M5S Ciampino, “il monopolio del Trasporto Pubblico Locale ciampinese”

0
906
m5s
Movimento Cinque Stelle
m5s
Movimento Cinque Stelle

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa firmata da “i portavoce M5S e gli attivisti tutti” del Movimento Cinque Stelle di Ciampino. Oggetto dello scritto la situazione del “trasporto pubblico locale ciampinese”

“I consiglieri M5S hanno protocollato in data odierna (mercoledì 22 luglio ndr) una richiesta di annullamento del ‘’Piano di riprogrammazione del servizio del Trasporto Pubblico Locale fino alla data del 31/01/2016’’ approvata – esordisce così nella nota il M5S Ciampino – con deliberazione della sola Giunta il 30 giugno scorso.

Con questa deliberazione – approvata in palese violazione del diritto di tutto il consiglio comunale di esprimersi in materia di concessione di servizi pubblici, continua così il Movimento Cinque Stelle locale – si proroga ancora l’appalto alla società Schiaffini Travel S.p.a. la cui assegnazione per bando risale al lontano 1999, anche in questo caso, violando le regole, stavolta, del Codice degli Appalti che prevede la proroga di assegnazioni di servizi pubblici solo in casi eccezionali.

Il quadro presentato delinea un ingiustificato monopolio che non solo lede il principio di libera concorrenza che garantisce a tutti gli operatori del settore le stesse possibilità di accedere all’assegnazione di servizi pubblici, ma getta numerose ombre sulla trasparenza nella gestione delle risorse del nostro comune da parte dell’amministrazione. Ombre che aumentano ragionevolmente se si considera, poi che, dai lavori in corso della Commissione di Studio sull’indebitamento del nostro Comune, è emersa la presenza di fatture della Schiaffini Travel S.p.a. per molte migliaia di euro nel corso degli anni non ancora saldate né contestate senza alcuna valida giustificazione.

Pertanto, si è ritenuto doveroso – prosegue l’M5S Ciampino – chiedere l’annullamento della delibera per procedere ad un regolare dibattimento ed esame da parte dell’intero Consiglio Comunale.

In caso contrario, la giunta è informata che i portavoce M5S chiederanno all’Autorità Nazionale Anticorruzione, che già ha risposto positivamente a casi analoghi, di esprimersi in merito – si conclude così il comunicato stampa – e non mancheranno, inoltre, di segnalare il fatto all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato”.

Print Friendly, PDF & Email