L’Innova Carlisport Ariccia vince il memorial Luciano Lommi

0
841
carlisport vince il memorial Lommi
L'Innova Carlisport Ariccia conquista il memorial Lommi
carlisport vince il memorial Lommi
L’Innova Carlisport Ariccia conquista il memorial Lommi

E’ stata una splendida giornata, di cui probabilmente avrà sorriso da lassù anche lui. L’Innova Carlisport ha ricordato sabato scorso la figura di Luciano Lommi, massaggiatore e autentico “uomo spogliatoio” della squadra ariccina fino a poco più di un anno fa, quando il destino lo ha strappato ai suoi cari e ai suoi amici. «Ci tenevamo a tenere la Coppa dedicata a Luciano nella nostra bacheca». Le parole, come al solito leggere ma toccanti, sono di mister Mauro Micheli che ha visto la sua squadra battere la Roma Torrino Futsal (la società nata dalla fusione tra Brillante e Torrino) per 1-0 e aggiudicarsi il memorial grazie alla rete decisiva di capitan Taloni. «Quella di Luciano è stata davvero una perdita pesante – dice Micheli che poi racconta un particolare -. L’anno scorso abbiamo iniziato la stagione poco dopo la sua scomparsa ed eravamo in grande difficoltà di risultati. Ecco, in quel frangente a maggior ragione a tutto il gruppo è mancata la presenza di un uomo capace di sdrammatizzare e di tirare su di morale tutto l’ambiente col suo modo di comportarsi. Certamente ripeteremo giornate come questa perchè Luciano sarà sempre parte della storia della Carlisport». Passando a parlare di questioni tecniche, l’allenatore si mostra preoccupato. «Mi aspettavo che fossimo più avanti a questo punto della preparazione – sottolinea Micheli -. Dobbiamo lavorare ancora molto sui meccanismi di gioco e sulle poche soluzioni da palla inattiva su cui abbiamo insistito finora». E sabato il calendario offre subito all’Innova Carlisport un avversario di primo livello. «Faremo visita al Prato Rinaldo che è la mia favorita numero due per la promozione diretta, dopo la Futsal Isola e probabilmente un gradino sopra ad Acquedotto e Foligno. Forse è meglio iniziare con un’avversaria del genere perc hè almeno capiremo subito a che punto siamo».

Print Friendly, PDF & Email