Libertas Genzano femminile travolta a Formello 3 a 0

0
1182
Sabrina Sulmonte
Sabrina Sulmonte - Libertas Genzano
Sabrina Sulmonte
Sabrina Sulmonte – Libertas Genzano

Dopo oltre un mese e mezzo di preparazione e di test in amichevole, si comincia finalmente a parlare di gare ufficiali e punti in classifica. Il campionato di Serie C Femminile si preannuncia quest’anno particolarmente duro, con 2 gironi ricchi di formazioni blasonate con numerosi elementi di grande valore. La Libertas si presenta al via profondamente rinnovata, avendo dovuto “sostituire” le due alzatrici Pucci e Mitri e due martelli di valore come Ciurlante e lo storico capitano Francesca Della Bina, quest’ultima decisa ormai a chiudere la carriera agonistica. Durante l’estate sono arrivate Federica Barbato dal Cisterna e Alice Salvatori da Albano (ambedue ottime palleggiatrici), è rientrata alla base una motivatissima Cristina Ciafrei ed abbiamo acquisito tutta la classe e l’esperienza di Ilenia Bardi, numerosi campionati di B alle spalle, che ha deciso di abbracciare la nostra causa con grande serietà e disponibilità. A completare la rosa, con grande voglia di far bene, Nicole Zampetti, l’anno scorso ad Ariccia. Fa parte del gruppo anche Silvia Cimino, schiacciatrice tanto brava quanto sfortunata, che durante la preparazione ha subito un brutto infortunio al ginocchio: ne avrà ancora per un bel po’ ma noi l’aspettiamo con ansia e tifiamo calorosamente perché si ristabilisca in pieno.

Rodaggio quindi particolarmente impegnativo, con coach Lococo a ricostruire gli equilibri di una squadra nuova per metà ed alle prese con un campionato di categoria superiore come la Serie C. Il gruppo ha poi lavorato molto bene, forte di un rapido affiatamento agevolato da atlete serie e consapevoli delle grandi responsabilità che le attendono.

Esordio sulla carta non proprio agevole, contro una Volley Formello sicuramente tra le candidate ai piani alti della classifica, squadra rodata e già lo scorso anno protagonista di un campionato di tutto rispetto. Se, appunto, si pensava ad un inizio impegnativo, la realtà dei fatti ha superato ogni più pessimistica previsione, con la squadra di casa che ha addirittura spadroneggiato, imponendo un gioco terribilmente efficace contro cui nulla ha potuto il Genzano, a tratti addirittura surclassato.

Le ospiti scendono in campo con Barbato alzatrice e Sulmonte opposto, Capogna e Risa centrali, Ciafrei e Degoli schiacciatrici e Cenciarelli libero. Inizialmente in panchina la Bardi per un leggero fastidio al ginocchio.

L’inizio è da brividi: pronti via ed il Formello vola 7/0 ed 11/1, per arrivare fino al 16/7 ed infilare poi una striscia di 7 punti che porta il punteggio sul 23/7 e sul 25/9 finale. Un incubo sotto tutti i punti di vista con le biancazzurre castellane prese letteralmente a pallate, inspiegabilmente rinunciatarie ed incapaci di qualsiasi pur minima reazione. Il secondo set regala una piccola illusione iniziale con il Genzano che si porta avanti 8/5 e 9/7 ma, purtroppo, si tratta solo di un fuoco di paglia. Le padrone di casa riprendono il filo del gioco e con un break di 13 punti mettono a nudo tutte le attuali mancanze delle genzanesi che non riescono a trovare le giuste posizioni in campo e sono assolutamente inefficaci in attacco: è 25/14 per il Formello, nonostante sette errori-punto commessi. Dentro anche Bardi e Salvatori ma tra campo e panchina non ne va bene una. Terzo set in equilibrio fino a 5 poi il Formello, pur senza dannarsi l’anima, spinge sull’acceleratore e si porta 12/6 e 17/10 fino a chiudere set e partita con il parziale di 25/13 in meno di 70 minuti. Arbitraggio ottimo.

Un esordio, dicevamo, terribile. Forse una delle partite più brutte mai (non) giocate dal Genzano negli ultimi anni: una squadra troppo brutta per essere vera. Non sarà certamente un campionato agevole e non è proprio questo il modo di affrontarlo ma facciamo in modo di prendere questa partita con tutti i distinguo del caso: la squadra ha ottime potenzialità e può disputare una Stagione più che dignitosa. Ci aspettavamo che il rodaggio fosse più lungo del previsto ma l’impegno delle atlete è indiscutibile e la giusta condizione mentale da parte di tutti renderà sicuramente le cose più semplici. Adesso c’è da voltare immediatamente pagina, magari provando a sfruttare al massimo le due gare interne che il calendario ha riservato: sabato 26 alle 18 fara visita a Genzano l’Assitech 2000 Sant’Elia (Frosinone) e tra le mura amiche della palestra Marchesi si cercherà di ritrovare lo spirito giusto ed il gioco migliore per rimetterci in carreggiata. Anche con l’aiuto di una fedelissima tifoseria.

VOLLEY FORMELLO / LIBERTAS GENZANO   3/0  (25.9 – 25.14 – 25.13)

VOLLEY FORMELLO:       Rossi, Napoli, Dotti, Pasquini, Meronti, Testa M, Scoppetti, Ceccarini, Testa G, LorenzoBernardone, Carloni (K), Mastrocesare (L). Allenatrice Donatella Di Filippo.

LIBERTAS GENZANO:      Barbato, Bardi 3, Capogna (K) 2, Ciafrei 5, Costa 2, Degoli 6, Giallonardi n.e., Mirabelli, Risa, Salvatori, Sulmonte 1, Cenciarelli (1.L), Soldati (2.L). Allenatore Giorgio Lococo.

Arbitri:   Eleonora D’india e Stefano Caretti di Roma.

Print Friendly, PDF & Email