Magic moment Carlisport Ariccia tra Coppa e Campionato

0
839
bresciani
Christian Bresciani - Innova Carlisport Ariccia
bresciani
Christian Bresciani – Innova Carlisport Ariccia

SPORT – E’ davvero un bel momento per l’Innova Carlisport. La squadra di mister Mauro Micheli ha battuto 5-1 la Lodigiani e, stante la sconfitta del Prato Rinaldo sul campo dell’Acquedotto, ha raggiunto (almeno virtualmente) il punto più alto della sua ultradecennale storia societaria salendo in vetta al girone D di serie B. Il gol di Moreira per gli ospiti è stato cancellato nella ripresa dal missile di Borsato, dal sorpasso firmato Taloni, dalla super giocata di Bresciani, dal gol di Richartz e dal secondo gol personale di Borsato in chiusura. «Non è stata una partita semplice perché la Lodigiani ha confermato di essere una buona squadra – dice il laterale Cristian Bresciani -, anche se nel primo tempo non credo meritassimo di stare sotto viste le tante buone parate del loro portiere. Nella ripresa, comunque, il gol di Borsato dopo appena un minuto ha cambiato tutto dal punto di vista mentale e a quel punto siamo riusciti a far nostra la gara». L’Innova Carlisport è prima in classifica, anche se Prato Rinaldo (-2), Acquedotto e Futsal Isola (-3) daranno certamente battaglia fino alla fine. «Il nostro obiettivo è quello di lottare fino alla fine per la vittoria del campionato – rimarca Bresciani – e cercare di fare bene anche in Coppa». Già, la Coppa: non c’è nemmeno tempo di respirare per i ragazzi di mister Micheli che domani (calcio di inizio alle ore 15, ancora al PalaKilgour) si gioca la seconda e decisiva sfida del triangolare di Coppa Italia. Avversario la Partenope, per gli ariccini c’è un solo risultato utile: la vittoria. «E’ una partita speciale – dice l’argentino Bresciani con l’italiano tipico di chi viene dalla terra delle “pampas” -, la società non ha mai raggiunto una Final Eight di Coppa Italia e quindi dobbiamo provare ad ogni costo a centrare il traguardo». Il forte laterale ex Rieti resterà in dubbio fino all’ultimo: nel match di sabato scorso era in panchina solo per far numero, poi è entrato e in qualche minuto di gioco effettivo è stato decisivo per la vittoria degli ariccini. «Ho un piccolo fastidio muscolare al quadricipite, ma serve dare il massimo in queste occasioni» sorride Bresciani.

Print Friendly, PDF & Email