Lotta allo spaccio, un arresto anche a Velletri

Continua senza sosta il contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti in tutto il territorio della provincia capitolina

0
765
esquilino
esquilino

“Roma. Prosegue la lotta al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti da parte della Polizia di Stato. 14 le persone arrestate e un denunciato. Oltre 13 mila euro in contanti sequestrati e 2 chili e 800 grammi tra cocaina, marijuana, hashish. Sequestrata anche “GBL” – droga dello stupro – e “Popper”.

Continua senza sosta il contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti in tutto il territorio della provincia capitolina da parte della Polizia di Stato.

Sono state le serrate indagini condotte dagli investigatori del commissariato di Velletri, diretto da Luca De Bellis, a portare all’arresto di D.C.F., veliterno di 22 anni responsabile di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.  Quando gli agenti della Polizia di Stato, durante un appostamento, l’hanno fermato per un controllo, il giovane si è mostrato insofferente e nervoso. Da qui la decisone dei poliziotti di procedere alla perquisizione del suo appartamento. Durante il controllo, è stato rinvenuto e sequestrato circa 1 kg. e 800 grammi di cocaina suddivisa in varie confezioni, nonché il materiale per il confezionamento delle dosi. Al termine del servizio, il ragazzo è stato condotto negli uffici di polizia e, dopo le formalità di rito, è stato condotto in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

S.S. 51enne di origini calabrese, è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Appio, diretto da Pamela De Giorgi:  l’uomo nascondeva in casa  3 flaconi da un litro ciascuno, contenenti stupefacente GBL, detta “droga dello stupro” e numerose pasticche di “viagra” e “cialis”. All’interno del frigo  sono stati rivenuti invece alcuni flaconi di “Popper”, una droga inalante. All’interno della camera da letto nascosti tra i vestiti, è stata rinvenuta la somma di 5590 euro e nella cassetta di scarico del bagno, all’interno di un guanto in lattice, ulteriori  2 mila euro, tutti in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività illecita.

