Marino, bandi regionali in scadenza

Due bandi regionali in scadenza. Lo segnalano il Vicesindaco e Assessore alla Cultura Tiberi e dell’Assessore alle Attività Produttive Santamaita di Marino

0
203
palazzocolonna
Palazzo Colonna di Marino

“Segnaliamo due bandi regionali in scadenza da parte del Vicesindaco e Assessore alla Cultura Paola Tiberi e dell’Assessore alle Attività Produttive Ada Santamaita:

Il primo è un bando sull’audiovisivo che interessa enti pubblici e privati, associazioni di categoria operanti nei settori di riferimento. L’importo massimo del contributo è di € 30.000,00.  Si tratta dell’ Avviso Pubblico – Determinazione – numero G12998 del 01/10/2019 D.G.R. n. 509 del 30 luglio 2019 “Legge regionale 13 aprile 2012, n. 2 e s.m.i. Approvazione del Programma Operativo Annuale del Cinema e dell’Audiovisivo 2020”.Approvazione avviso pubblico – Attuazione del punto 1 dell’Allegato A “Interventi regionali per lo sviluppo del cinema e dell’audiovisivo – Programma operativo annuale 2020”. Impegno di €850.000 sul capitolo G11901 in favore di Creditori Diversi, per l’Esercizio Finanziario 2021.

Di seguito il link: http://www.regione.lazio.it/rl_fse/?vw=documentazioneDettaglio&id=50322&ambito=

Si potrà presentare la domanda entro 30 giorni dalla data di pubblicazione quindi 2 novembre 2019 ore 12.00

Il secondo è denominato: POR FESR, Innovazione Sostantivo Femminile – edizione 2019 (Informazioni prese integralmente dal sito dall’Agenzia LazioEuropa). Un milione di euro per le micro, piccole e medie imprese (MPMI), in forma singola, incluse le libere professioniste. Un milione di euro per le micro, piccole e medie imprese (MPMI), in forma singola, incluse le libere professioniste. Un milione di euro per le micro, piccole e medie imprese (MPMI), in forma singola, incluse le libere professioniste: a tanto ammontano le risorse stanziate sulla quarta edizione del bando “Innovazione sostantivo femminile 2019”, finanziato con risorse del POR FESR 2014/2020 sull’Azione 3.5.2 – “Supporto a soluzioni ICT nei processi produttivi delle PMI, coerentemente con la strategia di smart specialization, con particolare riferimento a: commercio elettronico, cloud computing, manifattura digitale e sicurezza informatica”, Asse 3 – “Competitività”. Approvato dalla Regione Lazio con Determinazione n. G10656 del 5 agosto 2019 pubblicata sul S.O. n. 2 al BURL n. 63 del 6 agosto 2019, l’avviso intende sostenere la nascita e lo sviluppo di idee e progetti imprenditoriali innovativi da parte delle donne, promuovendo la creatività e la valorizzazione del capitale umano femminile. Destinatarie degli aiuti sono pertanto le libere professioniste con Partita Iva attiva, le imprese “al femminile”, con sede sul territorio regionale, già costituite (micro, piccole e medie imprese e società tra professionisti in cui il titolare sia una donna, società di capitali le cui quote siano, per almeno 2/3, in possesso di donne e rappresentino almeno i 2/3 del totale dei componenti dell’organo di amministrazione, cooperative o società di persone in cui il numero di donne socie sia almeno il 60% della compagine sociale) ma anche quelle che ancora non lo sono, purché in caso di esito positivo della partecipazione al bando, la costituzione dell’impresa avvenga entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento di concessione del finanziamento. Saranno finanziabili i progetti che includano la realizzazione di nuovi prodotti o servizi tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie e che siano coerenti con le aree di specializzazione della Smart Specialization Strategy (S3) regionale (ossia Scienze della vita e benessere, Energia e ambiente, Agroalimentare, Mobilità sostenibile, Fabbricazione digitale, Domotica ed edilizia sostenibile, Beni culturali e tecnologie della cultura, Industrie creative digitali, Aerospazio, Sicurezza e protezione). Inoltre, potranno ottenere le agevolazioni del bando anche i progetti che abbiano come obiettivo la Social Innovation, ovvero che presentino soluzioni tecnologiche ai problemi dovuti al cambiamento della società per favorire una società inclusiva, innovativa e consapevole. Il contributo concesso a fondo perduto nella misura dell’intensità di aiuto richiesta deve essere compresa fra il 50% e il 80% dell’importo complessivo del progetto, che dovrà essere realizzato nella Regione Lazio. Una quota di 200.000 euro, pari al 20% della dotazione, è stata riservata alle imprese localizzate nei territori individuati come Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio. Le richieste di accesso all’agevolazione possono essere presentate esclusivamente per via telematica compilando il formulario disponibile on-line nella piattaforma GeCoWEB accessibile dal sito www.lazioinnova.it nella pagina dedicata. Lo sportello GeCoWeb sarà aperto dalle ore 12.00 del 10 settembre 2019 alle ore 12.00 del 12 novembre 2019.

Questo il link: http://lazioeuropa.it/bandi/por_fesr_innovazione_sostantivo_femminile_edizione_2019-605/

Si potrà presentare la domanda entro il 12/11/2019 Alle ore 18:00″ Ne da notizia l’Amministrazione di Marino Laziale.

Print Friendly, PDF & Email