questo lo dobbiamo fare in stretta collaborazione e accordo con la Provincia. la segnaletica verrà potenziata, ma non mettendo più segnali. La segnaletica va messa anche a norma del Codice della strada. L’importante è fare il passaggio pedonale che porti i pedoni all’attraversamento delle strisce che devono distare, come detto dal Codice della strada, dettato e scritto Cartelli, minimo 150 metri. Nessuno si può prendere la responsabilità, tanto meno la Provincia, di fare le strisce come dite voi in prossimità della rotatoria. Non lo dico io, non lo dice il Sindaco, non lo dice il collega Santilli, non lo dice il Presidente, ma lo dice il Codice della strada”.

Print Friendly, PDF & Email