Le invasioni creative dell’ATCL coinvolgono i Castelli Romani

0
966
ricfestival
Ric Festival
ricfestival
Ric Festival

Dal 29 novembre al 16 dicembre, eventi, spettacoli, enogastronomia, arte e sociale con: Ascanio Celestini, Eleonora Danco, Franco Cordelli, Gianmarco Tognazzi, Massimo Wertmuller, Ambrogio Sparagna e altri.

Un cross over tra le discipline artistiche, le identità dei luoghi, la cultura urbana e contadina, le aree del disagio psico-fisico, il mondo della scuola. Questo è Castelli Romani Invasioni Creative, un evento che racchiude al suo interno molteplici eventi che fanno della contaminazione e della contiguità tra aree diverse un aspetto positivo. E che vedrà protagonisti grandi nomi della cultura e dello spettacolo dal vivo, come Ascanio Celestini, Eleonora Danco, Franco Cordelli, Gianmarco Tognazzi, Massimo Wertmuller, Ambrogio Sparagna e altri ancora. Si parte il 29 novembre con il coinvolgimento delle scuole e per 15 giorni ci saranno eventi, spettacoli, enogastronomia, incontri sull’arte e con il sociale, senza dimenticare il terzo settore.

«Si tratta di un progetto pluriennale, che prende le mosse da un’accurata indagine, sociale, culturale ed economica, sulle potenzialità inespresse del territorio dei Castelli Romani. La ricognizione è stata effettuata attraverso una approfondita analisi che ha evidenziato criticità latenti e individuato le possibili azioni per rinsaldare i legami di coesione identitari di una società in repentino mutamento, anche al fine di riproporre una immagine competitiva sul mercato domestico e internazionale del turismo “selettivo” con riflessi anche occupazionali».

L’area interessata è quella dei Castelli Romani, un territorio con un patrimonio di storia, tradizioni, risorse naturalistiche e con una forte presenza evocativa in ogni ambito artistico. I “Castelli” sono una delle aree più ricche di reperti archeologici e storici del Lazio, e presentano una varietà di aree naturalistiche e di biodiversità da tutelare, come il sistema di colture che evocano prodotti che fanno parte dell’immaginario collettivo. Le “colline romane” che affascinarono scrittori come Stendhal, Goethe, Byron e che fecero di questa zona la meta del Grand Tour, possono ancora esercitare un irresistibile richiamo, attraverso una nuova visione integrata in cui l’espressione vivificatrice dello spettacolo dal vivo diventa strumento di valorizzazione del patrimonio: storico, culturale, rurale ed enogastronomico.

Il progetto sarà diviso in diverse macro sezioni, ognuna delle quali sarà declinata in varie attività e in diverse giornate. Le sezioni sono: «Verso “Le Tuscolane”, Festival del Teatro Studentesco: Il teatro incontra la scuola», «Vivicultura», «Arte e Castelli», «Cultura in Cucina: incontri artistici inconsueti», «I Dipartimenti di salute mentale: lo spettacolo per una società inclusiva», «Seminario di studio “Arteterapia: esperienze a confronto”».

Castelli Romani Invasioni creative è a cura dell’Associazione Teatrale Fra i Comuni del Lazio, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, il Ministero della Salute, la Regione Lazio, la Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini, l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, l’Asl Roma H, la Res Castelli Romani, il Gal Castelli Romani e Monti Prenestini, la Condotta Slow Food Frascati e Terre Tuscolane.

PROGRAMMA

Verso “Le Tuscolane”, Festival del Teatro Studentesco: Il teatro incontra la scuola

29 novembre, IP Pedemontana, Palestrina, Lisistrata

2 dicembre, IT Michelangelo Buonarroti, Frascati, Io, Epica-Le donne del Mito

5 dicembre, IT Enrico Fermi, Frascati, La Favola di Amore e Psiche

7 dicembre , Liceo Scientifico Bruno Touschek, Grottaferrata, Rudens,

Incontri “ravvicinati” con Edoardo Bellingeri Ascanio Celestini, Eleonora Danco, Edoardo Siravo

Vivicultura

Lunedì 12 dicembre, ore 17

I Musei raccontano attraverso gli scrittori… Alla scoperta dei Castelli”

Carmen Pellegrino, Yari Selvetella, Andrea Caterini, Paolo Di Paolo, Angela Bubba, Giulia Villoresi. Coordinamento: Franco Cordelli, Andrea Di Consoli

Zagarolo, Sala delle Bandiere, Palazzo Rospigliosi

Arte e Castelli

Mercoledì 14 dicembre, ore 17

Incontro pubblico con Marina Formica e Carmelo Occhipinti – Università degli Studi di Roma Tor Vergata Roma, Fiorenza Rangoni – Università degli Studi Roma Tre, Claudio Strinati, storico dell’arte. Frascati, Mura del Valadier

Cultura in Cucina: incontri artistici inconsueti

Venerdì 2 dicembre, ore 19 Ambrogio Sparagna, Che se mangiò la Zita

Giovedì 15 dicembre, ore 19 Gianmarco Tognazzi, L’abbuffone. Immagini, racconti e ricette…

Antonella Canini, biologa, Le spezie del Tuscolo e l’orto botanico

Ernesto Di Renzo, antropologo, Storia alimentare e della cucina

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Roma

Frascati, Antica Pergola, Ristorante Cacciani

I Dipartimenti di salute mentale: lo spettacolo per una società inclusiva

Domenica 4 dicembre, ore 18.30 Spettacolo La Gente di Cerami, regia di Norma Martelli, con Anna Ferruzzo e Massimo Wertmuller, musiche di Nicola Piovani

Mercoledì 7 dicembre, ore 17

Dipartimento di Salute Mentale, Centro Diurno di Frascati presenta

Atelier du Mouvement in 1943

C.o.s.m.i.c* Sband, Coro e orchestra per la salute mentale e l’integrazione comunitaria in

Simmo Pazzi? Sconcerto di musica per altre orecchie

Martedì 13 dicembre, ore 11

Dipartimento di Salute Mentale, Centro Diurno di Pomezia presenta Mente in Corto

Cortometraggio Dentro una goccia (2014)

Cortometraggio La nave dei vizi (2016)

Albano, Teatro Alba Radians

Seminario di studio “Arteterapia: esperienze a confronto”

Venerdì 16 dicembre, ore 10,30

Incontro di operatori socio sanitari e assistenziali dei Centri di Salute Mentale e Centri Diurni della Asl Roma H, docenti scolastici, esperti, operatori culturali

Albano, Salone Conferenze, Musei civici – Museo Archeologico di Villa Ferrajoli

Print Friendly, PDF & Email