Marino, il primo consiglio comunale dell’Amministrazione Colizza

0
1184
carlocolizza
Carlo Colizza (foto tratta dalla pagina Facebook del sindaco di Marino)
carlocolizza
Carlo Colizza (foto tratta dalla pagina Facebook del sindaco di Marino)

“E’ iniziato alle ore 17,00 di ieri 7 luglio 2016 con un minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’attentato a Dacca, chiesto dal Consigliere anziano con funzioni di Presidente Antonio Dibello, il primo Consiglio Comunale convocato dal Sindaco Carlo Colizza a seguito delle elezioni amministrative del giugno scorso – inizia così la nota dell’ufficio stampa del Comune di Marino sul primo consiglio comunale dell’Amministrazione Colizza.

Dieci i punti all’ordine del giorno per questo Consiglio di insediamento.

Al primo punto sono state esaminate le condizioni di eleggibilità e compatibilità degli eletti e si è proceduto alla surroga dei Consiglieri Tiberi Paola e Cerro Barbara che, avendo accettato la nomina ad Assessore, sono cessate dalla carica. Al loro posto i primi due non eletti della lista Movimento 5 Stelle: Paola Fantozzi ed Enrico Quaresima.

Questa quindi la composizione del nuovo Consiglio Comunale:

MAGGIORANZA: Dibello Antonio, Cappuccini Diego, Atzeni Simonetta, Petrini Valter, Leandri Francesco, Paterna Anna, Blasetti Alessandro, Silvestre Flavio, Narcisi Sante, Gentile Barbara, De Petrillo Marco, Ferrandi Renato, Correani Matteo, Fantozzi Paola, Enrico Quaresima oltre naturalmente al Sindaco Carlo Colizza.

MINORANZA: i candidati Sindaci non eletti: Di Giulio Eleonora, Minucci Maria Sabrina, Cecchi Stefano. I Consiglieri Venanzoni Gianfranco, Silvani Franca, Iozzi Enrico, Lapunzina Cinzia, Ermo Pamela e Pisani Remo.

Emozionante – continua così la nota – è stato il momento del giuramento del Sindaco Colizza che, indossata la fascia tricolore consegnatagli dal Segretario generale dell’Ente dott.ssa Claudia Tarascio, ha giurato di osservare lealmente la Costituzione Italiana. Il giuramento è stato consacrato dall’Inno di Mameli che ha unificato ancor di più le istituzioni appena elette e la popolazione presente che affollava l’Aula Consiliare di Palazzo Colonna.

E’ stata poi la volta della elezione del Presidente del Consiglio: è passata la proposta della maggioranza che ha nominato il Consigliere Sante Narcisi, eletto, dopo due votazioni palesi come prevede il regolamento, con 15 voti a favore e 9 astenuti. La Vice Presidenza è andata al Consigliere di minoranza Gianfranco Venanzoni eletto all’unanimità.

Il Consiglio è poi proseguito, sotto la presidenza del neo eletto Narcisi, con la presentazione dei componenti della Giunta Comunale e del Vice Sindaco Paola Tiberi che ha anche la delega alla Cultura, alla Scuola e allo Sport.

Gli Assessori sono: Cerro Barbara con i Servizi Sociali, Tammaro Adolfo con i Lavori Pubblici e la Mobilità, Ciolfi Daniele con il Bilancio e i Servizi e Santamaita Ada con le Attività Produttive.

Per le linee programmatiche rimandiamo ad altro Comunicato.

Si sono costituiti i seguenti Gruppi Consigliari i quali hanno designato i rispettivi Capigruppo a fianco indicati:

MOVIMENTO 5 STELLE: ANNA PATERNA

CENTRO SINISTRA candidato Sindaco non eletto ELEONORA DI GIULIO (che unisce gli eletti nella lista del Partito Democratico, Franca Silvani e Gianfranco Venanzoni, e della lista civica Eleonora Di Giulio Sindaco, Enrico Iozzi)

CECCHI SINDACO candidato Sindaco non eletto STEFANO CECCHI

LABORATORIO RINASCITA PER

MINUCCI SINDACO-SINDACO MELONI

F.LLI D’ITALIA-NOI CON SALVINI candidato Sindaco non eletto MARIA SABRINA MINUCCI

MCD-MOVIMENTO CIVILTA’

DEMOCRATICA Consigliere anziano ERMO PAMELA

PER CECCHI FORZA ITALIA BERLUSCONI Consigliere anziano REMO PISANI

Il Consiglio ha poi proceduto, come atto dovuto, ad approvare gli indirizzi per la nomina, designazione o la revoca dei rappresentanti del Comune presso Enti, aziende ed istituzioni ai sensi del Testo Unico 267/2000.

