Le ambizioni della B del Basket Frascati

Club Basket Frascati Serie B girone F, la guardia classe 1995 Sara Coppola sicura: «L’obiettivo stagionale? Dipende tutto da noi»

0
151
coppola
Sara Coppola

La serie B femminile del Club Basket Frascati torna a vincere. Dopo il brutto scivolone sul campo della Tuscia, le ragazze di coach Marco Frisciotti hanno battuto 64-52 la Pallacanestro Roma nel match andato in scena sul campo amico domenica sera. «Abbiamo fatto una prestazione con alcuni alti e bassi, anche se il risultato non è mai stato in discussione – commenta la guardia/ala classe 1995 Sara Coppola – La cosa più importante, però, era tornare al successo dopo la precedente sconfitta e quindi siamo riusciti ad ottenere l’obiettivo». La Coppola è abbastanza determinata anche nel parlare degli obiettivi stagionali. «Dipende tutto da noi, dal modo in cui lavoriamo durante la settimana e ci esprimiamo nelle gare ufficiali. Abbiamo un bel gruppo con un giusto mix tra giovani e “grandi”: il campionato è sicuramente di livello importante, ma non c’è una favoritissima. Ci sono squadre molto ben attrezzate come Tuscia e San Raffaele, ma noi ce la possiamo giocare con tutti con la giusta concentrazione». L’ex atleta della Vis Aurelia, che aveva già fatto la serie B in passato, parla del suo inserimento all’interno del gruppo tuscolano. «Conoscevo poche ragazze di questo gruppo, ma sono stata accolta bene. Qui c’è un gruppo che ha creato una certa armonia dentro e fuori dal campo, sono contenta di farne parte. Quando è arrivata la chiamata del presidente Fernando Monetti, una volta sistemati alcuni impegni lavorativi e di studio, sono stata felice di intraprendere questa avventura: abito nella zona nord di Roma e mi sobbarco diversi chilometri per venirmi ad allenare, ma lo faccio con piacere». La serie B rosa del Club Basket Frascati tornerà in campo fuori casa con la Smit, ma solo dopo un turno di riposo. «Giocare dà sempre un’emozione particolare e doversi fermare non è mai piacevole, ma può essere utile se si devono recuperare alcuni acciacchi» conclude la Coppola.

Print Friendly, PDF & Email