Le celebrazioni del 4 Novembre 2020 sul nostro territorio

Mercoledì 4 Novembre 2020 si celebra la festa dell'Unità d'Italia e delle Forze Armate. Le iniziative sul nostro territorio

0
245
celebrazioni_4_11_2019_frascati
Celebrazioni 4 Novembre 2019 a Frascati

Mercoledì 4 Novembre 2020 si celebra la festa dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate. Le iniziative sul nostro territorio

Frascati celebra il “IV Novembre”, la Festa dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate

Sarà celebrato domenica 8 novembre 2020 il 101° anniversario del IV NovembreFesta dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate a Frascati. Ritenendola infatti una data fondamentale per la Repubblica Italiana che celebra un momento tra i più alti e solenni della storia italiana, degno di ricordo soprattutto per quanti hanno lottato, sofferto e perso la vita per la Libertà del Paese, l’Amministrazione comunale intende festeggiare l’Anniversario nel rispetto delle limitazioni imposte per contrastare la diffusione di Covid-19. La cerimonia sarà sobria, così come richiesto dalla Prefettura di Roma, che invita alla «rispettosa deposizione di una corona presso i monumenti ai caduti, con la sola partecipazione di rappresentanti dell’Amministrazione comunale e di referenti dei competenti comandi militari territoriali».

Il programma prevede la Santa Messa, officiata da Sua Eccellenza Monsignor Raffaello Martinelli, Vescovo di Frascati, nella Basilica Cattedrale di San Pietro Apostolo, alle ore 11,30. La deposizione di una corona di alloro in memoria delle vittime della Prima Guerra Mondiale avverrà alle ore 12,30 al Monumento in Piazza Guglielmo Marconi. In chiusura, l’Inno d’Italia sarà cantato dal celebre tenore Dario Di Vietri. L’Amministrazione Comunale, per evitare assembramenti, invita tutti i cittadini a seguire da casa la commemorazione, che sarà trasmessa in diretta, sui canali social del Comune di Frascati, domenica 8 novembre 2020 a partire dalle ore 12,30″. Lo rende noto l’Ufficio Stampa del Comune di Frascati.

Galieti e il Comune di Lanuvio celebrano il 4 Novembre

“Il Sindaco del Comune di Lanuvio Luigi Galieti, in occasione della Giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale, insieme ai rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e i referenti dei competenti comandi militari territoriali, ha commemorato i caduti depositando la corona di alloro tricolore presso le lapidi della sede comunale e presso il monumento ai caduti nel Parco della Rimembranza”. Lo rende noto il Comune di Lanuvio.

“MARINO CELEBRA LA GIORNATA DELLE FORZE ARMATE E LA FESTA DELL’UNITA’ NAZIONALE IN ONORE DEI CADUTI PER LA PATRIA.
colizza_marino_4_11
Carlo Colizza e la Città di Marino celebrano il 4 Novembre 2020

“Martedì 4 Novembre celebriamo le Forze Armate e i caduti per la Patria di tutte le guerre.

Un momento di raccoglimento e di gratitudine per chi, con onore, ha speso la sua vita per il bene della nostra Nazione e un’omaggio a chi lo fà ancora oggi nei vari scenari internazionali, per portare aiuto alle popolazioni colpite dalle guerre e dagli scontri locali.
Le Forze Armate rappresentano l’impalcatura che sorregge e protegge lo Stato e l’intera Nazione. Oggi, ancor più di prima, sono portatori di un messaggio di pace, di aiuto concreto alle popolazioni, non solo in termini di beni di prima necessità ma anche strutturali, di costruzioni e ricostruzioni di paesi che subiscono la violenza cieca della guerra.
Onere ai caduti e onore anche ai vivi, a coloro che spendono la loro vita a servizio degli altri in nome del nostro popolo e della nostra Nazione. Grazie a tutti voi, ai famigliari che vi sono vicini e che trepidano quando partite per le missioni. Che tutte le famiglie siano unite in questo momento e che la comunità si senta tale attorno alla bandiera tricolore e a questi uomini e donne che dedicano con abnegazione la loro vita a tutti noi””. Lo dichiara il sindaco di Marino Carlo Colizza.

 

“4 NOVEMBRE, DA GROTTAFERRATA MESSAGGI DI PACE E SOSTEGNO ALLE FORZE ARMATE

“IL FRONTE DI OGGI SI CHIAMA PANDEMIA. RESTIAMO UNITI PER  VINCERE ANCHE QUESTA BATTAGLIA”

Nel discorso del sindaco Luciano Andreotti, pronunciato dal consigliere Federico Pompili, la vicinanza alle vittime del Covid-19 e alle famiglie grottaferratesi in lotta con la malattia

La Città di Grottaferrata ha celebrato nella mattinata di oggi in piazza Cavour la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate.

Alla cerimonia hanno preso parte rappresentanti dell’Amministrazione e del Consiglio comunale, il comandante della stazione dei Carabinieri di Grottaferrata, Massimiliano Roccoli, rappresentanti della Polizia di Stato del Commissariato di Frascati e della Polizia Locale di Grottaferrata che come di consueto hanno deposto la corona d’alloro al monumento ai caduti rendendo omaggio alle vittime di tutte le guerre.

Il consigliere comunale Federico Pompili, delegato dal sindaco Luciano Andreotti ha pronunciato il discorso ufficiale: “Oggi è 4 Novembre e giustamente celebriamo l’unità di un Paese, l’Italia, che non solo si è compiuta attraverso conflitti sanguinosi che ha visto rimanere a terra, proprio nella Grande Guerra, oltre 650mila giovani soldati italiani e quasi 590mila civili in una guerra fatta di dolore nelle trincee, combattuta con i gas, con generali che mandavano a morire tanti ragazzi con assalti alla baionetta contro mitragliatrici.

