Maltempo, nuova allerta meteo

Maltempo altre 36 ore di allerta meteo in Regione Lazio da giovedi primo novembre 2018

0
374
Regione Lazio
Regione Lazio

https://youtu.be/6D9uxbYDZtY

Allerta Meteo nella Regione Lazio. Il Dipartimento di Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, con indicazione che dalla serata di mercoledì 31 ottobre e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere temporalesco. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Venti da forti a burrasca, dai quadranti meridionali, sui settori costieri. Mareggiate lungo le coste esposte.

Il Centro Funzionale Regionale ha adottato l’avviso di criticità con indicazione dalle prime ore di domani, giovedì primo novembre e per le successive 24-36 ore, si prevede nelle zone di allerta del Lazio: criticità idrogeologica per temporali codice arancione su Bacini Costieri Nord, Medio Tevere, Roma; criticità idrogeologica codice arancione su Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri; criticità idrogeologica per temporali codice giallo su Rieti. È stata inoltre emessa un’attenzione per vento su tutte le zone di allerta del Lazio.
La Sala Operativa Permanente ha diffuso l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555.

Con l’approvazione della delibera proposta dall’assessore ai Lavori Pubblici, Tutela del Territorio e Mobilità,Mauro Alessandri, di concerto con l’assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Gian Paolo Manzella, la giunta regionale ha avviato l’iter di presentazione di una proposta di ZLS, corredata dal relativo Piano di Sviluppo Strategico,  a valere sulle aree portuali di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, da far pervenire al presidente del Consiglio dei Ministri. “L’obiettivo del provvedimento è quello di creare le migliori condizioni per attrarre nuovi investimenti e contribuire alla competitività, alla crescita economica e all’incremento dei livelli occupazionali nell’intero sistema dei porti commerciali della Regione Lazio. Le ZLS puntano infatti sulla semplificazione amministrativa in favore delle imprese come misura chiave per favorire lo sviluppo economico: tempi ridotti e certi per ottenere autorizzazioni e nulla osta, esenzioni e agevolazioni fiscali, oltre che doganali. Insomma delle vere e proprie ‘zone a burocrazia zero’”, spiega il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

A tal fine verrà costituito un gruppo di lavoro, composto da esperti di diversificata e comprovata esperienza e formazione in ambito di programmazione territoriale, diritto amministrativo e diritto della navigazione, che sarà incaricato di definire gli atti propedeutici alla presentazione della Zona Logistica Semplificata e del Piano di Sviluppo Strategico. Tale gruppo di lavoro dovrà comprendere, tra gli altri, rappresentanti dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Tirreno Centro Settentrionale, delle direzioni regionali competenti e dovrà operare in collaborazione con i Comuni territorialmente interessati. La redazione del Piano di Sviluppo Strategico e la selezione delle aree da destinare alla ZLS dovranno avvenire in attuazione di specifici principi operativi: dovrà essere garantito lo sviluppo e l’integrazione, anche infrastrutturale, dei corridoi trasversali tirreno-adriatici come la Orte-Civitavecchia, in grado di mettere la Regione al centro dei flussi mediterranei; dovranno essere individuate le aree retroportuali interessate in virtù del nesso economico funzionale con il sistema portuale, con le reti trasportistiche e con i nodi infrastrutturali della Regione Lazio. Inoltre, nella stesura del Piano di Sviluppo Strategico, sarà definita una forte azione di semplificazione amministrativa per facilitare i procedimenti di insediamento e quelli connessi alle attività delle imprese localizzate nell’ambito della ZLS.

MALTEMPO: PROTEZIONE CIVILE LAZIO, NUOVO BOLLETTINO CON ALLERTA ARANCIONE DA PRIME ORE DOMANI E PER 12-18 ORE

INVIATA LETTERA A PREFETTI, SINDACI E ACEA IN CUI SI RACCOMANDA DI ADOTTARE TUTTE LE MISURE PREVENTIVE CON LO SCENARIO DI CRITICITA’ IDROGEOLOGICA E IDRAULICA

“Il Centro Funzionale dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile ha emesso oggi un nuovo bollettino di criticità che, per domani 2 novembre 2018, prevede un codice allerta arancione con criticità idraulica moderata e criticità idrogeologica per temporali moderata.