appio_droghe
Appio droghe

Gli agenti del commissariato Esquilino, diretto da Stefania D’Andrea, a seguito di una serrata attività investigativa hanno arrestato 4 persone nella medesima giornata per il reato di spaccio e detenzione di sostanza stupefacente in concorso. I primi due, M.C. cittadino italiano di 21 anni e P.G. cittadina italiana di 20 anni. Durante un servizio di appostamento, i poliziotti avevano notato una coppia di ragazzi nei pressi del sottopasso della stazione ferroviaria Serenissima, che veniva avvicinata da un uomo, il quale consegnava alla ragazza dei soldi, mentre il complice, si allontanava  in direzione di una siepe, dalla quale prelevava un involucro che poi consegnava all’uomo. A questo punto gli investigatori bloccavano i tre ragazzi, l’acquirente consegnava spontaneamente 2,5 grammi di marijuana, mentre nella disponibilità del ragazzo veniva trovata una banconota da  20 euro ed un coltello a serramanico, mentre nel portafoglio della donna alcune banconote per un totale di 50 euro. Nella vegetazione da cui i due spacciatori si “servivano”, venivano recuperati 3 grammi di cocaina. Il M.C., è stato anche denunciato per porto abusivo di armi da taglio. E sempre nella medesima località qualche ora più tardi gli agenti dell’Esquilino hanno arrestato altri due giovani, due romani di 22 e 23 anni colti in flagranza durante lo scambio di stupefacente – denaro.  Quando i poliziotti sono intervenuti, gli acquirenti si sono dati alla fuga mentre uno dei pusher, dopo aver prelevate alcune bustine riposte su un muretto, cercava di passarle al complice che tentava di allontanarsi velocemente ma sono stati entrambi bloccati. Nella circostanza, sono stati sequestrati circa 14 grammi di cocaina suddivisa all’interno di 27 involucri. Nella tasca di uno degli arrestati è stata rinvenuta la somma di 60 euro ed un coltello a serramanico con una lama di 9 cm.. I due, identificati per R.P. e F.M. sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio, il secondo, denunciato anche per il possesso del coltello. Nell’ambito dell’attività investigativa gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Romanina, diretto da Laura Petroni, il 30 giugno scorso, hanno arrestato M.B. di 58 anni ed il nipote di questo 17enne, colti in flagranza di spaccio all’interno di un appartamento. Dopo alcuni appostamenti i poliziotti sono entrati in azione perquisendo l’abitazione dell’uomo dove venivano sequestrati 6 grammi di cocaina e 1300 euro in contanti. Convalidato l’arresto per il 58enne l’Autorità Giudiziaria disponeva gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico mentre per nei confronti del  minore venivano applicate alcune prescrizioni.  Gli uomini della sezione volanti, diretta da Giuseppe Sangiovanni, hanno arrestato F. V. 23enne romana con precedenti di polizia per reati inerenti gli stupefacenti e per reati contro il patrimonio. Gli agenti mentre percorrevano via Ugento hanno notata la ragazza mentre cedeva un involucro a due uomini all’interno di un’autovettura in cambio di una banconota. Alla vista degli agenti l’auto è riuscita a far perdere le proprie tracce mentre la ragazza subito fermata è stata trovata in possesso di 0,6 grammi di hashish e 270 euro in contanti oltre ad un telefono cellulare presumibilmente utilizzato per contattare gli acquirenti. La perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire all’interno di una cassaforte 41,4 grammi di hashish, 18 bustine di plastica trasparente e 850 euro in contanti. Inoltre è stato trovato un bilancino di precisione funzionante e 120 euro rinvenuti all’interno di un salvadanaio. E ancora gli agenti della Polizia di Stato della sezione volanti, , ad arrestare F.V., italiano di 40 anni. I poliziotti, transitando in via Casilina, hanno notato due uomini parlare tra di loro in modo sospetto e alla vista delle pattuglie, si sono allontanati in maniera frettolosa. Bloccati, si è accertato che stavano effettuando una compravendita di sostanza stupefacente. Controllati entrambi, F.V. è stato trovato con addosso 20 euro in contanti, 107  grammi di hashish, mentre all’interno della sua abitazione, sono stati rinvenuti altri 20 grammi ed una piantina di hashish. Alla fine degli accertamenti F.V. è stato arrestato per detenzione illegale ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Arrestate anche altre tre persone S.K. 20 anni italiano in zona Casilino, in possesso di 7,2 grammi di cocaina e C.C. italiano di 38 anni sempre nella stessa zona in possesso di 11,2 grammi di eroina e A.M. cittadino italiano di 34 anni che, a seguito di perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti 350 grammi di marijuana. Nell’ambito della consueta attività di repressione del reato di spaccio di sostanze stupefacenti, gli agenti della squadra investigativa del commissariato Casilino Nuovo diretto da Michele Peloso,  hanno arrestato un cittadino nigeriano di 30 anni O. H. N. trovato in possesso di diverso stupefacente del tipo Marijuana che vendeva a numerosi clienti dei quartieri Borghesiana-Finocchio. Gli agenti sono riusciti ad accedere all’interno della sua abitazione e, nella sua camera da letto, hanno rinvenuto una sacca di tela di nylon con all’interno 530 grammi di marijuana, una bilancia elettronica perfettamente funzionante, numerose bustine trasparenti per il confezionamento e una somma di denaro pari a 460 euro. Gli uomini del Commissariato Porta Maggiore, diretto da Irene Di Emidio, nel corso del servizio effettuato  a  bordo  di  motoveicoli  con  colori  di  istituto, hanno proceduto al controllo di un cittadino del Mali, K. A., 26enne senza fissa dimora, il quale è stato trovato in possesso di un involucro in cellophane termosaldato, occultato nel cavo orale, contenente  un grammo circa di sostanza stupefacente del tipo eroina. L’uomo, invitato a consegnare eventuali altri involucri dello stesso tipo, ha spintonato violentemente uno degli operanti dandosi alla fuga, ma è stato raggiunto in contromano dai motoveicoli “Nibbio Porta Maggiore”, i quali lo hanno bloccato mentre si nascondeva all’interno  dell’androne  di uno  stabile sito in Via Raimondo  Montecuccoli. Personale del commissariato Prenestino ha denunciato in stato di libertà un cittadino Maliano che durante un controllo, è stato trovato in possesso di  13,5 grammi di marijuana”. Lo rendono noto la Polizia di Stato e la Questura di Roma domenica 5 luglio.

Print Friendly, PDF & Email