Marino, le reazioni alle dimissioni di Fabio Silvagni

0
1383
Marino Palazzo Colonna
Palazzo Colonna a Marino
Marino Palazzo Colonna
Palazzo Colonna a Marino

Dopo aver pubblicato stamani la notizia delle dimissioni di Fabio Silvagni, ecco alcune reazioni alla notizia:

Riceviamo e pubblichiamo innanzitutto la nota dell’ufficio stampa del Comune di Marino:

“MARINO, IL SINDACO FABIO SILVAGNI SI E’ DIMESSO DALLA CARICA

Il sindaco di Marino, Fabio Silvagni ha rassegnato oggi, venerdì 11 settembre 2015, le proprie dimissioni irrevocabili dalla carica di primo cittadino.
L’atto è giunto in municipio in mattinata ed è stato immediatamente protocollato.
Le dimissioni del sindaco portano allo scioglimento del Consiglio comunale con contestuale nomina di un commissario prefettizio trascorso il termine dei venti giorni previsti dall’articolo 53 del Tuel (Testo Unico degli Enti Locali)”.

Inoltre lo stesso ufficio stampa marinese dirama una nota dopo un articolo pubblicato il 9 settembre scorso da www.ilmamilio.it:

“MARINO, L’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DA DICIASSETTE ANNI IN FORZE ALL’ENTE E A DISPOSIZIONE DI TUTTE LE REALTA’ ATTIVE E VIVE IN CITTA’

Precisazioni in seguito all’articolo pubblicato sul quotidiano on line Il Mamilio

In relazione all’articolo “Crisi Marino, l’ultima battaglia è tra gli uffici stampa” pubblicato sul quotidiano on line www.ilmamilio.it in data 9 Settembre 2015 si precisa che l’ente Comune di Marino dispone dal 1998 –  due anni prima dell’ approvazione della legge 150/2000 in materia di “Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni” –  di un Ufficio Stampa in pianta organica la cui attività è pienamente regolata dalla normativa vigente.
Entrando, quindi, maggiormente nel merito dell’articolo del Mamilio si deve precisare che non esiste alcun “ufficio comunicazione dello staff del sindaco” ma un’unica struttura che – come è stato nel caso delle dimissioni dell’ex consigliera Serena Santurelli e in altri avvenimenti, specie se accaduti pubblicamente, nel corso di sedute consiliari – in ottemperanza al proprio ruolo istituzionale, ha raccontato e veicolato, riportando stralci di dichiarazioni pubbliche pronunciate indifferentemente da esponenti della maggioranza o dell’opposizione consiliare.
Altresì, pare del tutto corretto che – specie in una fase di serrato confronto politico quale è quella attuale – le posizioni dei singoli rappresentanti delle varie forze politiche, anche di maggioranza, vengano invece rappresentate e veicolate da uffici stampa esterni alle mura di Palazzo Colonna. Come infatti, nel pieno rispetto dell’istituzione comunale e del suo ruolo terzo rispetto al dibattito, è avvenuto con le comunicazioni fornite dall’ex assessore Arianna Esposito successivamente alla revoca della sua nomina.

Infine arriva una nota del senatore Bruno Astorre. L’esponente politico del Partito Democratico fortemente legato al territorio dei Castelli Romani prende posizione e reagisce alla notizia delle dimissioni dell’ormai ex primo cittadino di Marino Fabio Silvagni, affermando che “avevamo ragione, esperienza Silvagni giunta la termine”.

Ecco la dichiarazione completa:

“Avevamo ragione quando sostenevamo che l’amministrazione Silvagni era al termine e che l’azzeramento di giunta era solo un disperato tentativo di mantenere in vita un’esperienza ormai finita”. E’ quanto afferma in un comunicato il senatore del Partito Democratico Bruno Astorre. “Il sindaco ha finalmente preso atto di quello che il Partito Democratico sta dicendo da molto tempo: una maggioranza così dilaniata non è in grado di governare la città. Bene dunque le sue dimissioni, ora la parola torni agli elettori”.

 

Print Friendly, PDF & Email