Il bollettino è stato seguito da un allertamento del Sistema di Protezione Civile con fase di pre-allarme dalle prime ore di domani mattina, venerdì 2 novembre 2018 e per 12-18 ore su tutti le zone di allerta del Lazio.

La previsione in oggetto è frutto di una stima dei quantitativi di pioggia previsti dalle prime ore di domani 2 novembre sull’intero territorio della regione che, messe in relazione con gli effetti idraulici ed idrogeologici delle piogge degli scorsi giorni, evidenziano uno scenario di particolare criticità.

Il direttore dell’Agenzia Regionale di Protezione civile del Lazio, Carmelo Tulumello ha inviato una lettera ai Prefetti e a tutti i sindaci dei Comuni della regione Lazio in cui si evidenzia che ‘fatta salva ogni nuova e diversa valutazione che potrà essere operata sotto il profilo previsionale ed in ragione delle rilevazioni strumentali del fenomeno, si raccomanda di adottare tutte le misure preventive previste dai piani di emergenza comunali. In particolare, tenuto conto anche degli effetti al suolo determinati dai fenomeni dei giorni 29 e 30, si raccomanda, tra l’altro: la costante operatività dei Centri Operativi di Coordinamento ed il costante raccordo con la Sala Operativa Regionale; di garantire la massima efficienza delle opere di regimazione idraulica; il monitoraggio costante dei contesti locali di fragilità idraulica ed idrogeologica; la vigilanza di sottopassi e di altre infrastrutture soggette ad allagamento; una intensa attività di informazione alla popolazione sui fattori di rischio ai quali la stessa è esposta e sulle regole fondamentali di auto protezione; il costante monitoraggio della casella di posta elettronica certificata indicata per la ricezione degli avvisi di allertamento; la piena operatività delle strutture comunali preposte’.

Tulumello ha inviato inoltre una lettera ad Acea in cui ‘si raccomanda di adottare tutte le misure preventive coerenti con lo scenario di criticità idraulica ed idrogeologica sopra delineato, con particolare riguardo all’efficienza delle opere di regimazione idraulica e della rete fognaria’.

Si ricorda che la Sala Operativa Regionale è attiva h24 e risponde al numero verde 803555”.

Lo comunica in una nota la Protezione civile del Lazio

Situazione a Frascati di questa mattina:

CITTA’ METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE:
MALTEMPO, MANUNTA E DE VITO “UNA TASK FORCE PER INTERVENTI SUL TERRITORIO
METROPOLITANO”

Le recenti condizioni
climatiche che hanno investito il territorio metropolitano hanno procurato
danni e disagi all’intera cittadinanza. Per questo molte strade sono state
chiuse, tra queste importanti arterie come via dei Laghi, via del Mare e via
Ostiense.

“Abbiamo messo a
disposizione il personale del Dipartimento Viabilità e della Polizia Locale
della Città metropolitana di Roma Capitale che è stato ininterrottamente
impegnato nelle giornate del 29 e 30 ottobre in complesse operazioni volte alla
messa in sicurezza delle strade e della circolazione. Oltre 10 pattuglie in
servizio operativo e circa 30 unità in reperibilità notturna per ogni giornata
hanno presidiato le nostre strade, soprattutto nelle zone dove si sono
registrate le maggiori criticità.

Gli interventi del personale
stradale sulle strade hanno consentito di riaprire in poche ore, nella stessa
giornata del 30 ottobre, strade ad alta intensità di traffico come la via del
Mare e la Settevene Palo II. A seguire, gran parte delle criticità sono state
risolte e il dispiego straordinario di risorse prosegue.

“La costante presenza di
decine di tecnici e operatori di vigilanza sulle strade hanno portato a
interventi tempestivi ed evitato ulteriori danni e una conseguente rapida
riapertura delle strade. Come sempre, per quanto le carenze di personale e
risorse dell’ente metropolitano non siano adeguate alle esigenze del
territorio, coordinamento e competenze non mancano, e l’ente riesce a garantire
immediata e fondamentale risposta nelle emergenze. Grazie al coordinamento del
Comandante della Polizia metropolitana, Mario Sette e in sinergia con il
Dirigente del Servizio di Protezione Civile, Alessio Argentieri e a tutti i
dipendenti impegnati in questa task force, continuiamo a garantire interventi per
preservare l’incolumità dei cittadini che amministriamo”.

In una nota i Consiglieri Delegati Matteo Manunta e Marcello De Vito.

Print Friendly, PDF & Email