L’impegno del Parco per la tutela della fauna selvatica

Tra gli obiettivi primari di un’area naturale protetta c’è la tutela della fauna selvatica, di fondamentale importanza per il mantenimento della biodiversità

0
85
allocco
Allocco

Tra gli obiettivi primari di un’area naturale protetta c’è la tutela della fauna selvatica, di fondamentale importanza per il mantenimento della biodiversità. In questo contesto si rafforza sempre di più il sodalizio del Parco dei Castelli Romani con il Centro di Recupero per la Fauna Selvatica “Il Nostro Regno degli Animali”. È di qualche giorno fa, il breve video sulla nostra pagina facebook, che ritrae momenti relativi alla liberazione di esemplari curati nel Centro di recupero dal dottor Umberto Cara. All’interno di un Parco in cui la pressione antropica è piuttosto forte, non è raro imbattersi in esemplari feriti o in difficoltà. In questi casi è bene sapere come comportarsi, per non peggiorare la situazione e riuscire a recuperare gli animali. Per quanto riguarda uccelli e cuccioli, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, ha pubblicato un vademecum con regole e comportamenti da seguire, così come un opuscolo pubblicato dalla LIPU contiene le linee guida utili per prestare un primo soccorso agli esemplari in pericolo. La scorsa settimana, all’interno del bosco di Villa Barattolo, sede del Parco dei Castelli Romani, sono stati rimessi in libertà un gheppio e un allocco, un momento sempre importante ed emozionante per chi ha a cuore la natura e si prodiga ogni giorno per salvaguardarla e, per gli animali che riescono a riconquistare la propria libertà nel loro ambiente naturale.

Print Friendly, PDF & Email