Marino, in arrivo 78 profughi in città

0
929
arianna_esposito_residenti_paolina
Arianna Esposito con i residenti del quartiere Paolina
arianna_esposito_residenti_paolina
Arianna Esposito con i residenti della località Paolina

E’ atteso per le prossime ore l’arrivo in città di 78 profughi richiedenti asilo.

L’arrivo dei migranti è stato comunicato a Palazzo Colonna nei giorni scorsi dalla Prefettura attraverso una circolare firmata dal prefetto Franco Gabrielli.

Le 78 persone, delle quali ancora nulla è si sa in termini di età, nazionalità, provenienza, dovrebbero essere ospitate in due palazzine al civico 55 di Località Paolina, costruite in una’area destinata all’edilizia residenziale popolare (zona 167).

L’assegnazione dei profughi da collocare all’interno dei due immobili è avvenuta previo un bando del Ministero degli Interni al quale ha risposto la cooperativa che aveva precedentemente affittato gli immobili dalla società Flavia Costruzioni, proprietaria delle palazzine.

L’Amministrazione comunale nelle prossime ore sia attraverso la richiesta di chiarimenti alla prefettura, sia attraverso la nomina di un avvocato che possa agire negli interessi dell’ente e della cittadinanza residente punterà a chiarire i contorni legali della vicenda.

Frattanto per bocca del vicesindaco Fabrizio De Santis ha intenzione di garantire la massima vicinanza ai cittadini residenti in località Paolina.

Nella giornata di oggi numerosi assessori e consiglieri comunali hanno visitato l’area e gli appartamenti, cercando di capire e rassicurare la popolazione presente, in larga parte rappresentata dagli appartenenti al comitato di quartiere Borgo Garibaldi.

Sul posto sono presenti da stamattina anche uomini di Polizia Locale, Carabinieri e Polizia di Stato in un clima rimasto comunque nei limiti della assoluta civiltà e della pacifica convivenza pur nella comprensibile preoccupazione.

Il vicesindaco De Santis a fine giornata ha chiarito come:”l’Amministrazione intende operare con fermezza, decisione, buon senso. Fino ai primi di questo mese non avevamo notizia di arrivi in città, la situazione è cambiata pochi giorni fa quando una comunicazione del prefetto ufficializzava invece l’arrivo di queste 78 persone. Quello che oggi dobbiamo chiarire e su cui intendiamo continuare a vigilare – aggiunge il vicesindaco –  è il rispetto delle regole al massimo livello in una situazione così delicata rispetto alla quale non abbiamo possibilità di commettere errori. L’umanità che non mancherà, come non è mai mancata da Marino e dai marinesi, verso persone sfortunate, in fuga da orribili guerre, non può farci mettere in secondo piano i cittadini residenti a Marino e le problematiche già vive sul territorio, così come chi ha dato la propria disponibilità ad ospitare circa ottanta profughi dovrà chiarire tutti i contorni della vicenda su cui non possiamo e non vogliamo in alcun modo restare fermi ma prendere posizioni chiare nel rispetto di tutti”.

Print Friendly, PDF & Email