Marco Rapo al lavoro contro la violenza sulle donne

0
891
marco_rapo
Marco Rapo
Marco Rapo
Marco Rapo – Consigliere Comunale di Marino Azione Civica

Fatti e non solo belle dichiarazioni per contribuire alla questione della violenza sulle donne. In quest’ottica il consigliere di Marino Marco Rapo sta attivando un canale diretto per aiutare concretamente chi subisce un abuso o una violenza. Con l’ausilio di uno staff specializzato coordinato dall’avvocato Daniela Chiappa, esperta in diritto di famiglia, sarà attivato una e-mail e un numero telefonico a cui le donne si potranno rivolgere per chiedere consigli, conforto, aiuto o solo consulenza giuridica. L’iniziativa si chiama “Azione donna sicura” e rientra nei servizi del gruppo Azione cittadina, la lista civica del consigliere Marco Rapo. “Pensiamo che tale impegno diretto sia l’unica soluzione per cambiare le cose migliorandole a tutti i livelli – ha dichiarato il consigliere Marco Rapo – è finito il tempo di attendere che a farlo siano solo gli altri. Chi vuole il cambiamento perché desidera vivere in un ambiente migliore deve impegnarsi in prima persona. Con questo spirito – continua Rapo – abbiamo pensato che una voce in più contro un fenomeno inammissibile anche per l’uomo primitivo sia il giusto contributo in un momento storico che spero ricorderemo come il nuovo rinascimento”. I dettagli dell’iniziativa verranno specificati nella prima uscita del giornale di Azione Cittadina che avverrà il prossimo 26 maggio. “E’ possibile salvare le donne dalla violenza degli uomini? – si chiede Marco Rapo – in Inghilterra ci sono riusciti, con un sistema semplice e poco costoso. Grazie al metodo chiamato Scotland, dal nome del ministro laburista britannico che lo ha promosso e applicato, nella sola Londra gli omicidi di donne sono passati da 49 nel 2003 a 5 nel 2010. Insomma – conclude il consigliere – nessuna velleità particolare per Azione Cittadina, solo il desiderio di fare bene, con le competenze e quanto ciascuno è in grado semplicemente di fare per il paese. A Londra i laburisti e a Marino gli “azionisti”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email