Le pagine di me di Anastasia Lucantoni

Un viaggio profondo attraverso gli occhi di una giovane scrittrice di Ariccia, Anastasia Lucantoni, che esordisce con il suo primo libro.

0
251
le_pagine_di_me
Le pagine di me

“Il lento respiro è la chiave di un’anima pura.” Con questa frase, vorrei spingere le persone a fermarsi un istante, a respirare forte, respiri profondi nei quali prendere tutte le negatività che aleggiano nei loro cuori e buttarle fuori. Così Anastasia Lucantoni parla nel suo libro. Il testo è stato scritto per attrarre quelle persone che l’autrice non trova serene nel nostro mondo frenetico, invitandole a concentrarsi sulle piccole cose e a dargli valore. Una guida sincera che allenta le tensioni e accompagna alla riflessione sull’importanza di vivere al meglio le nostre giornate, con affermazioni coincise e dirette. Proprio da alcune frasi che Anastasia produceva, utilizzando il canale della scrittura per comunicare, è nata in lei l’idea di approfondire quei concetti e renderli concreti, per poi condividerli. Decisivo è stato l’appoggio e l’incoraggiamento del progetto da parte della mamma, che l’autrice ringrazia sinceramente insieme al papà e alla sorella. Dopo un lungo lavoro finalmente Anastasia è riuscita a tenere in mano una copia del suo libro il giorno di Natale del 2019, con grande emozione e soddisfazione. Si sente gratificata per il riconoscimento del suo lavoro e i tanti riscontri positivi che raccoglie ogni giorno dai lettori. Lo scorso giovedì 30 Gennaio “Le pagine di me” è stato presentato al comune di Velletri, durante il convegno di sensibilizzazione sulla disabilità e l’inclusione “Ti presento il mio amico”. La professoressa Monica Brandizzi, insegnante e direttore tecnico XISTOS di Velletri, ha svolto il ruolo di relatrice e nel suo intervento ha ringraziato Anastasia perché ci ha donato una cosa che ci fa bene. Dunque, un libro da leggere e da diffondere, perché è nato con questo obiettivo: parlare per tutti.

Print Friendly, PDF & Email