Sono stati 41 mesi al termine dei quali – come si legge sul definitivo bollettino di guerra emesso il 4 novembre 1918 dal generale Diaz dopo la battaglia vinta a Vittorio Veneto  – uno dei più potenti eserciti del mondo è stato costretto a risalire in disordine e senza speranza le valli che avevano discese con orgogliosa sicurezza. Grazie al valore di quelle nostre truppe e alla prima coraggiosa resistenza delle popolazioni civili, l’Italia per la prima volta davvero si è potuta definire nazione intera e realmente unita: dal Piemonte alle Puglie  e da Trento e Trieste liberate fino alla Sicilia”.

Nella commemorazione, come tradizione, un saluto alla cittadina di Pozzuolo del Friuli alla quale Grottaferrata è legata da un Patto di Amicizia nato proprio in seguito all’ospitalità offerta nella cittadina dei Castelli Romani, durante la Grande Guerra, agli studenti friulani della scuola d’agraria.

“Il 4 Novembre di questo 2020, inoltre – proseguiva il discorso –  lo celebriamo con la preoccupazione e il doveroso impegno che tutti, come nazione, dobbiamo volgere a una battaglia non ancora vinta: quella contro la pandemia da Covid-19 che quasi 40mila connazionali in otto mesi ha visto morire, nella straziante tristezza di un isolamento e spesso senza la possibilità neppure del commiato pubblico dei riti riti delle esequie. Oggi più che mai dobbiamo ricordare anche le vittime di questa battaglia, restando vicini a tutti gli italiani e anche alle famiglie di nostri concittadini che stanno combattendo questa malattia che tanto dolore, anche sul fronte sociale, culturale e economico del Paese, sta generando”.

Tra coloro i quali sono in prima fila nella lotta alla pandemia da Covid-19 anche le Forze Armate alle quali la Città di Grottaferrata ha ribadito sostegno e vicinanza.

“Questo più di ogni altro slancio retorico deve essere oggi il monito e l’obiettivo per rendere attuale e davvero vivo l’anniversario del 4 Novembre” concludeva il discorso.

“Viva Grottaferrata, viva l’Italia e le nostre Forze armate, viva quel traguardo comune a tutti che veda un ritorno alla pienezza della libertà e della serenità in un pianeta fuori dalla pandemia affinché una nuova prosperità, nella pace e nella concordia, possa germogliare tra i popoli””. Lo rende noto l’Ufficio Stampa del Comune di Grottaferrata.

MARINO HA CELEBRATO  LA GIORNATA DELL’UNITA’ NAZIONALE E LA FESTA DELLE FORZE ARMATE.

“Esse sono l’impalcatura che sorregge e protegge lo Stato e l’intera Nazione” ha sottolineato il Sindaco Colizza.

Si è svolta mercoledì 4 novembre la Cerimonia di Commemorazione per i Caduti della Prima Guerra Mondiale promossa dal Comune di Marino.

Cerimonia che, in virtù delle Circolari restrittive a causa del COVID.19 della Prefettura di Roma pervenute nei giorni scorsi, ha visto svolgersi la sola deposizione della corona d’alloro alla memoria di tutti i Caduti e, in particolare, di quelli della prima Guerra Mondiale, alla presenza del Sindaco Carlo Colizza a nome dell’intera città di Marino.

Sono intervenuti  per l’Amministrazione comunale anche il Presidente del Consiglio Comunale Sante Gabriele Narcisi e gli Assessori Paola Tiberi e Barbara Cerro; per l’Arma dei Carabinieri il Comandante della Stazione di Marino L.te Simmaco  Vigilante, una  rappresentanza della CRI Colli Albani, della Protezione Civile Comunale e dell’Associazione nazionale dei Carabinieri in congedo.

Questo il testo del messaggio del Sindaco diffuso in concomitanza della importante solennità civile di ieri:

“Oggi 4 Novembre celebriamo le Forze Armate e i caduti per la Patria di tutte le guerre.

Un momento di raccoglimento e di gratitudine per chi, con onore, ha speso la sua vita per il bene della nostra Nazione e un omaggio a chi lo fa ancora oggi nei vari scenari internazionali, per portare aiuto alle popolazioni colpite dalle guerre e dagli scontri locali.

Le Forze Armate rappresentano l’impalcatura che sorregge e protegge lo Stato e l’intera Nazione. Oggi, ancor più di prima, sono portatori di un messaggio di pace, di aiuto concreto alle popolazioni, non solo in termini di beni di prima necessità ma anche strutturali, di costruzioni e ricostruzioni di paesi che subiscono la violenza cieca della guerra.

Onore ai caduti e onore anche ai vivi, a coloro che spendono la loro vita a servizio degli altri in nome del nostro popolo e della nostra Nazione.

Grazie a tutti voi, ai famigliari che vi sono vicini e che trepidano quando partite per le missioni. Che tutte le famiglie siano unite in questo momento e che la comunità si senta tale attorno alla bandiera tricolore e a questi uomini e donne che dedicano con abnegazione la loro vita a tutti noi””. Lo rende noto l’Ufficio Stampa del Comune di Marino.

8 Novembre – Anche Ariccia celebra la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

“Celebrata questa mattina (domenica 8 novembre ndr) ad Ariccia la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Nel corso della cerimonia, sobria, nel rispetto delle limitazioni imposte per il contrasto della diffusione del Coronavirus, il Sindaco Gianluca Staccoli ha deposto una corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti. Presenti all’iniziativa anche alcuni amministratori comunali”. Lo rende noto il Comune di Ariccia.

 

Print Friendly, PDF & Email