Lupa Castelli Romani, al via l’ avventura della juniores nazionale

0
1459
lupa_castelli_romani_2014_e_2015
Lupa Castelli Romani 2014/2015
lupa_castelli_romani_2014_e_2015
Lupa Castelli Romani 2014/2015

Novità dalle compagini della Lupa Castelli Romani: parte l’avventura della Juniores Nazionale, lunedì i ragazzi di Andrea Foschi hanno iniziato ufficialmente la loro preparazione in vista dell’inizio del campionato. L’entusiasmo è alle stelle e l’obiettivo è quello di arrivare insieme alle finali del 7 giugno. La prima squadra batte UniPomezia e Fontenuovese, nel triangolare andato in scena nel pomeriggio di mercoledì. La squadra di Gagliarducci fa bottino pieno nei due tempi disputati contro UniPomezia e Fontenuovese, disputando un ottimo test in vista della Coppa Italia

– Juniores Nazionale

Nella giornata di lunedì è iniziata ufficialmente anche la nuova avventura della Juniores Nazionale della Lupa Castelli Romani, che alla guida del tecnico Andrea Foschi ha svolto il suo primo allenamento al Montefiore di Rocca Priora. Dopo un paio d’ore di intenso lavoro con il preparatore atletico Fabrizio Pallocchia, sotto gli occhi attenti del Direttore Generale Pietro Rosato e del Direttore Tecnico Mariano Nazio, del Team Manager Luigi Ferrari e del Dirigente Accompagnatore della Juniores Mariano Marchese, il mister della formazione giovanile della Lupa ha potuto tracciare un primo sommario bilancio. “Sicuramente è un po’ presto per parlare”, commenta Foschi, “ma devo dire che per il momento le sensazioni che ho avuto sono ottime. Ho visto un gruppo di ragazzi entusiasti e con tanta voglia di fare, nonostante questo sia il nostro primo anno di Juniores. Abbiamo allestito una squadra ben organizzata, completa in tutti i reparti, grazie ad un’ottima campagna acquisti con il direttore Nazio e con tutta la società, e sono sicuro che faremo vedere delle belle cose. Diciamo che anche per me questo sarà una sorta di battesimo: lo scorso anno ho guidato la Juniores a Lariano in un campionato regionale, ma senza nulla togliere a quell’esperienza so bene che allenare i Nazionali è quasi come gestire una prima squadra di Eccellenza”.

E se è ancora presto per ufficializzare la rosa di giocatori che parteciperanno al prossimo campionato, è fin d’ora evidente che tra di loro ci sono molti elementi provenienti da realtà importanti, che hanno scelto di sposare il progetto della Lupa. “Il nostro primo biglietto da visita”, continua il tecnico castellano, “è quello che portiamo sul cuore: lo stemma della Lupa che abbiamo cucito sulla maglia è una garanzia per tanti ragazzi ed esercita su di loro un certo fascino. Noi speriamo di riuscire ad onorare il nome della Lupa sia con la prima squadra che con la Juniores, portandolo alla ribalta delle scene italiane. Abbiamo preso giocatori molto importanti tra cui Chiassarini, ma anche Ferri o Mastropietro entrambi provenienti dalla Ternana, o un bel gruppo di calciatori di qualità provenienti dal Tor Sapienza, tanto per citarne alcuni. Noi non vogliamo fare da sparring partner ma vogliamo essere protagonisti, anche per dare la possibilità a questi ragazzi di ritagliarsi degli spazi in prima squadra”.
Non a caso, con i suoi giocatori mister Foschi è stato fin da subito chiaro, specificando che questa nuova avventura iniziata il 18 agosto terminerà solo il 7 giugno, data in cui dovrebbero disputarsi le finali nazionali… “So che qualcuno storcerà il naso e penserà che sono matto, ma non mi interessa. Io voglio raggiungere quell’obiettivo, e lavoro per questo: è la scommessa che ho fatto con me stesso, ed ho tutte le intenzioni di vincerla. Ce n’è anche una che ho fatto con i ragazzi, ma quella non si dice per scaramanzia!”.
D’altronde, chi conosce il presidente Alessandro Virzi conosce bene anche la sua mentalità vincente. Contattato telefonicamente, il numero uno della Lupa ha voluto mandare il suo personale “in bocca al lupo” ai ragazzi della Juniores: “Mi aspetto un’ottima stagione non solo per la prima squadra, ma anche per questo gruppo di giovani che abbiamo costruito con il preciso intento di far bene. A me piace vincere, ed è anche per questo che quando scelgo le persone che lavorano con me prediligo sempre quelle che amano primeggiare. So che mister Foschi è motivatissimo, come il direttore Nazio e tutti i membri dello staff della Juniores. Personalmente seguirò questi ragazzi in prima persona anche per dar loro ulteriori stimoli, e per fargli capire che rappresentano una risorsa importante anche per la prima squadra”.
E a ribadire che la Lupa Castelli Romani non ha nessuna intenzione di fare la comparsa nel campionato Juniores Nazionale ci pensa anche il direttore tecnico Mariano Nazio: “Erano giorni che facevo il conto alla rovescia aspettando l’inizio di questa nuova avventura, perché qui tutti abbiamo tanta voglia di fare e di lavorare. Personalmente, lo scorso anno iniziai qui a Rocca Priora un progetto con la Juniores del presidente Marco Amelia, e quando in estate nella mia prima intervista dichiarai che avremmo vinto il campionato in molti si misero a ridere perché quella era una squadra completamente nuova, costruita dal nulla. Alla fine, però, ho avuto ragione io: i ragazzi sono stati fantastici e dopo aver dominato il nostro girone abbiamo vinto anche le finali del campionato Juniores Primavera, alzando la coppa al cielo. Oggi mi sono tuffato in questo nuovo progetto, e devo dire che mi ha appassionato da subito: tutti, dal presidente ai singoli membri dello staff dirigenziale, sono entusiasti e hanno voglia di far bene, e questo è fondamentale. A Rocca Priora avevo avviato un progetto importante che ora sta seguendo mio nipote, il direttore sportivo del club Mario Lulli, mentre io affronto questa nuova sfida, creando dal nulla una Juniores Nazionale di qualità e cercando di andare a vincere di nuovo. Abbiamo scelto dei giocatori già collaudati e pronti, ma lavoreremo anche in prospettiva per i prossimi anni perché il presidente Virzi vuole mettere le basi per costruire un settore giovanile che diventi sempre più importante. Intanto, però, ci prepariamo a vivere questa stagione da protagonisti e non certo da comparse, con una mentalità vincente che ci accomuna tutti”.

