Le celebrazioni del 4 novembre sul territorio

0
723
4novembre
Celebrazioni 4 novembre
4novembre
Celebrazioni 4 novembre Zagarolo

Le celebrazioni del 4 novembre ai Castelli Romani e Città Metropolitana.

A Marino venerdì 4 novembre 2016 Cerimonia di commemorazione con scuole e associazioni:

Avrà luogo venerdì 4 novembre 2016 la manifestazione promossa dal Comune di Marino in occasione del 98° anniversario della fine della 1^ Guerra Mondiale, della Giornata dell’Unità Nazionale e della Festa delle Forze Armate.

L’iniziativa ha ricevuto il logo dalla Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed è inserita nel programma ufficiale delle Commemorazioni per il Centenario della Prima Guerra Mondiale.

Alle ore 10,00 partirà da Palazzo Colonna il Corteo che vedrà la partecipazione del Sindaco Carlo Colizza, degli Assessori e dei Consiglieri Comunali unitamente alle altre autorità civili, militari e religiose convenute.

Interverranno anche i rappresentanti delle Associazioni A.N.P.I. e A.N.P.P.I.A. oltre ad una nutrita rappresentanza degli alunni delle scuole pubbliche e paritarie del territorio.

Il Corteo percorrerà il centro storico della città fino ad arrivare a piazzale degli Eroi dove, alle 10.30 si terrà la Cerimonia di commemorazione ufficiale con la deposizione della corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti.

Anche Frascati celebra la Festa dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate:

Quest’anno, per celebrare il 97° Anniversario della Festa dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate il Commissario Straordinario Bruno Strati ha voluto coinvolgere anche le scuole del territorio e le Forze dell’Ordine. Il programma delle iniziative, previste per venerdì 4 novembre 2016, si aprirà alle ore 9 con le marce militari d’epoca, seguite dal Classico Concerto Bandistico “A. Panizza”, diretto dal M° Giuseppe Cimini, nelle strade del centro storico di Frascati. Proseguirà alle ore 10 nella Basilica Cattedrale di San Pietro Apostolo con la Santa Messa celebrata da S.E. Monsignor Raffaello Martinelli, Vescovo di Frascati, al termine della quale ci sarà il corteo fino al Monumento ai Caduti, in Piazza Guglielmo Marconi, per la deposizione della Corona d’alloro. A seguire, alle 11,30 nell’Aula Manga dell’Istituto Buonarroti di Frascati, in via Angelo Celli 1, le Forze dell’Ordine incontreranno i ragazzi delle prime classi degli istituti medi superiori di Frascati, per spiegare i compiti e le funzioni della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Anche a Zagarolo festeggiamenti del 4 Novembre, “Giornata dell’Unità Nazionale” e delle “Forze Armate”

Domani, Venerdì 4 Novembre, si commemora la festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Il 4 Novembre è l’anniversario dell’entrata in vigore dell’armistizio di Villa Giusti del 1918, col quale si fa coincidere convenzionalmente in Italia la fine della Prima Guerra Mondiale. Venerdì 4 Novembre, l’Associazione Arma Aeronautica, sezione di Zagarolo, e l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, sezione di Zagarolo, con il patrocinio del Comune di Zagarolo, organizzano una mattina di commemorazione con le scuole elementari, medie inferiori, Istituto professionale. Il programma della giornata prevede: • Ore 10.00 – Raduno degli alunni delle Scuole elementari, Medie inferiori, Istituto professionale e Liceo nel Piazzale Disfida di Barletta, Zagarolo. • Ore 10.15 – Raduno delle Autorità e delle rappresentanze civili, militari e religiose nel Piazzale Disfida di Barletta. • Ore 10.30 – Partenza corteo da Piazzale Disfida di Barletta fino a Piazza Indipendenza. Al termine del corteo verrà deposta e benedetta una corona d’alloro davanti al Monumento ai Caduti. Alla conclusione della cerimonia verrà offerto un aperitivo a tutti i partecipanti. “Questa ricorrenza, come da tradizione, vogliamo celebrarla con gli studenti di Zagarolo – spiega Lorenzo Piazzai, sindaco di Zagarolo. – Vogliamo che il messaggio di ripudio alla guerra cresca tra le nuove generazioni. Eventi come questi ci fanno riflettere sul dolore, sulle sofferenze e sui sacrifici che la guerra provoca. Mai come adesso la conoscenza del passato ci serve per non commettere passi falsi e per non trasformare nuovamente l’egoismo in sogni di potenza”.

4 NOVEMBRE, PALOZZI(FI): “PENSIERO SPECIALE PER FORZE ARMATE”

“Oggi (4 novembre ndr) è Giorno dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate. Una commemorazione importante, dall’elevato significato simbolico e istituzionale, per ricordare tutti coloro che sono caduti in battaglia per preservare la sicurezza del nostro Paese. Il mio pensiero fiero e riconoscente, inoltre, è rivolto a tutti quei soldati impegnati in missione oltre confine per tutelare i principi della democrazia e della legalità. Ma anche a tutti quegli uomini e quelle donne delle Forze Armate, impegnati in questi giorni ad alleviare le popolazioni, colpite dal terremoto in Centro-Italia. A loro va il mio profondo ringraziamento” così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio e coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi.

4novalbano
Celebrazioni 4 novembre ad Albano

Albano, cerimonie 4 novembre

L’Amministrazione Comunale di Albano Laziale insieme all’Associazione Combattenti e Reduci, all’Associazione Mutilati e Invalidi di Guerra, all’Associazione Carabinieri e all’Associazione Bersaglieri questa mattina, venerdì 4 novembre, nell’ambito della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, ha reso omaggio alla memoria di coloro che combatterono e caddero durante la Prima Guerra Mondiale. Le commemorazioni hanno avuto tre momenti: al Monumento ai Caduti a Cecchina, a Parco della Rimembranza ad Albano e infine a Palazzo Savelli dove è stata deposta una corona d’alloro alla lapide che ricorda i Caduti in guerra. Presenti, oltre ai rappresentanti istituzionali, alle autorità religiose e militari, anche i giovani studenti delle scuole del territorio. Il Sindaco Nicola Marini ha commentato: «Ricordiamo, come ogni anno, chi con il proprio sacrificio affermò i valori di libertà da cui sono nati i principi democratici su cui si fonda oggi il nostro Paese. La presenza dei ragazzi delle nostre scuole è significativa. Loro sono i cittadini di domani, i futuri custodi della nostra memoria. Un saluto e un doveroso ringraziamento – ha concluso il primo cittadino – a tutti i militari italiani impegnati nelle missioni di pace nel mondo e che rischiano la vita in contesti complessi».

Print Friendly, PDF & Email