L’Avis Marino smentisce la consigliera regionale Corrado del M5S

0
580
marinopanorama
Marino
Marino
Marino

“Le Avis del territorio – si legge nella nota – lavorano tutte a pieno regime. La chiusura dei Centri Trasfusionali dei Presidi Ospedalieri di Marino, Albano laziale, Frascati e Velletri ha suscitato notevole scalpore e giustamente gli organi di informazione hanno puntato i riflettori sull’evolversi della vicenda, anche se non sempre le notizie che vengono date sono inerenti alla realtà dei fatti.

È questo il caso di un’intervista alla Consigliera Regionale Valentina Corrado del M5S che su Il Caffè n. 371 di agosto, a pagina 12, a proposito delle attività e del funzionamento dei centri trasfusionali dei Castelli Romani riporta delle affermazioni – continua la nota dell’Avis di Marino – errate.

Afferma, infatti, che il Centro Trasfusionale di Marino è chiuso dall’inizio del 2016 e ciò è falso. Il centro è chiuso dal 26 giugno 2016 e per i primi sei mesi dell’anno ha operato regolarmente.

In secondo luogo, afferma che i donatori sono stati tutti dirottati verso l’Avis di Velletri e anche questo è falso. Le sedi Avis di Marino, Grottaferrata, Genzano e Rocca di Papa, sedi accreditate, con enormi sacrifici economici, stanno mantenendo l’attività di raccolta sangue calendarizzata per l’anno 2016.

La sola Avis di Marino ha raccolto nella prima metà dell’anno ben 300 sacche di sangue.

Un ringraziamento per aver mantenuto questi alti standard va ai donatori che, nonostante le difficoltà e la confusione del momento, si sono presentati comunque alle nostre sedi, che sono Punti Prelievo accreditati direttamente dal Centro Regionale Sangue.

Proprio per le lacune riscontrate nei Centri Trasfusionali ospedalieri è bene ora più che mai dare notizie ed informazioni esatte su dove e come donare, ricordando che questo servizio non è pagato con i fondi della sanità, ma espletato da volontari che stanno sopperendo alle mancanze sanitarie del territorio” conclude la nota del Presidente della sezione Avis di Marino Paolo Giansanti.

Print Friendly, PDF & Email