M5S Genzano, “tra Cesarini e Cesaroni bugie e omertà”

0
710
m5s_genzano_caso_palacesaroni
M5s Genzano e il caso del Palacesaroni
“Mentre attendiamo ancora risposte sulla gestione padronale del Palazzo Sforza Cesarini, dove il Sindaco, ha deciso che può farne ciò che vuole, nel silenzio pressochè totale di tutti i consiglieri di maggioranza e opposizione, pretendiamo ora chiarezza sulle nostre denunce sullo stato di sicurezza del

m5s_genzano_caso_palacesaroni
M5s Genzano eil caso del Palacesaroni

– esordisce così nella nota il MoVimento 5 stelle – Genzano di Roma

Il 15 Maggio 2015, quando la Questura mise i sigilli al Palazzetto dello Sport di Genzano, richiedemmo la pubblicazione di TUTTI I DOCUMENTI necessari a rassicurare i cittadini, senza ottenere, però, alcun segnale. Oramai la boria del nostro Sindaco è tale e tanta che allora animò addirittura uno scontro verbale con il Commissariato di Polizia e oggi si proclama vittima di Asl e Tribunale di Velletri.

L’indolenza dell’Amministrazione e del Primo cittadino – continua il M5S genzanese nella nota – è tanto più grave quando antepone il vittimismo alla sicurezza dei cittadini.

Domenica 15 novembre è uscito un articolo de “Il Messaggero” che comunica (il giornale non il Sindaco) del provvedimento preso sul Palazzetto che tra l’altro consta, per la prima volta, di una delega alla Polizia di Stato a notificare l’intimazione al divieto di utilizzo a tutti quei sogggetti che avevano preso accordi col Comune per il suo utilizzo, pena l’applicazione dell’articolo 650 del CODICE PENALE.

Quindi al Municipio sapevano da tempo di questa ordinanza del Tribunale di Velletri, ben prima del 15 novembre.

Nonostante questo, il giorno successivo – ancora il MoVimento 5 stelle – Genzano di Roma – viene convocata una delle associazioni che avrebbero dovuto usare il PalaCesaroni per farsi pagare la cauzione, con tanto di rassicurazioni personali di Gabbarini, a seguito dell’articolo di stampa citato. Si immagini la sorpresa da parte della stessa associazione a essere convocata dalla Polizia per la notifica del divieto all’uso della struttura qualche giorno dopo.

Vergogna!
Il PalaCesaroni viene di nuovo SIGILLATO, stavolta da parte della Procura della Repubblica di Velletri.

L’ordinanza vieta l’uso di numerosi locali tra cui spogliatoi, bagni per problemi di sicurezza avendo riscontrato impianti elettrici e idraulici fatiscenti e irregolarità nelle porte antipanico e delle uscite di sicurezza.

Cosi, per la spocchia, la superficialità e l’arroganza di questo Sindaco e della Amministrazione, vanno in fumo le programmazioni e gli investimenti di un anno di associazioni culturali, sportive e delle famiglie che vi partecipano attivamente.

Ricordiamo – si avvia alla conclusione il MoVimento 5 stelle – Genzano di Roma – poi la particolare posizione che ricopre la struttura in quanto, e di questo tutti sembrano essere dimentichi, non è solo un luogo di aggregazione e attività ludico-sportive, ma anche destinata ad area di ricovero della popolazione in caso di calamità dal Piano di emergenza comunale; riveste quindi un ruolo fondamentale per la comunità genzanese, a fronte del quale tale incuria e negligenza sottolineano in maniera ancor maggiore le gravi responsabilità sottese alla chiusura.

I problemi di sicurezza del Palazzetto ci sono da anni, se inoltre vengono conditi con l’arroganza di chi abusa del proprio ruolo e usa la città come fosse casa sua, vuol dire annichilire i cittadini.

Proprio una bella “Città Giardino” lascerà come eredità ai Genzanesi !”

Print Friendly, PDF & Email