Lo scrittore Marco Onofrio si è iscritto al PCI

Mauro Alboresi, segretario del Partito Comunista Italiano, consegna la tessera del Partito allo scrittore romano Marco Onofrio

0
145
marco_onofrio
Marco Onofrio

A margine di una riunione nazionale, il segretario del PCI, Mauro Alboresi, ha consegnato la tessera 2019 del Partito Comunista Italiano allo scrittore, intellettuale a tutto tondo, dr. Marco Onofrio. Per l’occasione, erano presenti oltre che numerosi esponenti della segreteria nazionale tra cui il responsabile del Dipartimento Cultura, Alex Hobel, Francesco Valerio Della Croce ed Edoardo Castellucci, anche i segretari regionale del Lazio, Oreste della Posta, della Federazione Castelli, Andrea Sonaglioni, e della sezione di Marino, Stefano Enderle.

Marco Onofrio, partendo da un aforisma che cita “dalle macerie di una casa, si comprende la grandezza dell’idea che la sosteneva”, ricorda ai presenti che in effetti egli “da sempre è stato, e si è considerato comunista. Ma a latere, svolgendo in parallelo la stessa battaglia per il rispetto degli uomini e dell’umanesimo. Infatti – chiosa Onofrio – chiedendomi, giunto a questa mezza età, chi rappresentasse oggi l’idea di totale rivolgimento di cui necessita questa società, proprio a difesa dell’umanesimo costruito nei secoli come valore laico, mi sono risposto che la via d’uscita è l’idea comunista. I comunisti ora sconfitti, ma senza fallimento alcuno dei valori e dell’idea forte. Per questo – conclude – ringrazio i compagni di Marino, della Federazione Castelli ed il Partito tutto di aver accolto la mia richiesta. Ora c’è bisogno di mettersi a disposizione in prima persona, ed è quello che sto facendo, invitando tanti altri intellettuali in Italia a fare altrettanto. La ricostruzione del Partito Comunista Italiano è quello di cui oggi il Paese, gli italiani e il futuro hanno necessità”. Durante il cordiale incontro, Mauro Alboresi ha avuto modo di commentare: “Benvenuto compagno Onofrio. Ti accogliamo a braccia aperte, non solo perché ne hai fatto richiesta e consenti a noi di avere già per questo accresciuta la nostra forza. Ma, anche perché questa tua scelta, conferma una adesione diffusa di nuove forze, anche altri scrittori ad esempio, che ci fanno ben dire che si, noi abbiamo dalla nostra molte ragioni. Anche se non abbiamo una grande forza al momento, anche se abbiamo necessità di veder crescere le capacità di presenza per la visibilità delle nostre proposte, ciononostante, la qualità della tua, come delle nuove adesioni, già contano, come tu stesso hai offerto, sulla disponibilità a fare cose localmente, nella regione Lazio ma anche a livello nazionale per le capacità che vorrai apportare al partito. E stanne certo, questa tua disponibilità sarà colta immediatamente e diffusamente dal nostro partito.“.

Lo stesso segretario regionale del Lazio, Oreste della Posta ha commentato: “Del resto crediamo non sfugga a nessuno che l’importanza della scelta comunista, in modo organizzato, oltre che di vicinanza ideale già da tempo, compiuta da Marco Onofrio è un segno di cui i nostri tempi, questa fase storico-politica, hanno una vera necessità. Con metà dei cittadini che hanno abbandonato perfino l’uso democratico del voto; con la drammaticità delle mille povertà oltre che dal precariato che trafigge l’orizzonte del futuro di ognuno; è davvero un’orma forte la scelta di un uomo di cultura nello schierarsi contro le indifferenze, contro i pressapochismi, contro il populismo becero cavalcato prima da certo PD e poi galoppante dalle destre e dal Governo M5S e Lega.”.

Ora questo ingresso, che crediamo non passerà inosservato, ed anzi, auspichiamo sia foriero di altre numerose adesioni e coinvolgimenti, mette già in campo, come detto dalle stesso Marco Onofrio, sia a livello locale del comune di Marino, sia degli amati Castelli romani come del Lazio tutto, un impegno che non si sottrarrà neppure nell’impegno nazionale.

Marco Onofrio (Roma, 1971). Dopo la laurea in Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea, si è dedicato al giornalismo e poi, integralmente, alle attività letterarie e culturali. Scrittore e critico letterario, ha pubblicato circa cinquemila pagine di opere (poesia, narrativa, saggistica, teatro: in totale, ad oggi, 31 libri), nonché centinaia di articoli e recensioni. Ha partecipato come ospite a trasmissioni radiofoniche e televisive di carattere culturale presso la RAI, emittenti private e web radio. Ha conseguito oltre 40 riconoscimenti letterari, tra cui il “Montale”, il “Carver”, il “Farina”, il “Città di Sassari”, il “Città di Torino”, il “Pannunzio”, il “Viareggio Carnevale” e il “Simpatia”. Svolge anche attività di editor e consulente in campo editoriale. Ha collaborato come autore e critico ai blog letterari “L’ombra delle parole” e “La presenza di Erato”. Attualmente è autore e amministratore del blog letterario “Del cielo stellato”.

 

Print Friendly, PDF & Email