Lorenzon ringrazia il mondo del volontariato genzanese

Il Sindaco di Genzano Daniele Lorenzon a margine della giornata dedicata al volontariato di Protezione Civile di domenica 15 Aprile

0
134
protezionecivile
Protezione Civile di Genzano

Un modo per esprimere gratitudine e dare il giusto riconoscimento all’attività che il volontariato di Protezione Civile comunale ha svolto negli anni, ma anche un’opportunità per approfondire tutti gli aspetti che riguardano gli sviluppi del sistema di Protezione Civile e per stimolare i cittadini, in particolare i più giovani, a un ruolo attivo nel campo della prevenzione. Questo il senso della I Giornata del Volontariato di Protezione Civile di Genzano di Roma svoltasi domenica 15 aprile a piazza Frasconi.

Un’occasione per incontrare i tanti volti del volontariato di Protezione civile, fare il punto sulle attività svolte e pianificare gli impegni futuri.

Il Sindaco col suo saluto ha dato l’avvio alla giornata di festeggiamenti, che mira a “sensibilizzare i cittadini su queste tematiche importanti nonché introdurre, attraverso un linguaggio che ruota attorno alle parole chiave di previsione, prevenzione e sicurezza, la struttura organizzativa della Protezione civile e l’importanza del volontariato quale espressione di cittadinanza attiva, solidale e responsabile”.

Nel suo intervento il primo cittadino ha evidenziato il ruolo “fondamentale” che viene svolto dal volontariato: “donne e uomini che decidono di dedicare del tempo agli altri e lo fanno in un momento particolarmente delicato: quando le persone si trovano coinvolte in eventi drammatici. Si tratta di una forza straordinaria che solo i volontari portano con sé. Nelle emergenze non servono eroi, ma persone umili che lavorano con serietà e preparazione, unite da un obiettivo comune”.

Ma se nell’immaginario comune si identifica il volontario con il suo coinvolgimento nelle situazioni di emergenza, “in realtà le attività svolte nel quotidiano sono molteplici: monitoraggio, previsione e prevenzione delle ipotesi di rischio – ha continuato il Sindaco Lorenzon –. Tra le attività ‘in ordinario’ mi piace evidenziare il supporto in occasione di eventi importanti per la nostra comunità: dall’Infiorata alla Festa del pane, senza dimenticare l’aiuto concreto fornito in occasione del Carnevale, quando a chiusura dei festeggiamenti viene bruciato Re Carnevale in totale sicurezza grazie alla presenza dei nostri volontari. I volontari di Genzano hanno curato un progetto di formazione nelle scuole, per insegnare ai cittadini di domani la cultura della sicurezza e della prevenzione, favorire l’acquisizione di comportamenti sicuri, sviluppare l’altruismo e la solidarietà verso chi si trova in difficoltà, far maturare il senso etico e l’impegno civile saper intervenire in situazioni di emergenza”.

L’Amministrazione di Genzano di Roma, che ha a cuore il benessere e la sicurezza dei propri cittadini, è molto attenta alla prevenzione e alla tutela della salute pubblica. Ha aderito alla campagna nazionale ‘Io non rischio’ promossa dal Dipartimento di Protezione Civile per formare un volontario più consapevole e specializzato e avviare un processo che porti il cittadino ad acquisire un ruolo attivo nella riduzione dei rischi; si è impegnata nella realizzazione e nell’attuazione del Piano di emergenza comunale, predisponendo la ‘microzonazione sismica’ del territorio comunale, che rappresenta su scala molto dettagliata le zone stabili e quelle soggette a instabilità in caso di terremoto, secondo le integrazioni richieste dall’Agenzia Regionale di Protezione Civile. Il Piano di emergenza comunale disciplina le procedure operative da mettere in campo in base al tipo di emergenza e individua i soggetti responsabili delle varie funzioni: è uno strumento operativo di pianificazione indispensabile per gestire gli eventi calamitosi che possono verificarsi sul territorio. Non si tratta di un documento per gli addetti ai lavori, ma di un vero e proprio vademecum a disposizione dei cittadini, che consente di conoscere i rischi della realtà locale e al tempo stesso diffonde conoscenza anche nel campo della gestione del rischio. Il Piano è on-line, è uno strumento in continua evoluzione e sempre consultabile dai cittadini.

