Marino, il Pcdi denuncia il degrado a Cave di Peperino

0
757
degradoacavedipeperino
La voragine causata dalla rottura della soletta di cemento armato sotto la strada a Cave di Peperino
degradoacavedipeperino
Il vuoto sotto il secondo ponte crollato a Cave di Peperino

MARINO. CAVE DI PEPERINO: DEGRADO E PERICOLO. ENDERLE, PCdI, SOLLECITA RISOLUZIONE.

E’ troppo pericoloso. Non solo, rischia di mettere in forse perfino l’ingresso a Marino dal quartiere Cave di Peperino”. Questa è la sostanza della denuncia che i dirigenti comunisti si sono sentiti rivolgere due domeniche fa quando sono stati presenti tutta la mattina in piazza San Barnaba a Marino centro, per ascoltare i cittadini e mostrare loro, visivamente con una mostra itinerante, le cose che il PCdI, sezione Enrico Berlinguer di Marino svolge da tempo. “Infatti – dice Stefano Enderle, vicesegretario dei comunisti marinesi – un cittadino in modo approfondito, ma anche altri, ci hanno segnalato questo problema di sicurezza e degrado. Abbiamo voluto fare un sopralluogo e raccogliere una testimonianza fotografica. Purtroppo è tutto vero. L’ingresso a Marino da Cave di Peperino, al semaforo sulla via dei laghi, presenta una voragine. Ma questa non è il risultato di erosione, ma d’altra natura. La strada, abbiamo notato – continua Stefano Enderle – poggia su due archi che sovrastano un fosso che proviene da monte (Barco Colonna). Ma, con un intervento fatto negli anni scorsi, uno degli archi è stato rinforzato con una trave in cemento armato. Questo funge da appoggio per una estesa soletta di cemento armato che costituisce la base della strada stessa. Ed il problema è qui. Infatti – specifica il dirigente comunista che ha guidato il sopralluogo – l’altro arco, quello più prossimo all’ingresso verso via dei laghi, non ha la trave, e offriva come appoggio il solo arco che ora è parzialmente crollato, da cui un pezzo grande (qualche metroquadro) di soletta stradale caduta anch’essa. Tutto ciò – conclude il vicesegretario comunista – è stato tamponato dalla delimitazione di ben otto transenne attorno alla voragine. Ma questo non limita affatto il mancato appoggio strutturale della soletta stradale sull’arco sottostante ora inesistente e su nessun trave mai realizzato sul secondo arco. Raccogliendo la denuncia dei cittadini, chiediamo una immediata presa in considerazione da parte del Comune. Auspichiamo che un intervento immediato del Commissario dott.ssa Enza Caporale, possa porre in essere un percorso per la messa in sicurezza strutturale dell’ingresso a Marino dal bel quartiere di Cave di Peperino”.

Print Friendly, PDF & Email