– Prima Squadra

Nel triangolare che si è svolto nel pomeriggio di mercoledì al Montefiore di Rocca Priora, la Lupa a affrontato in due gare da un tempo l’UniPomezia (formazione che disputerà il campionato di Promozione) e la Fontenuovese (Eccellenza), conquistando due vittorie incoraggianti, e mettendo in archivio cinque gol realizzati e nessuna rete subita. Rispetto alle ultime uscite amichevoli, Gagliarducci ha sicuramente potuto riscontrare gli ampi margini di crescita dei suoi, che pian piano stanno smaltendo i carichi di lavoro accumulati dall’inizio della preparazione estiva, con l’obiettivo di farsi trovare pronti per il primo impegno ufficiale che domenica li vedrà impegnati contro il Sora nel preliminare di Coppa Italia.

Nel primo degli incontri del triangolare, la Lupa ha affrontato l’UniPomezia schierando tra i pali Tassi, in difesa Colantoni a sinistra, Di Nezza a destra, Galluzzo e Alessandro Montesi al centro. In mediana capitan Mancini è affiancato dai due intermedi Icardi e Traditi, Siclari e Massella supportano Nohman che prende posto al centro dell’attacco. Parte subito forte la Lupa, che dopo una manciata di minuti passa in vantaggio grazie alla rete di Traditi, che dopo gli ottimi risultati della scorsa stagione conferma di avere delle innate doti di goleador. Pochi minuti più tardi raddoppia Icardi, bravo a finalizzare una bella azione di Siclari e Nohman. La Lupa appare nettamente superiore all’avversario, e dilaga con il passare dei minuti. Sugli sviluppi di un corner battuto da Icardi e respinto senza troppa convinzione dai giocatori dell’UniPomezia, Siclari è bravo a liberarsi dal suo marcatore e a ribadire la palla in rete con una bella girata. Il gol che chiude l’incontro arriva ancora una volta da un’azione di calcio d’angolo: sul cross di Colantoni è ancora Traditi a farsi trovare pronto, girando di testa alle spalle del portiere avversario.
Per la gara contro la Fontenuovese, Gagliarducci cambia qualcosa mandando inizialmente in campo Baylon al posto di Montesi, Fantini al posto di Traditi, Khribech per Icardi e Boldrini per Massella. Nel corso dei 45 minuti, poi, c’è spazio anche per Fiore, Mattoni, Riccardo Montesi, Bertoldi, Gordini e De Gol, ma la Lupa fa fatica a trovare il gol. La difesa della Fontenuovese tiene bene, nonostante le numerose incursioni sulla sinistra di Boldrini, tra i migliori oggi insieme a Siclari e Colantoni, e solo quando mancano pochi giri di lancetta la squadra di Gagliarducci passa in vantaggio con una bella azione sulla sinistra di Montesi, che smarca due avversari e sigla il gol che permette alla Lupa di aggiudicarsi il posto più alto del podio nel triangolare. Medaglia d’argento per la Fontenuovese, che grazie alla rete di Rotario vince la gara contro l’UniPomezia, confermando di essere una compagine ben allestita che potrà dire la sua nel campionato di Eccellenza.

Print Friendly, PDF & Email