Tutte le attività – dall’assistenza alla cittadinanza e alle forze dell’ordine agli interventi in caso di calamità naturali, dalla formazione alle attività di monitoraggio ambientale – vengono svolte grazie alla dedizione degli operatori impegnati su base esclusivamente volontaria, garantendo una disponibilità h24. Basta citare l’entità degli interventi effettuati nel 2017: 97 antincendio; 23 dovuti al maltempo (allagamenti, spargimento sale, rimozione alberi e oggetti pericolanti) e 1 sisma.

Il Dirigente della Sala Operativa regionale, Carlo Costantini, ha ringraziato i funzionari e i volontari della Protezione Civile per “l’impegno dimostrato, sempre al servizio dei cittadini. Se è stato possibile affrontare le emergenze durante lo scorso anno è solo grazie alla tenuta complessiva del sistema a cui il volontariato organizzato ha fornito un contributo decisivo”. Costantini ha poi elogiato “l’entusiasmo, la dedizione e la professionalità” del volontariato, ricordando “l’unicità della struttura della Protezione civile, di cui i volontari sono una parte fondamentale. Basti pensare che solo nella regione Lazio sono presenti oltre 500 tra gruppi comunali di volontariato e associazioni riconosciute”.

Il Dirigente responsabile del Servizio volontariato, Massimo La Pietra, ha concluso la parte ufficiale della Giornata del Volontariato, sottolineando che “i volontari rappresentano la forza più rilevante di tutte le strutture operative della Protezione Civile”. La Pietra si è poi soffermato sul nuovo Codice di Protezione Civile – approvato lo scorso gennaio ed in vigore da febbraio –, che “definisce la partecipazione attiva della cittadinanza incoraggiandone l’adesione al volontariato” e ha ringraziato l’Amministrazione comunale “per aver aggiornato il Piano di emergenza comunale. Adesso però bisogna passare alla fase successiva: il Pec va vissuto e conosciuto da tutti i cittadini e in questa direzione il volontariato può aiutare. I cittadini hanno il diritto di essere informati, e al tempo stesso il dovere di adottare alcune norme di comportamento idonee alle varie situazioni di emergenza”.

A questo proposito il Comune di Genzano di Roma ha già previsto la realizzazione di attività formative ed esercitative che coinvolgeranno volontariato e cittadinanza.

Oltre all’aspetto formale e istituzionale, la I Giornata del Volontariato è stata soprattutto una grande festa collettiva: mostre fotografiche e video delle attività svolte nel corso negli ultimi anni dai volontari della Protezione Civile, esposizione degli automezzi utilizzati, ma anche musica, animazione e trucca bimbi.

L’evento è stato anche l’occasione per la consegna ai volontari di disegni e cartelloni realizzati dai bambini delle scuole primarie Pascoli e Manzoni raffiguranti alcune delle emergenze calamitose che hanno coinvolto il territorio negli ultimi anni e che hanno visto la partecipazione in prima fila del nostro gruppo volontario, con lo scopo di portare avanti i valori di impegno civile e di solidarietà. Consegnata anche una targa di riconoscimento da parte dell’Amministrazione comunale per la disponibilità e la collaborazione prestate non solo durante le emergenze ma nella presenza quotidiana a fianco della collettività.

Sentita e partecipata dalla cittadinanza, la manifestazione diventerà un appuntamento annuale di riflessione e valorizzazione del volontariato con l’obiettivo di diffondere le buone pratiche di Protezione Civile e sensibilizzare i cittadini sul tema della prevenzione.

 

 

Print Friendly