Anche l’M5S chiede ricorso contro Imu sui terreni agricoli

0
916
genzano
Genzano di Roma
genzano
Vista di Genzano di Roma

Dopo il consigliere comunale Fabio Papalia, anche il Movimento Cinque Stelle di Genzano sollecita l’amministrazione comunale al fine di aderire al ricorso promosso dall’Anci in merito alla rivisitazione dei criteri con cui è stata rimodulata dal Governo Renzi l’Imu sui terreni agricoli, con particolare riferimento alle nuove indicazioni sui cosiddetti Comuni montani.

“Il 28 novembre 2014 il Ministero dell’Economia – si legge in una nota diramata dal M5S Genzano – ha emanato un decreto attuativo del famoso provvedimento economico degli “80 euro” in cui si prevede una sostanziale rivisitazione dell’IMU sui terreni agricoli.

Tale disposizione prevede infatti che a ricadere in questa ulteriore tassa, siano i terreni agricoli al di sotto dei 600 metri sopra il livello del mare, calcolando questa altimetria sul posizionamento del Palazzo Comunale.

Genzano rientra quindi a pieno titolo tra questi comuni e tutti i proprietari di terreni destinati ad uso agricolo si vedranno gravati da questa ulteriore imposta, con solo alcune esenzioni relative ai coltivatori diretti e agli imprenditori agricoli.

Questa norma ha destato enorme indignazione, soprattutto – continua il Movimento Cinque Stelle – considerato che servirà in parte a finanziare proprio quegli 80 euro in più in busta paga con cui l’attuale Governo ha fregiato l’attuale reggenza.

In sede di approvazione della legge di Stabilità, il Movimento 5 stelle ha presentato un ordine del giorno volto a ribadire l’inopportunità di tale norma.

A questo va aggiunto l’invito dell”Associazione Nazionale dei Comuni, con una lettera del 17 dicembre indirizzata a tutti i Sindaci del Lazio, a dare il proprio assenso, gratuitamente, al ricorso amministrativo avverso il procedimento di calcolo adottato dal DM 66/2014.

Riteniamo opportuno che il Comune di Genzano aderisca a pieno titolo a questa iniziativa entro il termine ultimo dell’ 11 gennaio – conclude la nota – e dia un forte segnale contro l’ennesima vessazione perpetrata nei confronti dei cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email