Infine sono stati eletti i componenti della Commissione Elettorale Comunale composta dal Sindaco e da tre membri effettivi e tre supplenti quali: Effettivi: SILVESTRE FLAVIO con 8 voti a favore e PETRINI VALTER con 6 voti a favore per la Maggioranza e LAPUNZINA CINZIA con 8 voti a favore per la Minoranza; Supplenti: DE PETRILLO MARCO con 11 voti a favore e DIBELLO ANTONIO con 3 voti a favore per la Maggioranza e PISANI REMO con 8 voti a favore per la Minoranza.

Ultimo adempimento compiuto, a scrutinio segreto, è stata la designazione dei componenti della Commissione per la formazione degli elenchi comunali dei giudici popolari di cui fa parte il Sindaco di diritto: gli eletti sono: GENTILE BARBARA con 13 voti (maggioranza) e MINUCCI MARIA SABRINA con 8 voti (minoranza) – si conclude così la nota stampa”.

LE LINEE PROGRAMMATICHE IN SINTESI ESPOSTE DAL SINDACO NEL CORSO DEL PRIMO CONSIGLIO COMUNALE

“La Campagna elettorale è finita, a partire da ora costruiamo la comunità.

Sarà nostro interesse prioritario che l’Amore per la città torni a essere visibile nella condivisione del territorio. Per nascita o adozione, questo territorio è nostro, sta a noi tutti difenderlo.

La nostra città  merita rispetto, quel rispetto che per anni, da parte della classe politica e della Cittadinanza, è evidentemente mancato.

Nessuno è superiore, il sottoscritto ha imparato l’umiltà  dei suoi avi dagli insegnamenti di suo padre. In particolare vorrei ricordare la memoria di Carlo e Dante Colizza: il primo, mio nonno, noto a tutti per la passione di attivista e per l’incondizionata umanità; il secondo che rifiutò un posto da senatore per continuare a lavorare e fare il Consigliere comunale ad Albano.

Siamo e restiamo umani, per stimolare un cambiamento ormai necessario ci interesseremo alle idee, indipendentemente da chi le proporrà .

Ricordo la precedente Amministrazione e un Consiglio comunale di diversa composizione.

Il ringraziamento va oggi innanzitutto ai Cittadini e ai Consiglieri di Maggioranza, miei compagni di viaggio, ma andrà anche ai Consiglieri di Minoranza: nella misura in cui saranno interessati ad agire nell’interesse dei Cittadini, a risolvere problematiche, a garantire diritti, a restituire l’Amore per Marino ai marinesi.

Il Movimento oggi ha l’onore di rappresentare la Cittadinanza, ma ricordo a tutti che gli Amministratori passano: è la nostra città che resta e, negli ultimi anni, purtroppo risente della qualità  di un’Amministrazione quasi malvagia.

Non lasciateci soli, lo chiedo innanzitutto ai Cittadini, non dateci deleghe in bianco, non vi fidate e aiutateci a controllare: ad aprire i cassetti di questo Comune. Apriremo quei cassetti per restituire a tutti i Cittadini i sogni che meritano. Quello che posso garantire è che quei cassetti saranno accessibili a tutti: anche alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica.

Molti sono i punti in cui Marino è arretrata: i rifiuti, la gestione del territorio e la pianificazione urbanistica, il diritto a un’acqua potabile e accessibile. Ci impegneremo con la massima attenzione per la riqualificazione delle enormi ricchezze che detiene questa città , che i marinesi torneranno ad amare.

Ringrazio ancora i Cittadini per il sostegno che hanno dimostrato durante la crisi, degli scorsi giorni, generata dal rogo di Roncigliano.

A noi sta cambiare, segnare la discontinuità , da classe politica diversa e nuova. Vogliamo rilanciare il Paese, senza mai rivendicare la nostra condizione di Maggioranza e nel massimo del rispetto di ogni posizione” queste le parole con cui il Primo Cittadino Carlo Colizza a tracciato le linee programmatiche nel suo discorso di insediamento durante il primo consiglio comunale della nuova amministrazione marinese il 7 luglio 2016.

Print Friendly, PDF & Email